Martedì 17 maggio Bologna Festival propone un recital shakespeariano a favore dell’AIRC con Giancarlo Giannini ed il pianista Giovanni Bellucci

Foto Sergio Coppi

Foto Sergio Coppi

Martedì 17 maggio 2016, alle ore 20.30, al Teatro Manzoni di Bologna, Giancarlo Giannini recita testi di Shakespeare accompagnato al pianoforte da Giovanni Bellucci nell’ambito di una serata organizzata da Bologna Festival per l’AIRC.
Il recital, intitolato Sogno di una notte di mezza estate, è un singolare intreccio di letteratura e musica dedicato a Shakespeare e ai capolavori musicali ispirati alle sue opere, nella ricorrenza del 400° anniversario della morte del drammaturgo inglese (1616-2016).
Shakespeare in musica, attraverso i secoli, dal barocco allo stile classico, dalle seduzioni romantiche di Chopin, Alkan e Liszt, sino al primo Novecento di Busoni.
Dalla cinquecentesca Gailliard di William Byrd alla Sonata op.31 n.2 “La tempesta” di Beethoven, dal Notturno op. 15 n.3 “Après un représentation de Hamlet” di Chopin, alle spettacolari variazioni di Liszt sulla celebre Marcia nuziale di Mendelssohn, parte delle musiche di scena composte per Sogno di una notte di mezza estate.

Spiega Giovanni Bellucci, ideatore del progetto e raffinato interprete del pianismo virtuosistico ottocentesco, «eseguire la Sonata detta “La tempesta” di Beethoven, il misterioso Notturno in sol minore composto da Chopin dopo aver assistito alla rappresentazione teatrale di Amleto, i fuochi d’artificio lisztiani della parafrasi da concerto sul Sogno di una notte di mezza estate di Mendelssohn alla luce delle letture shakespeariane di un grande artista come Giancarlo Giannini, mi è sembrato il modo migliore per ricreare l’originaria ambientazione espressiva di questi capolavori sonori, nel tentativo di riviverne l’intensità primordiale, la scaturigine dell’ispirazione creativa».

Il concerto è a favore di AIRC, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro che da 50 anni finanzia la migliore ricerca oncologica.

Biglietti a partire da € 25, in vendita presso Bologna Welcome (Piazza Maggiore 1/E) tel. 051 231454, dal martedì al sabato ore 13-19

Biglietti online: www.bolognafestival.it; www.vivaticket.it; www.classictic.com

Paola Soffià
Ufficio Stampa Bologna Festival
tel: 051 6493397
cell.: 3287076143
via Lame, 58
40122 Bologna

_________________________________________________________

Bologna Festival 2016 – Concerto Straordinario a favore di Airc
martedì 17 maggio 2016 ore 20.30 – Teatro Manzoni di Bologna
Giancarlo Giannini voce recitante
Giovanni Bellucci pianoforte

«Sogno di una notte di mezza estate»

William Byrd (Lincoln 1540 – Stondon Massey 1623)
Gailliard n.1 in do minore (My Lady Nevells Book)
___________________________________

William Shakespeare (Stratford-upon-Avon 1564 – ivi 1616)
Canzone dell’ancella da Enrico VIII

Ferruccio Busoni (Empoli 1866 – Berlino 1924)
Elegia n.4 “Turandots Frauengemach”
Parafrasi virtuosistica su Greensleeves. Secondo una leggenda popolare, questo canto sarebbe stato composto dal re Enrico VIII (1491-1547) in onore della sua futura consorte Anna Bolena (1501 opp. 1507-1536)
___________________________________

William Shakespeare
Monologo di Marco Antonio da Giulio Cesare

Ludwig van Beethoven (Bonn 1770 – Vienna 1827)
Sinfonia n.5 in do minore op.67
Allegro con brio
trascrizione per pianoforte di Franz Liszt
___________________________________

William Shakespeare
Monologo di Calibano da La Tempesta

Ludwig van Beethoven
Sonata in re minore op.31 n.2 “La tempesta”
Largo – Allegro
___________________________________

William Shakespeare
Monologo di Ariel da La Tempesta

Ludwig van Beethoven
Sonata in re minore op.31 n.2 “La tempesta”
Adagio
___________________________________

William Shakespeare
Monologo di Prospero da La Tempesta

Ludwig van Beethoven
Sonata in re minore op.31 n.2 “La tempesta”
Allegretto
___________________________________

William Shakespeare
Lorenzo e Gessica da Il mercante di Venezia

Fryderyk Chopin (Żelazowa Wola 1810 – Parigi 1849)
Variazioni in la maggiore “Souvenir de Paganini”
___________________________________

William Shakespeare
Monologo di Amleto da Amleto

Fryderyk Chopin
Notturno in sol minore op.15 n.3 “Après une représentation de Hamlet”
___________________________________

William Shakespeare
Sonetto CXLIV

Charles Valentin Alkan (Parigi 1813 – Parigi 1888)
Scherzo in si minore op.16 n.3
___________________________________

William Shakespeare
Monologo di Jago da Otello

Franz Liszt (Raiding 1811 – Bayreuth 1886)
“Nessun maggior dolore” S.162/2
composizione tratta dalla “Canzone del gondoliere” dell’atto terzo dell’Otello di Rossini
___________________________________

William Shakespeare
La Fata e Puck da Sogno di una notte di mezza estate

Franz Liszt
“Marcia nuziale e Danza degli elfi” S.410
parafrasi da concerto sulla Marcia nuziale e sulla Danza degli elfi, parte della Suite composta da Mendelssohn per il Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare

William Shakespeare
Monologo di Puck (Epilogo) da Sogno di una notte di mezza estate
___________________________________

Progetto ideato da Giovanni Bellucci in occasione del 400° anniversario della morte di William Shakespeare (1616-2016)

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...