Intorno a Giovanni Paisiello: il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli annuncia la sua attività artistica per la primavera 2016

Locandina Secondo centenario Giovanni PaisielloIl Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli presenta un calendario 2016 ricco di incontri e di iniziative artistiche e culturali, dedicato in gran parte al II centenario della morte di Giovanni Paisiello avvenuta nel 1816.
Il Direttore del San Pietro a Majella, M° Elsa Evangelista, annuncia le tappe principali di questo intenso anno ricco di manifestazioni legate alla figura di uno dei compositori più illustri della storia della musica europea, prodotto d’eccellenza della Scuola Napoletana, che fu al servizio di tutti i grandi sovrani del suo tempo, dai Borbone di Napoli alla zarina di Caterina II di Russia, dall’imperatore d’Austria a Napoleone Bonaparte a Parigi.

Saranno offerti numerosi appuntamenti dedicati al tema Splendori della Scuola Napoletana. Giovanni Paisiello tra il Regno di Napoli e le Corti d’Europa, con una Mostra, una Stagione di concerti, Seminari didattici, incontri scientifici ed un Premio intitolato al compositore napoletano.
Il Conservatorio San Pietro a Majella annuncia inoltre una stretta collaborazione con il Museo Nazionale di Capodimonte grazie ad un protocollo d’intesa che sarà avviato per volere dei rispettivi direttori Elsa Evangelista e Sylvain Bellenger, in base al quale Capodimonte ospiterà alcuni dei concerti prodotti dal Conservatorio.
“L’obiettivo principale –dichiara il Direttore del Conservatorio – sarà uno studio sulla grande produzione musicale di Paisiello, ancora in parte poco esplorata. Il progetto successivo – continua Elsa Evangelista – prevede la pubblicazione di una biografia completa ed aggiornata di Giovanni Paisiello, grazie alla documentazione superstite conservata nel nostro Archivio Storico, in cui il compositore appare sia come allievo che come affermato protagonista del panorama musicale europeo (ad esempio il decreto dell’Imperatore Napoleone con cui si nomina Giovanni Paisiello “Direttore della Musica della Cappella Imperiale”, datato Bordeaux, 31 luglio 1808 e il decreto del Re Gioachino Napoleone con cui si nomina Giovanni Paisiello “Direttore e Compositore della Camera e Cappella Reale”, datato Napoli 1 gennaio 1812)”. Inoltre il Conservatorio riporterà alla luce capolavori inediti di Peisiello che saranno pubblicate come Edizioni del Conservatorio San Pietro a Majella.”

L’evento inaugurale si terrà venerdì 26 febbraio 2016, alle ore 17.00, presso la Sala “Riccardo Muti” del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella, con l’inaugurazione della Mostra: Splendori della Scuola Napoletana. Giovanni Paisiello tra il Regno di Napoli e le Corti d’Europa, vero fulcro delle manifestazioni, in cui saranno esposte preziose rarità, partiture, ritratti, cimeli e autografi dalle collezioni della Biblioteca, dell’Archivio Storico e del Museo degli Strumenti del Conservatorio di Napoli.

A seguire alle 17.30 in Sala “Scarlatti” la cerimonia di apertura nella quale interverranno Elsa Evangelista, Direttore del San Pietro a Majella, Luigi de Magistris, Sindaco, Nino Daniele, Assessore alla Cultura e Antonio Palma, Presidente del San Pietro a Majella.
Alle ore 18.00 si passerà all’ascolto con il concerto inaugurale delle celebrazioni in cui saranno eseguite musiche di Giovanni Paisiello, di Giuseppe Martucci e di Pietro Platania, interpretate dall’Orchestra e Coro San Pietro a Majella diretti dal M° Francesco Vizioli con la partecipazione di Francesco Nicolosi al pianoforte e Francesco Pareti al fortepiano.

“Per l’occasione – dichiara il direttore del Conservatorio – sarà suonato il prezioso pianoforte Michail Kirshnick del 1781 donato a Paisiello da Caterina II di Russia e conservato presso il Museo del Conservatorio San Pietro a Majella. Lo strumento sarà usato grazie all’intervento della direzione che ha voluto recuperare lo strumento, affidandone il restauro ad uno dei massimi esperti nel campo, Augusto Bonza: per la prima volta a Napoli si avrà la possibilità di ascoltare questo eccezionale strumento”.
Al concerto prenderà parte anche il neonato Coro di voci bianche La Pietà dei Turchini.

Queste, a seguire, le principali attività del Conservatorio di Napoli nei mesi tra marzo e giugno:

La Rassegna: “I Venerdì Musicali 2016”: percorsi didattici aperti al pubblico, che offrono alla città la possibilità di ascoltare docenti e studenti del Conservatorio di Napoli in varie formazioni cameristiche e sinfoniche, con ospiti nazionali ed internazionali, alcuni dei quali ritornano ormai annualmente nella rassegna del San Pietro a Majella.
La particolarità dei Concerti di quest’anno è che in parte vedranno l’utilizzazione di alcuni degli strumenti storici della straordinaria collezione del Museo del Conservatorio San Pietro a Majella, appositamente individuati e restaurati.
La collaborazione del Conservatorio al Maggio dei Monumenti organizzato dal Comune di Napoli e quest’anno sarò dedicato a Giovanni Paisiello, con concerti a tema tra cui la ricostruzione di una “Festa Teatrale” del compositore Tarantino coordinata da Elsa Evangelista.

Presentazioni di libri e CD a cura di docenti del Conservatorio di Napoli insieme ad ospiti di prestigio.
Si annunciano inoltre le Masterclass al San Pietro a Majella, quest’anno legate a personalità di alto prestigio internazionale: hanno infatti accettato l’invito del direttore Elsa Evangelista Salvatore Accardo ( che terrà una Masterclass per violinisti), Renato Bruson (Masterclass per cantanti lirici), in date che saranno presto annunciate.
Le Masterclass sono aperte anche a studenti esterni previa iscrizione.
Sicuramente potremo contare sul ritorno di Riccardo Muti nel suo Conservatorio, come più volte il Maestro stesso ha dichiarato, per “restituire” agli allievi napoletani quelle che sono state le basi musicali e culturali della sua formazione artistica.

Prosegue la collaborazione del Conservatorio con l’Associazione Scarlatti di Napoli, attraverso la formula dello Scarlatti/Lab, a cura del Dipartimento di musica antica del San Pietro a Majella.
Lo stesso Dipartimento curerà tre produzioni tra maggio e giugno, con il coordinamento di Antonio Florio e Dinko Fabris.
La prima sarà un concerto dedicato al “Ballo delle ingrate” e altre composizioni di Claudio Monteverdi, in ricordo del pioniere della musica antica Alan Curtis recentemente scomparso.
Di grande interesse il concerto interamente dedicato a “Cantate in lingua napoletana. Alle origini dell’opera buffa” (brani di Porsile, Rubino, Grullo, Sabino e Alessandro Scarlatti”.
Infine, come contributo al centenario di Paisiello, lo spettacolo diretto da Antonio Florio Paisiello immaginario, con cantanti e orchestra barocca del Dipartimento e coordinamento artistico di Elsa Evangelista.

Infine, dal 21 al 26 giugno il Conservatorio San Pietro a Majella ospiterà, insieme all’Università L’Orientale di Napoli, il primo convegno mondiale dedicato ai “Musicisti del Mediterraneo” a cura della International Musicological Society ed International Council for Traditional Music.
Dopo l’estate sono previste altre iniziative per Paisiello che saranno annunciate.

Per informazioni:
www.sanpietroamajella.it
tel.: 081 5644411

Prof. Giulia Veneziano
Responsabile dell’Ufficio Stampa
Conservatorio di Musica San Pietro a Majella
giuliaveneziano@gmail.com
twitter @GiuliaVen

_________________________________________________________

Questo il calendario dettagliato delle iniziative successive all’Inaugurazione:

Martedì 8 marzo, alle ore 11.00, Sala Martucci:
Donne in prima linea: vita, impegno, società civile
Incontro/dibattito

Interverranno, oltre ad Elsa Evangelista, Anna Maria Mauro, Dirigente RAI Napoli, Fabiola Mancone, Responsabile Polizia Scientifica, Letizia Cafiero, Giornalista RAI, Enrica Amaturo, Direttore del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università di Napoli Federico II.
Modera: Barbara Napolitano, regista RAI e docente del Master di Comunicazione del Conservatorio di Napoli:

Venerdì 18 marzo, alle ore 18.00:
presentazione del CD Cimarosa nei luoghi di Cimarosa, che pubblica le Sonate di Domenico Cimarosa interpretate dal pianista Dario Candela.
Presentazione del CD a cura di Sandro Cappelletto e Dinko Fabris.

Venerdì 25 marzo, alle ore 18.00:
Stabat Mater della Scuola Napoletana
Esecuzione degli Stabat Mater di Pergolesi, di Paisiello e di Abos.
revisioni di Roberto De Simone
Orchestra San Pietro a Majella, Luigi Zampieri direttore
Con Replica a Capodimonte

Sabato 9 aprile, alle ore 16.00, piazza del Plebiscito in diretta RAI
La piazzaincantata
Orchestra e Coro del San Pietro a Majella insieme a 2000 coristi provenienti da tutta Italia

“Lapiazzaincantata” promosso dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, il Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica per tutti gli studenti, dalla Rai, dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, e la Feniarco, la federazione nazionale che raccoglie le associazioni regionali di canto corale.
Lapiazzaincantata è un’attività di formazione musicale a distanza, rivolta agli studenti di ogni ordine e grado, ma anche a tutti coloro che coltivano la passione per il canto corale.

Venerdì 15 aprile
Allegro giusto, nel modo russico; senza allegrezza, ma poco sostenuto
Giovanni Auletta, pianista
Musiche di A. Scriabin, Rachmaninov, S. Prokofiev

Venerdì 22 aprile, alle ore 18.00
Paisielliana Suite

Orchestra di Fiati del San Pietro a Majella, Paolino Addesso direttore
Con Replica a Capodimonte

Venerdì 29 aprile, alle ore 18.00

Orchestra San Pietro a Majella
Francesco Vizioli, direttore
Marco Pasini, pianista
Musiche di Franz Listz

Venerdì 6 maggio, alle ore 18.00
Durante maestro di Paisiello
Vespro breve a 4 voci con violini con l’aggiunta di Sinfonia, Ave Maria e Salve Regina
(prima esecuzione moderna)

Ricostruzione e revisione di Dario Ascoli
Ensemble vocale e strumentale San Pietro a Majella, Elsa Evangelista direttore
Con Replica a Capodimonte

Martedì 24 maggio, alle ore 18.00
Il Piave racconta la grande guerra.
In collaborazione con il Ministero della Difesa

Orchestra di Fiati San Pietro a Majella, Paolino Addesso, direttore

Venerdì 27 maggio, alle ore 18.00
Festa teatrale: Il Genio di Paisiello alle Corti d’Europa
Adattamento di Elsa Evangelista
Orchestra, coro e solisti del San Pietro a Majella

Scenografia a cura dell’Accademia di Belle Arti

Martedì 7 giugno, alle ore 20.00
“Pasiello immaginario” arie e scenette da opere comiche di Paisiello
Docenti e Allievi del Dipartimento di musica antica, Direttore Antonio Florio
Con la partecipazione di Pino De Vittorio
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.