Dal 13 al 30 aprile terza edizione del Festival di Pasqua di Montepulciano

Dopo il crescente successo delle prime due edizioni, torna per la terza volta a Montepulciano il Festival di Pasqua, ormai un appuntamento per gli amanti della musica e del Bello.
Il Festival quest’anno si svolgerà dal 13 al 30 aprile sempre nei fine-settimana.
Ideatrice e motore del Festival è Eleonora Contucci, cantante lirica proveniente da una delle più antiche famiglie poliziane.
L’idea del Festival è nata in lei dal felice incontro, tre anni fa, con alcuni musicisti svizzeri animati dalla sua stessa passione per la musica e per il Bello.
Il Festival di Pasqua ha preso vita dall’esigenza di dare un seguito alla magia di quell’incontro proponendo una serie di eventi musicali di alta qualità in suggestivi luoghi d’arte.
Tutto questo nella profonda convinzione che la cultura e l’amore per la bellezza siano l’unica possibilità di rinascita per un’Umanità che da tempo sembra aver smarrito il senso della propria altissima natura.

Al nucleo generatore del Festival – Eleonora Contucci e l’ensemble d’archi zurighese dei “baroccoli” con il suo direttore, Massimiliano Matesic – si uniscono quest’anno celebri artisti come i pianisti Alexander Lonquich e Cristina Barbuti, il compositore Fabrizio de Rossi Re, l’attore Giordano Agrusta, e giovani di straordinario talento come il pianista Leonardo Colafelice (21 anni, 2° Premio alla Cleveland Piano Competition 2016), la flautista romana Bianca Maria Fiorito (18 anni, vincitrice del Concorso AUDIMozart di Rovereto 2016), e l’Orchestra giovanile d’archi ConFuoco, anch’essa proveniente da Zurigo.

Tutti hanno accettato di offrire generosamente il loro contributo al Festival di Pasqua che per ora si regge sul volontariato di coloro – dagli organizzatori, agli artisti e a tutto lo staff – che hanno voluto farsi coinvolgere da questa piccola utopia in onore del Bello.
A questi si aggiunge quest’anno anche la prestigiosa presenza di Amnesty International cui viene interamente dedicata la penultima giornata del Festival, sabato 29 aprile: si inizierà con un incontro pubblico al Teatro Poliziano moderato da Massimiliano Pani al quale prenderanno parte, insieme ai vertici di Amnesty International e al suo portavoce Riccardo Noury, anche la ricercatrice Donatella Rovera e il regista e drammaturgo Marco Filiberti con l’attrice Diletta Masetti.
Infine alle 21.15, sempre al Teatro Poliziano, sarà la volta del singolare concerto a due pianoforti in cui Ramin Bahrami e Danilo Rea fanno incontrare Bach e il jazz.

Il progetto del Festival di Pasqua si avvale della collaborazione del Comune di Montepulciano, dell’Ambasciata di Svizzera in Italia, della Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, delle Cantine Contucci, dell’Accademia Europea di Palazzo Ricci, del Comune di Sarteano, del Comune di Chiusi, della Pro Loco di Montepulciano, del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, delle Vie del Teatro in Terra di Siena, della Dimora del Buon Riposo e di Amnesty International.

Il fine-settimana di Pasqua è interamente dedicato al Barocco – Vivaldi, Bach, Haendel, Telemann, Brescianello – e avrà come protagonisti “i baroccoli” diretti da Massimiliano Matesic con i solisti Kateryna Timokhina-Haupt e Damiano Babbini al violino, Katie Bruni al violoncello, Bianca Maria Fiorito al flauto traverso, Pascal Suter al flauto dolce e Bruno Bocci alla tromba, insieme al soprano Eleonora Contucci.
Dopo un’anteprima a Roma giovedì 13 aprile – con un concerto a inviti presso l’Ambasciata di Svizzera in Italia – il Festival proseguirà in Toscana con tre concerti:

sabato 15 aprile alle 18.00, presso il Teatro degli Arrischianti di Sarteano;

domenica 16 aprile alle 21.00, presso la Cattedrale di Chiusi (e in questo concerto si aggiungeranno anche la Corale Poliziana di Montepulciano e la Corale Arcadelt di Chiusi);

lunedì 17 aprile il Festival arriva finalmente a Montepulciano: alle 17.00, presso la Chiesa del Gesù;

Dopo gli appuntamenti del week-end di Pasqua, il Festival proseguirà negli altri due fine-settimana di aprile, per poi concludersi domenica 30 aprile con il concerto di chiusura al Teatro Poliziano che avrà come protagonisti Alexander Lonquich e Cristina Barbuti al pianoforte con musiche di Beethoven e Schubert.

Programma completo e maggiori informazioni sul sito www.festivaldipasqua.it

Seguiteci anche su www.facebook.com/festivaldipasqua

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...