Maria Teresa Roncone apre la XVII edizione del ciclo “Organi Storici della Campania” con un programma vasto e molto interessante

Foto Fulvio Calzolaio

Foto Fulvio Calzolaio

Si è svolto, nella chiesa dell’Immacolata al Vomero, il primo concerto del ciclo “Organi Storici della Campania”, organizzato dall’Associazione Alessandro Scarlatti e affidato alla direzione artistica del maestro Angelo Castaldo.
Ospite della serata di apertura Maria Teresa Roncone, che ha iniziato il recital con il Grand Choeur di Alexis Chauvet (1837-1871), grande promessa della musica francese, stroncato giovanissimo dalla tisi.
Il successivo Boléro de concert in sol minore, op. 166 metteva in evidenza il parigino Louis James Alfred Lefébure-Wély (1817-1869), autore di varie raccolte di brani quali L’Organiste Moderne e amico di Cavaillé-Coll, che lo chiamava frequentemente per inaugurare i suoi monumentali strumenti.
Si passava quindi a Israel’s Song of Victory op. 101 n. 5 del tedesco Sigfrid Karg-Elert (1877-1933), docente al conservatorio di Lipsia, che raggiunse una discreta fama nel secolo scorso soprattutto grazie alla sua produzione organistica, anche se oggi è abbastanza in ombra.
Completamente sconosciuto, anche se ebbe una carriera molto prestigiosa, Pierre Kunc (1865-1941) nacque a Tolosa in una famiglia dalle notevoli tradizioni musicali.
Il Prélude grave à la manière de Händel ci forniva un piccolo saggio dell’abilità di un compositore che si trasferì a Parigi, studiando prima alla Scuola Niedermeyer e poi al Conservatorio, dove fu allievo di Gigout.
Non poteva mancare un omaggio al sommo Johann Sebastian Bach (1685-1750) consistente nella Fantasia BWV 651 “Komm, Heiliger Geist” (Vieni, Santo Spirito), primo dei Diciotto preludi corali di Lipsia, raccolta comprendente brani composti nella maturità, partendo da materiale scritto in anni precedenti a Weimar, quando il musicista ricopriva il ruolo di organista di corte.
A seguire un interessante saggio di musica inglese, il Vesper Voluntaries op. 14 di Edward Elgar (1857-1934), contributo ad un genere (il voluntary), diffusosi esclusivamente nei paesi britannici, le cui radici vanno ricercate nel XV secolo.
Con la trascrizione del Preludio e Allegro nello stile di Pugnani, ad opera della Troncone, siamo entrati in un Novecento abbastanza particolare, quello del compositore e violinista Fritz Kreisler, che concepì, questo, come altri suoi pezzi, attribuendolo inizialmente ad un compositore famoso del passato e beffando così intere schiere di musicologi prima di far venire a galla la verità.
Parte conclusiva rivolta ai tre brevissimi Lyric Pieces nn. 3, 4 e 8 di Claudio De Siena (1968), dallo stile moderno ma moderato, che hanno preceduto la solenne chiusura, dedicata a due compositori statunitensi, Harry Rowe Shelley (1858-1947) e Paul Manz (1919-2009), autori rispettivamente di una trascrizione della Marcia trionfale dell’Aida di Giuseppe Verdi e dell’inno God of Grace.
Per quanto riguarda l’interprete, Maria Teresa Roncone ha evidenziato grande sicurezza e bravura esecutiva, puntando su un programma piacevole, volto ad esaltare le sonorità possenti dell’organo Mascioni op. 1072 (strumento collocato nel 1984, a trasmissione meccanica per le tastiere ed elettrica per i registri).
In conclusione un ottimo concerto inaugurale, salutato da buona presenza di pubblico, che ha proposto pregevoli brani di raro ascolto, scritti da compositori per la maggior parte poco noti o addirittura sconosciuti.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...