Lunedì 7 novembre il pianista Massimo Giuseppe Bianchi inaugura la nuova stagione dei “Concerti delle 18” al Teatro Verdi di Pordenone con “Around Bach”

Foto Monica Silva

Foto Monica Silva

Massimo Giuseppe Bianchi sarà protagonista con Bach nel Teatro comunale di Pordenone e inaugurerà la nuova stagione dei “Concerti delle 18”.
Lunedì 7 novembre, alle 18, nel Ridotto del Verdi, il pianista suonerà e presenterà Around Bach: il suo primo CD per l’etichetta Decca.
L’album è un omaggio alla bellezza senza tempo e alla potenza ispiratrice della musica di Johann Sebastian Bach e delinea un itinerario inedito attraverso alcune opere che il compositore ha ispirato ad autori dell’Otto e Novecento.
Bianchi interpreterà musiche di Bach e Franck, ma anche le Ballate op. 10 di Brahms, autore a cui il Teatro dedica un ciclo monografico nella stagione in corso.

L’incontro sarà moderato da Valentina Silvestrin, giornalista delle pagine culturali del Gazzettino.

Ingresso libero

Info:
http://www.comunalegiuseppeverdi.it/la-stagione/music-corner/massimo-giuseppe-bianchi-tra-misticismo-e-nostalgia

Around Bach
Around Bach è un viaggio musicale che prende il via con la Toccata e Fuga in re minore BWV 565 per organo, genialmente trascritta per il pianoforte da Ferruccio Busoni, e si conclude con il Capriccio sopra la lontananza del fratello dilettissimo BWV 992.
Nel mezzo, due cicli antitetici di Variazioni: le op. 81 di Max Reger e quelle sul Corale Weinen, Klagen, Sorgen, Zagen di Franz Liszt, virtuosistiche sino al parossismo le prime, sorprendentemente delicate e rarefatte le seconde.
Più distante dalla lettera bachiana, il Prélude, Choral et Fugue di César Franck, di cui Bianchi sottolinea la fitta quanto illusionistica trama di rimandi e accostamenti stilistici.

“Oggi l’universo bachiano riverbera ancora intatta la propria luce ed è una luce che non cede alle tenebre neppure al tramonto”, è il commento del pianista.
“Il suo verbo, tenero come un monito materno, altero come bellezza d’altre regioni, non cessa di interrogarci, di rigenerarci e rigenerarsi in un ciclo incessante”.

Solista raffinato e dallo spiccato virtuosismo, Massimo Giuseppe Bianchi vanta importanti collaborazioni – a cominciare da Bruno Canino, Antonio Ballista, Aron-Quartett e Orchestra da Camera di Mantova – ed è ben noto anche sulla scena jazz, in particolare per l’intenso sodalizio con Enrico Pieranunzi.
Colto e brillante divulgatore di temi di filosofia musicale, ha inoltre curato l’edizione critica di opere di Respighi, Carpi e Castelnuovo-Tedesco.
Il cd è stato registrato nel dicembre 2015 a Villa San Fermo, Lonigo (Vicenza) su un pianoforte Borgato Concert Grand L282.
Con il patrocinio del Comune di Varallo (VC) e il contributo della Fondazione PBN.
________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...