Mercoledì 28 settembre il secondo appuntamento con la rassegna Erasmus on Stage propone nella chiesa di Sant’Apollonia “Souvenirs d’Europa”

manifesto-erasmus-on-stageSeconda serata, mercoledì 28 settembre, per la V edizione di Erasmus on Stage, rassegna musicale diretta da Margherita Coraggio e ideata da Anna Bellagamba, promossa dal Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno, in collaborazione con la Bottega San Lazzaro di Chiara Natella.
Alle ore 20, le antiche pietre di Sant’Apollonia vibreranno grazie a tre splendide voci e ai legni che proporranno “Souvenirs d’Europa”.
Il concerto sarà inaugurato dal clarinettista Michele Adelizzi di ritorno dal Belgio che in duo con la pianista Azzurra Romano, eseguirà le Drei Romanzen op. 94 composte da Robert Schumann, originariamente per oboe nel 1894.
La prima romanza in la (Nicht Schnell) oscillante tra modo minore e modo maggiore, presenta un fluido tema in crome, entro il quale compare la quinta discendente del tema di Clara.
La seconda pagina, sempre in la (Einfach, innig), offre un arabesco melodico ripreso tre volte, con un’armonizzazione sempre diversa, sulla base di un accompagnamento pianistico, scandito dalle quartine di crome.
L’ultima romanza (Nicht schnell), più ampia, riporta il trittico alla semplicità iniziale, con un tema ascendente il cui incipit è derivato dalle ultime battute pianistiche del brano precedente.
In scena, quindi, le voci più interessanti del conservatorio di Salerno, a cominciare dal soprano Colette Manciero dal Mozart del “Così fan tutte” “Una donna a quindici anni”, con Despina portavoce della filosofia da boudoir di Don Alfonso, che cederà la scena al soprano Orsola Leone che omaggerà il Gioacchino Rossini de’ “La Cenerentola”, con l’aria del sorbetto affidata a Clorinda “Sventurata mi credea”, che di solito viene espunta.
Ribalta quindi, per la calda voce del mezzosoprano Luana Grieco, la quale sarà la Charlotte del Werther di Jules Massenet.
“Va! Laisse couler mes larmes”, la grande emozione di Charlotte si svela su di una sorta di anticlimax del sax alto che avrà il suono del M° Antonio Florio.
Il passaggio dalla luce al buio, dal giorno alla notte, dalla vita alla morte è il tema trattato dal poeta Ludwig Rellstab in Auf dem Strom e trasformato da Franz Schubert nello stupendo lied che conclude la prima parte della serata, affidato alla voce di Colette Manciero, al corno, in partenza per Hannover, di Stefano Cardiello e al pianoforte di Azzurra Romano.
Aria di raro ascolto è certamente “Bondì, Venezia Cara” da “Il Campiello”, testamento musicale di Wolf-Ferrari, che ascolteremo dalla voce di Orsola Leone, mentre il bel canto italiano sarà omaggiato dal finale de “La Sonnambula” di Vincenzo Bellini con l’aria di Amina e la virtuosistica cabaletta “Ah! Non credea mirarti….”, che saluterà i virtuosismi canori di Colette Manciero.
Dall’ Italia alla Francia con l’Offenbach di Les Contes d’Hoffmann di “Elle a fui, la tourterelle!”, la prima aria di Antonia, con Orsola Leone e la celeberrima “Barcarolle”, che sarà eseguita da Colette Manciero e Luana Grieco, ove il soave e il patetico sono costantemente pedinati da ironia e senso del grottesco, a chiudere il concerto dopo il cavallo di battaglia di Luana Grieco, quell’Habanera con cui si avanza algida e sensualissima, fiera e autodistruttiva, Carmen.

La terza serata, giovedì 29 settembre, sarà dedicata alle “Impressioni romantiche” che offrirà il pianoforte di Valeria Iacovino.
Il Fryderyk Chopin del primo Notturno op.55, una vera e propria marcia funebre e della Fantasia in Fa minore op.49, un poema ove si alternano immagini epiche ad evocazioni di delicato lirismo, il Franz Liszt del secondo Grandes étude de Paganini, un funambolico capriccio, in confronto con la Sonata in La minore op.143 D.784 di Franz Schubert, un momento di ricerca drammaturgica, un cartone di studio per situazioni teatrali e il Ravel di Alborada del gracioso, la serenata di un buffone, che fa il verso alla serenata spagnola, risoneranno sul palcoscenico di Sant’Apollonia.

Ingresso libero

Info:
Conservatorio “G. Martucci”
www.consalerno.it
089 237713
chiara15n@gmail.com
089 231330
328 9079642

Olga Chieffi resp.le musicale Studio Apollonia
Cell.: 347 8814172

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...