Convivio Armonico di Area Arte si chiude con “Re-Inventing Bach” dell’ottimo duo flautistico Bruck-Matteoli

Duo Bruck-MatteoliI brani di Johann Sebastian Bach, caso più unico che raro nella storia della musica, possiedono la caratteristica di poter essere eseguiti, senza perdere smalto ed intensità, anche con strumenti molto diversi da quelli per i quali furono originariamente pensati.
Un esempio di questo filone piuttosto ampio, è stato al centro di “Re-Inventing Bach”, concerto conclusivo della rassegna Convivio Armonico di Area Arte, svoltosi al Museum Shop di Napoli, che ha ospitato due flautisti prestigiosi quali Drora Bruck, docente alla Jerusalem Academy of Music and Dance e direttrice del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Tel Aviv, e Giorgio Matteoli, musicista specializzato nell’esecuzione della musica antica, musicologo e docente del Conservatorio “Alfredo Casella” de L’Aquila.
Il programma proponeva arrangiamenti e trascrizioni per due flauti dolci (utilizzando una vasta gamma di taglie, dal sopranino al basso), di alcuni brani, tratti dalla produzione per tastiera del sommo compositore, in parte già presenti in letteratura, in parte concepiti dai due interpreti.
L’apertura era rivolta ad una delle Sei Suite, scritte da Bach a Köthen (catalogate come BWV 812-817) e denominate “francesi” dal critico Friedrich Wilhelm Marpurg, qualche anno dopo la morte del musicista.
L’appellativo conobbe la sua consacrazione ufficiale nella prima biografia bachiana, curata da Johann Nicolaus Forkel, il quale scrisse che venivano così chiamate “per la loro affinità con lo stile francese” (ma in realtà sono molto più vicine allo stile italiano).
Le due successive Invenzioni, n. 1 in do maggiore BWV 772 e n. 10 in sol maggiore BWV 781, facevano parte di una raccolta di 15 pezzi a due parti, composti inizialmente come esercizi per il figlio Wilhelm Friedemann nel 1720 e, in anni successivi, modificati ed ampliati con l’aggiunta di 15 sinfonie a tre parti, il tutto creato da Bach per il perfezionamento dei suoi allievi.
Si passava, quindi, alla Fuga a due voci, dal Preludio e fuga in mi minore BWV 855, tratta dalla prima parte del “Clavicembalo ben temperato”, costituito complessivamente da due libri, risalenti rispettivamente al 1722 ed al 1742, ognuno dei quali contiene 24 preludi e fughe.
Altre tre Invenzioni (la n. 4 in re minore BWV 775, la n. 13 in la minore BWV 784 e la n. 8 in fa maggiore BWV 779) hanno preceduto il gran finale, consistente nel cosiddetto “Concerto italiano” BWV 971, diviso in tre movimenti e appartenente al Secondo libro di esercizi per clavicembalo (Clavier-Übung II), pubblicato nel 1735.
Per quanto riguarda i due protagonisti della serata, Drora Bruck e Giorgio Matteoli, vanno innanzitutto lodati per aver proposto brani di Bach, talora noti, affidandoli ad un organico particolare e pressoché inedito.
I due hanno inoltre evidenziato grande bravura, presi singolarmente, e un ottimo affiatamento, creando un’atmosfera unica.
Vanno ancora sottolineati gli interventi della Bruck, relativi sia ai pezzi eseguiti, sia a curiosità legate agli strumenti, ricchi di humour ed espressi in un italiano, che si perfezionava progressivamente quasi in tempo reale, grazie all’apporto ed ai suggerimenti di Matteoli.
In definitiva “Re-Inventing Bach” si prospetta come un progetto molto interessante e, essendo di recente nascita, risulta molto significativo che una delle prime tappe abbia toccato Napoli, chiudendo in grande stile una rassegna come Convivio Armonico di Area Arte, giunta alla quindicesima edizione e anche quest’anno ricca di proposte legate alla musica barocca.
_______________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...