Tunder: Integrale della musica per organo

Tunder-integrale della musica per organoLa storia della musica è piena di compositori famosi e acclamati in vita, caduti nell’oblio più totale una volta scomparsi.
Un triste destino che ha colpito anche Franz Tunder (1614-1667), nato a Lubecca e fra i maggiori rappresentanti della scuola organistica seicentesca della Germania del Nord.
Pur se la sua biografia presenta numerose lacune, è ormai certo che iniziò i suoi studi nella città natale con Peter Hasse, e portò avanti una carriera di grande prestigio presso la corte del duca Federico III a Gottorf, per poi tornare a Lubecca nel 1641, dove ricoprì diversi incarichi presso la Marienkirche, la chiesa più importante della città.
Il nome di Tunder è inoltre legato all’ Abendmusiken, rassegna a ingresso libero, inizialmente dedicata alla musica per organo, che si svolgeva nella Marienkirche, nata per intrattenere i facoltosi borghesi che lì attendevano l’apertura pomeridiana della borsa.
La tradizione, grazie a ricche sovvenzioni, ben presto si radicò e acquisì particolare importanza nel periodo dell’Avvento, permettendo di ingaggiare anche violinisti e formazioni corali, così da ampliare di molto l’offerta.
Riguardo alla produzione di Tunder, buona parte è andata perduta durante la seconda guerra mondiale, in quanto la Marienkirche, che custodiva la maggioranza dei suoi spartiti, venne seriamente danneggiata nel 1942 da un bombardamento degli alleati.
Il poco materiale giunto fino a noi è suddiviso tra le biblioteche di Lüneburg (Germania), Peplin (Polonia) e Uppsala (Svezia), e comprende 17 cantate ed alcuni brani organistici.
Questi ultimi, costituiti da quattro preludi, una canzona, e nove corali, sono al centro di un doppio cd recentemente pubblicato dalla Brilliant Classics (distribuita in Italia dalla Ducale Music).
L’esecuzione è affidata ad Emanuele Cardi, organista di fama internazionale, che ha interpretato tutti i brani al “Ghilardi” del 1996, collocato nella chiesa di S. Maria della Speranza di Battipaglia, dove il maestro ricopre da tempo il ruolo di organista titolare.
L’artista dimostra, lungo l’intera registrazione, grande padronanza del repertorio suonato e pone in evidenza l’importanza della figura di Tunder, il cui stile personale, sviluppato a partire dalla lezione del barocco italiano, influenzò i musicisti delle generazioni successive, da Buxtehude (sposo della figlia e suo successore a Lubecca), fino al sommo Bach, apice inarrivabile della scuola organistica tedesca.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni Cd e Sacd e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...