Domenica 9 aprile al Teatro Bellini Alessandro Carbonare ospite della stagione dell’Orchestra Giovanile “Napolinova” nel duplice ruolo di solista e direttore

manifesto-domenica-in-concertoL’associazione Napolinova propone domenica 9 aprile, alle ore 11.30, presso il Teatro Bellini (via Conte di Ruvo, 14), per la stagione sinfonica 2016/17, l’evento forse più importante di tutta la stagione sia per le opere proposte che per il solista presente.
Infatti a collaborare con l’Orchestra Giovanile Napolinova in veste di solista e direttore ci sarà Alessandro Carbonare, solista di fama internazionale, docente alla Royal Academy a Londra, solista dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, attualmente uno dei più grandi clarinettisti al mondo.

Il concerto rappresenta un vero evento perché Carbonare torna ad eseguire a Napoli il meraviglioso Concerto per clarinetto K. 622 di Mozart, dopo il successo ottenuto nel marzo 2009 al Teatro San Carlo con il grande Abbado e la Mozart Orchestra.
Questa volta non sarà solo impagabile solista ma anche direttore sia del Concerto di Mozart sia della splendida e famosissima Sinfonia n. 4 di Mendelssohn detta l’ “Italiana” per il chiaro richiamo a ritmi e atmosfere italiane che il compositore conobbe nel suo viaggio in Italia.

Costo del biglietto
Intero: 15 Euro
Ridotto: 8 Euro

Per info e prenotazioni: botteghino@teatrobellini.it
________________________________________________________

Domenica 9 aprile, ore 11.30 – Teatro Bellini (v. Conte di Ruvo, 24 – Napoli)

Orchestra Giovanile Napolinova
Alessandro Carbonare, clarinetto solista e direttore

Programma

W. A. Mozart: Concerto per clarinetto e orchestra in la maggiore K. 622

F. Mendelssohn-Bartholdy: Sinfonia n. 4 in la maggiore op. 90 “Italiana”

Alessandro Carbonare
Nato a Roma, si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio di “S. Cecilia” di Roma e successivamente alla Music Hochschule di Freiburg in Germania (con menzione d’onore), studiando rispettivamente con i maestri S. Esposito e K. Kashkashian.
Primo clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S.Cecilia dal 2003, Alessandro Carbonare ha vissuto a Parigi, dove per 15 anni ha occupato il posto di primo clarinetto solista all’Orchestre National de France.
Sempre nel ruolo di primo clarinetto, ha avuto importanti collaborazioni anche con i Berliner Philarmoniker, la Chicago Symphony e la Filarmonica di New York.
Si é imposto nei più importanti concorsi internazionali: Ginevra, Praga, Tolone, Monaco di Baviera e Parigi.
Dal suo debutto con l’Orchestra della Suisse Romande di Ginevra, Alessandro Carbonare si é esibito come solista, tra le altre, con l’Orchestra Nazionale di Spagna, la Filarmonica di Oslo, l’Orchestra della Radio Bavarese di Monaco, l’Orchestre National de France, la Wien Sinfonietta, l’Orchestra della Radio di Berlino, la Tokyo Metropolitan Orchestra e con tutte le piu’ importanti orchestre italiane.
Ha registrato gran parte del repertorio per Harmonia Mundi e JVC Victor dando anche grande impulso alla nuova musica per clarinetto, commissionando nuovi concerti a Ivan Fedele, Salvatore Sciarrino, Luis De Pablo e Claude Bolling.
Appassionato cultore della musica da camera è da sempre membro del Quintetto Bibiena e collabora regolarmente con eminenti artisti ed amici come Mario Brunello, Marco Rizzi, Pinkas Zukerman, Alexander Lonquich, Emmanuel Pahud, Andrea Lucchesini, Wolfram Christ, Il Trio di Parma, Enrico Dindo, Massimo Quarta, Luis Sclavis, Paquito D’Riveira e molti altri.
Da sempre attratto non solo dalla musica “classica” , si escibisce anche in programmi jazz e Klezmer. Importanti le collaborazioni con con Paquito D’Riveira, Enrico Pieranunzi e Stefano Bollani.
«Guest Professor» in alcuni tra i più importanti Conservatori di tutto il mondo (tra cui Royal College di Londra, Juillard School di New York, Conservatorio Superiore di Parigi, School of Arts di Tokyo) ha fatto parte delle giurie di tutti i più importanti concorsi internazionali per il suo strumento (Ginevra, Monaco di Baviera, Praga, Pechino, il «Carl Nielsen» in Danimarca ed il «B. Crusell» in Finlandia).
Su personale invito di Claudio Abbado, Alessandro Carbonare ha accettato il ruolo di primo clarinetto nell’Orchestra del Festival di Lucerna e nell’Orchestra Mozart con la quale, sempre sotto la direzione del M° Abbado, registrato per Deutsche Grammophon il Concerto K622 al clarinetto di bassetto, lavoro che ha vinto il 49° Record Academy Awards 2013.
Il suo impegno sociale lo vede presente a sostenere progetti che possano contribuire al miglioramento della società attraverso l’educazione musicale, ha infatti assistito Claudio Abbado nel progetto sociale dell’Orchestra Simon Bolivar e delle orchestre infantili del Venezuela.
Grande successo ha ottenuto il cd per Decca “the Art of the Clarinet”, mentre il canale satellitare SKY-CLASSICA gli ha dedicato un ritratto per la serie «I Notevoli».
E’ professore di clarinetto all’Accademia Chigiana di Siena.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...