I “Pomeriggi in Concerto” di Napolinova evidenziano l’assoluto talento della clarinettista quindicenne Iolanda Lucci

Foto Max Cerrito

Foto Max Cerrito

Il recente appuntamento dei “Pomeriggi in Concerto alla Sala Chopin”, rassegna organizzata dall’Associazione Napolinova e affidata alla direzione artistica del maestro Alfredo de Pascale, ha portato alla ribalta Iolanda Lucci, clarinettista quindicenne residente a Bacoli (Na).
Accompagnata al pianoforte da Raffaele Nardella, la musicista ha aperto il suo recital con una versione cameristica del Concerto in la maggiore per clarinetto ed orchestra K. 622, fra le ultime pagine di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791).
Il brano venne composto per Anton Stadler, virtuoso dello strumento e amico massone, che lo propose nel corso di un concerto di beneficenza a Praga nel 1791, riscuotendo un discreto successo.
E’ quasi sicuro che il concerto fosse stato concepito per corno di bassetto, strumento che Stadler amava spesso suonare, caratterizzato da un’estensione più ampia del clarinetto nei toni gravi, ma il manoscritto autografo si è perso e la parte solistica giunta ai nostri giorni, sicuramente non originale e di autore anonimo, fu pensata tenendo conto della larga diffusione del clarinetto a scapito del suo stretto parente.
Dopo un brevissimo intervallo toccava alla Sonata in mi bemolle maggiore op. 120 n. 2 per clarinetto e pianoforte di Johannes Brahms (1833-1897), pezzo che appartiene ad un inaspettato supplemento della stagione creativa dell’autore.
Nel 1890, infatti, il musicista tedesco era ormai convinto di essere giunto alla fine della sua carriera compositiva ma, all’inizio dell’anno seguente, si recò a Meiningen per contattare Fritz Steinbach, da poco divenuto direttore della locale orchestra al posto di Richard Strauss.
La compagine aveva in organico Richard Mühlfeld, violinista che, di punto in bianco, aveva lasciato il gruppo degli archi per passare nei fiati come clarinettista.
Il suo suono e la sua bravura colpirono Brahms, che decise di scrivere per lui alcuni lavori, fra i quali due sonate, catalogate come op. 120, rispettivamente in fa minore e in mi bemolle maggiore, completate entrambe nel 1894, durante il soggiorno estivo a Bad Ischl.
Il concerto si chiudeva con Invito alla Danza, op. 65 di Carl Maria von Weber (1786-1826), definito dall’autore “rondo brillante per pianoforte”, creato nel 1819 e reso celebre grazie alla versione orchestrale curata da Berlioz nel 1841.
Per quanto riguarda la protagonista, Iolanda Lucci, nonostante la giovanissima età, ha mostrato una sicurezza veramente invidiabile, abbinata ad un grande virtuosismo, un suono nitido e privo di sbavature, notevole versatilità ed una impressionante sensibilità, soprattutto nella sonata brahmsiana, colta nelle sue intense sfumature, dove si possono leggere i rimpianti e le malinconie di un’esistenza vicina alla conclusione.
Molto bravo anche il pianista Raffaele Nardella, apparso un ottimo e affiatato accompagnatore, nell’ambito di un duo che ha conquistato il numeroso e, come sempre, oltremodo irrequieto pubblico della sala Chopin, omaggiato con un bis incalzante tratto dalla tradizione klezmer.
In conclusione, ancora una volta i “Pomeriggi in Concerto” hanno proposto, come accade da tantissimo tempo a questa parte, un talento del quale certamente sentiremo parlare nei prossimi anni.
________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...