Venerdì 10 giugno i “Vespri d’organo” ospitano il duo Rinaldi-Picciafoco nella chiesa dell’Immacolata al Vomero

Vespri d'organo - Giornata Mondiale lotta AIDSVenerdì 10 giugno, alle ore 19.30, nella chiesa dell’Immacolata al Vomero (piazza Immacolata), nono appuntamento con la X edizione della rassegna “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli – Vespri d’organo”, organizzata dall’Associazione Trabaci, il cui direttore artistico e presidente è il maestro Mauro Castaldo, gemellata con l’Internationales Stuttgarter Orgelfestival (Germania)
Protagonista del concerto il duo formato da Domenico Rinaldi (oboe) e Giovanni Picciafoco (organo), che proporrà un programma legato al repertorio barocco.
In apertura ascolteremo tre sonate di Domenico Scarlatti, la K 87 in si minore, la K 77 in re minore (nella trascrizione per oboe ed organo) e la K 41 in re minore, tratte dalle 555 che comprendono l’intero corpus della produzione del compositore, nato a Napoli nel 1685 e morto a Madrid nel 1757.
Sarà poi la volta di Georg Philipp Telemann (1681-1767), autore tedesco ai suoi tempi molto prestigioso, che attualmente non è conosciuto quanto meriterebbe, con le Fantasie per oboe solo n. 2 in la minore e n. 3 in si minore (dall’originale raccolta di Dodici fantasie per flauto TWV 40:2–13, pubblicate nel 1732-33 ad Amburgo).
Fra esse troveranno posto due pagine bachiane, la trascrizione per oboe ed organo curata dal maestro Picciafoco, del larghetto dal Concerto per oboe ed archi BWV 1055 e il Preludio e fuga in fa minore BWV 534, che risalirebbe al secondo e più lungo periodo di permanenza a Weimar (1708-1717) del grande compositore.
Il pezzo fu però pubblicato per la prima volta soltanto nel 1867, facendo sorgere in alcuni musicologi forti dubbi sulla sua effettiva paternità.
L’interessante concerto si chiuderà nel segno di Georg Friedrich Händel (1685-1759) con la trascrizione per organo dei primi due movimenti (Preludio e Fuga) della Suite per clavicembalo n. 8 in fa minore HWV 433, curata dal francese Alexandre Guilmant (1837-1911) e la trascrizione per oboe ed organo del Concerto per oboe ed archi n. 3 in sol minore HWV 287.

L’ingresso è libero

Per ulteriori informazioni
Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci
Via Duca di San Donato, 28 – Napoli
Tel.: 081.5634518
Cell.: 339.5389103
e.mail: associazionetrabaci@alice.it
sito web: www.trabaci.com

_________________________________________________________

Programma

D. Scarlatti (1685 – 1757)
Sonata K 87 in si minore
Sonata K 77 in re minore (oboe e organo)
Sonata K 41 in re minore

G. P. Telemann (1681-1767): Fantasia n. 2 per oboe solo

J. S. Bach (1685 – 1750):
Larghetto dal concerto per oboe ed archi BWV 1055 (Trascrizione per oboe ed organo di G. Picciafoco)
Preludio e fuga in fa minore BWV 534

G. P. Telemann: Fantasia n. 3 per oboe solo

G. F. Haendel (1685 – 1759) – A. Guilmant (1837 – 1911): Preludio e Fuga in fa minore dalla Suite VIII HWV 433

G. F. Haendel: Concerto per oboe ed archi n. 3 in sol minore HWV 287

Domenico Rinaldi
Inizia i suoi studi sotto la guida del M° M. Marino al Conservatorio di musica “D. Cimarosa” di Avellino diplomandosi con il massimo dei voti e successivamente laureandosi con la lode, per poi perfezionarsi in Italia ed all’estero sia per l’oboe moderno che barocco.
Segue presso il Conservatorio Statale di Musica “D. Cimarosa” di Avellino i Corsi Triennali specialistici autorizzati dal Ministero dell’Università (Oboe; Musica Barocca e Contemporanea), associando alle attività didattiche e allo studio della semiografia, un’intensa attività musicale collaborando come solista con l’orchestra “Praeludium Ensemble” di Latina, “Orchestra del Conservatorio D. Cimarosa” di Avellino, “Orchestra del Conservatorio S. Pietro a Majella” di Napoli, con la “Nuova Orchestra Scarlatti”.
Ha ricoperto, e ricopre tuttora, ruoli come oboe e corno inglese con diverse formazioni, come l’orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra “Sinfonietta del Teatro San Carlo” di Napoli, Sinfonica della Provincia di Avellino, la “Nuova Orchestra Scarlatti”, “Professori della Scarlatti”, “Filarmonica Salernitana” del Teatro Verdi, “Philarmonia Mediterranea di Cosenza”, “Orchestra Regionale del Molise”, “Orchestra del Conservatorio D. Cimarosa” di Avellino, ”Solisti Aquilani”, “Solisti di Napoli”, “Festival Simphony Orchestra” di Plovdiv in Bulgaria.
Dedito alle attività discografiche collaborando con artisti come R. De Simone, L. Cannavacciuolo, e con il gruppo Rai Trade ed anche a collaborazioni per colonne sonore, tra le quali quella del film “Allacciate le cinture”, “Magnifica presenza” e “Mine Vaganti” di F. Ozpetek e “Le conseguenze dell’Amore” di P. Sorrentino unico film italiano in concorso al Festival di Cannes 2004.
Affianca alle attività musicali quelle didattiche nelle scuole secondarie come docente di strumento musicale presso il Liceo “Garofano” e l’Ics “Pier delle Vigne” di Capua.

Giovanni Picciafoco
E’ nato a Napoli nel 1958. Si è diplomato in pianoforte con il M° E. Galdieri.
Ha seguito lo studio dell’Organo con i Maestri E. Marchetti, G. D’Onofrio e G. Postiglione.
In qualità di organista, ha prestato il suo servizio, presso importanti basiliche napoletane e santuari campani.
Ha al suo attivo numerosi concerti sia come solista all’organo che in formazioni strumentali di vario tipo e con orchestre da camera.
Ha collaborato alla riscoperta di alcuni compositori napoletani come A. Speranza e V. De Meglio eseguendo a Napoli, in prima assoluta, alcune loro composizioni.
Ha partecipato alle varie edizione della “GIOIA”, “Giornata Organistica Italiana” indetta dall’Associazione Italiana Organisti di Chiesa.
Dal 2010 membro dell’Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci di Napoli è tra gli esecutori della rassegna “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli” creata dal M° Mauro Castaldo.
Componente della commissione liturgica per la diocesi di Nola, svolge la sua attività musicale come organista titolare presso il Duomo di Nola e presso l’antico Santuario di S. Maria a Parete di Liveri.
E’ titolare della cattedra di Educazione Musicale presso la Scuola Secondaria di I grado “Ammendola – De Amicis” di S. Giuseppe Vesuviano.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...