Domenica 19 febbraio nuovo appuntamento al Teatro Bellini con l’Orchestra Giovanile Napolinova

manifesto-domenica-in-concertoDomenica 19 febbraio, alle ore 11.30, al Teatro Bellini (v. Conte di Ruvo, 24 – Napoli), per la Stagione sinfonica 2016/17, l’Orchestra Giovanile Napolinova propone un programma di grande musica con opere di Ciaikovskij, Wagner e Richard Strauss.
Al fianco dell’orchestra, diretta da Luca Bagagli, il violoncellista Giovanni Gnocchi, artista di fama internazionale, docente al Mozarteum di Salisburgo.

Biglietti
Intero: 15 euro
Ridotto (minori di 29 anni e maggiori di 65 anni): 8 euro

Per Info:
081.5499688
botteghino@teatrobellini.it

________________________________________________________

Domenica 19 febbraio, ore 11,30 – Teatro Bellini (v. Conte di Ruvo, 24 – Napoli)

Orchestra Giovanile Napolinova
Giovanni Gnocchi, violoncello solista
Luca Bagagli, direttore

Programma

R. Strauss: Romanza per violoncello ed orchestra

P. I. Ciaikovskij: Variazioni su un tema rococo per violoncello ed orchestra, op. 33

R. Wagner: Idillio di Sigfrido

Giovanni Gnocchi
Laureato ai Concorsi violoncellistici internazionali Primavera di Praga, Antonio Janigro di Zagabria, laureato in duo al Parkhouse Award di Londra e vincitore in trio del 1° Premio al Concorso “F. J. Haydn” di Vienna, Giovanni Gnocchi ha debuttato come solista assieme a Yo-Yo Ma, che di lui ha detto: “ho avuto l’onore di suonare con un giovane meravigliosamente pieno di talento, che darà un grande contributo alla musica ovunque egli vada”.
In seguito ha suonato come solista sotto la direzione di Gustavo Dudamel, Christopher Hogwood, Carlo Rizzi, Pavel Despalj, Daniele Giorgi, Stefano Pagliani, all’Hong Kong Arts Festival, Mozarteum Salzburg, Wiener Konzerthaus, Essen Philharmonie, Rosengarten di Manheim, Kurhaus di Wiesbaden, Lisinki Hall di Zagabria, ecc.
Giovanni si è imposto sulla scena internazionale anche vincendo nel 2002 il posto di Primo Violoncello solista alla Camerata Salzburg, con cui ha suonato per 8 anni consecutivi, anche come solista e camerista, nelle maggiori stagioni internazionali, dal Musikverein di Vienna al Lincoln Center di New York, al Tanglewood Music Festival, Kennedy Center di Washington, Concertgebouw di Amsterdam, Parco della Musica di Roma, Symphony Hall di Birmingham, Menhuin Festival Gstaad, SemperOper Dresden, e lavorando in stretta collaborazione con musicisti quali Leonidas Kavakos, Murray Perahia, Gil Shaham, Franz Welser-Moest, Sir Roger Norrington.
Durante la stagione 2011-2012 ha ricoperto il ruolo di Guest Principal Cellist alla Royal Philharmonic Orchestra di Londra suonando sotto la direzione di Daniele Gatti, dopo aver già collaborato come primo violoncello ospite nella Philharmonia Orchestra di Londra, Orchestra Mozart con Claudio Abbado, Münchner Philharmoniker, Mahler Chamber Orchestra con Daniel Harding, Sydney Symphony con Vladimir Ashkenazy, Bamberger Symphoniker con Jonathan Nott, Co-Principal Cellist nella London Symphony con Valery Gergiev.
Dal 2008 è membro stabile della Lucerne Festival Orchestra di Claudio Abbado, con cui si è esibito anche in formazioni cameristiche con i Solisti della Lucerne Festival Orchestra alla KKL di Lucerna e in rappresentanza dello stesso Lucerne Festival nella nuova sala Ark-Nova a Matsushita in Giappone.
Fondatore del Quartetto di Cremona nel 2000 e del David Trio nel 2003, con essi ha vinto premi in concorsi cameristici internazionali in Europa e USA.
Premiato dal Borletti-Buitoni Trust di Londra (presieduto da Mitzuko Uchida), laureato ai concorsi “Vittorio Gui” e “Premio Trio di Trieste” e vincitore in duo con Mariangela Vacatello dell’Audience Prize della Wigmore Hall, si è esibito presso i più importanti festivals europei anche con i membri del Quartetto Hagen, Leonidas Kavakos, Andrea Lucchesini, Marco Rizzi, Aleksander Madzar, Mahler Chamber Soloists, Diemut Poppen, Barbara Bonney, Christine Schaefer, Thomas Riebl, Howard Shelly, e ha suonato in duo con Alexander Lonquich per le Serate Musicali di Milano e l’Unione Musicale di Torino.
Dal 2009 suona in duo con la pianista Chiara Opalio, con cui si è esibito per alcune tra le migliori stagioni italiane.
Gli appuntamenti recenti lo hanno visto protagonista di un tour coi sestetti di Brahms con L. Kavakos, col Triplo di Beethoven assieme a Piernarciso Masi e Paolo Chiavacci, diretti da Daniele Giorgi, le Variazioni Rococò con i Musici di Parma, il debutto con un concerto solistico presso il Festival “Alfredo Piatti” di Bergamo, concerti in duo e trio con Alexander Lonquich e Ilya Gringolts, altri concerti da camera con Pierre Amoyal, Wolfram Christ, Lukas Hagen, JensPeter Maintz, Jennifer Stumm, Esther Hoppe, Cristian Budu, Joseph Conyers, Alessio Bax, il Concerto di Dvorak sotto la direzione di Stefano Pagliani, esibizioni solistiche con Mario Brunello.
Nel 2012, a seguito di un concorso internazionale, Giovanni Gnocchi è stato scelto come il nuovo Univ. Prof. di Violoncello della Univeristät Mozarteum di Salisburgo.
Giovanni Gnocchi ha studiato con Rocco Filippini e Mario Brunello, e si è diplomato al Conservatorio di Rovigo con lode sotto la guida di Luca Simoncini.
Ha completato i propri studi frequentando a lungo le lezioni di Enrico Bronzi e per 2 anni con Clemens Hagen, frequentando nel contempo le Masterclass di H. Schiff, S. Isserlis, A. Meneses, D. Geringas, N. Gutman, G. Hoffman, F. Helmerson, P. Muller, F. Rados, F. Rossi, P. Farulli, A. Nannoni, Trio di Trieste, M. Jones, H. Beyerle, G. Takacs-Nagy, il Trio Altenberg Wien.
Suona un violoncello Balestrieri della Maggini Stiftung e un arco di Giovanni Lucchi.

Luca Bagagli
Nasce a Napoli il 7/10/81, inizia gli studi di violino presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli diplomandosi privatamente sotto la guida del Maestro Massimo Marin.
Si perfeziona successivamente con il Maestro Aldo Matassa, il Maestro Roberto Ranfaldi e il Maestro Pavel Vernikov.
Come violinista collabora ed ha collaborato con i principali enti lirici e sinfonici in Italia.
Suona stabilmente in duo con l’arpista Augusta Giraldi.
Nel 2014 inizia a studiare direzione d’orchestra a Madrid presso l’Accademia Katarina Gurska conseguendo il master post-graduate  per l’anno 2014-2015 con il Maestro George Pehlivanian.
In agosto 2015 partecipa alla Master del Maestro Andras Deak in Budapest ottenendo il secondo premio alla competizione associata, premio che lo porta a dirigere la Duna Synphony Orchestra.
In gennaio 2016 ottiene il quarto posto con menzione speciale dell’orchestra(London Classic Soloist) alla competizione International Conducting di Londra con il Maestro Achim Holub.
In aprile 2016 partecipa al TIMM (masterclass del Maestro Pehlivanian) in Le Touquet (Francia) conseguendo nuovamente la menzione speciale dell’orchestra.
In giugno 2016 ha debuttato alla Filarmonica Romana dirigendo l’Histoire Du Soldat di Stravinsky, produzione Teatro La Pergola.
Ha diretto la Duna Synphony Orchestra, i London Classic Solist, l’Orchestra del Nord della Francia,l’ensemble Roma Sinfonietta, l’orchestra giovanile NapoliNova di Napoli.
________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...