Il Duo di Siracusa alla chiesa di Sant’Apollonia di Salerno

duo-di-siracusa-2Sabato 17 dicembre il Duo di Siracusa, formato dai chitarristi Roberto Salerno e Marcello Cappellani, ha tenuto un pregevole concerto nella chiesa di Sant’Apollonia in via San Benedetto a Salerno.
La sede è stata concessa all’Associazione Culturale Cypraea dall’Amministrazione comunale, grazie alla sensibilità del Dottor Ermanno Guerra, presidente della commissione cultura, da sempre riferimento prezioso per tutte le Associazioni che operano sul territorio.
La location è stata sconsacrata verso la metà del Novecento e dopo gli anni ottanta è dedicata all’attività culturale cittadina.
Le sue origini risalgono al XVII secolo e pur presentando resti di dipinti di epoca barocca è caratterizzata da una tipologia architettonica tipica del periodo controriformistico.
Il duo chitarristico siracusano si è costituito nel 2007 e ha all’attivo centinaia di concerti in Italia, Spagna, Germania, Romania e Messico.
Ha ottenuto ovunque lusinghieri successi e prestigiose onorificenze.
Nel 2013 ha inciso il primo cd “Variazioni e Danze”.
Il programma ha avuto inizio con il Concerto in re maggiore di Vivaldi, originario per liuto.
La prima sensazione che ha avuto l’ascoltatore è stata quella di una produzione orchestrale, non dell’esiguo numero di corde delle due chitarre, ma di una ricca compagine che nell’esecuzione, frutto di una profonda intesa, procedesse secondo i dettami stilistici del compositore.
Il concerto proseguiva poi con un altro compositore italiano, Boccherini, Introduzione e Fandango.
Subito è stata messa in evidenza la diversità stilistica dal precedente autore trasportandoci in atmosfere prime delicate poi briose e danzanti.
E’ stata poi la volta della Spagna: Granados (Danza spagnola n.2 – Oriental) e de Falla (Danza spagnola da “La vida breve”).
Le chitarre hanno navigato nell’humus più appropriato con varietà timbriche ed espressive davvero egregie.
Di Albéniz sono state eseguite Bajo de la palmera e Castilla (Seguidillas) nel progressivo entusiasmo del pubblico, che ha molto apprezzato anche il successivo brano di Gnattali, Valzer e Corta Jaca dalla Suite Retratos.
Gli strumentisti, forti dell’esperienza di tanti anni in duo e dell’insostituibile background in sala d’incisione, hanno dimostrato una consapevolezza della decodificazione del linguaggio sonoro per un appropriarsi della comunicazione del messaggio che va ben oltre il segno.
La serata si è conclusa con la notissima Ouverture dal “Barbiere di Siviglia”, graditissima a tutti.
Grandi ovazioni per Roberto Salerno e Marcello Cappellani, dal pubblico in cui erano presenti diversi presidenti di altre associazioni.
Il saluto finale è stato siglato con la promessa di un loro ritorno nella nostra città per un concerto nel 2017, che è ormai alle porte.

(Comunicato a cura della prof.ssa Giuseppina Gallozzi)
________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...