Domenica 24 gennaio l’Ensemble Salomone Rossi ospite de “I Concerti del Quirinale di Radio3” in occasione del “Giorno della Memoria”

Ensemble Salomone RossiSalmi ebraici che incontrano ritmi e armonie dell’occidente.
Quando il dialogo tra culture e religioni diverse diventa scontro, alimentando tensioni che tengono tutti col fiato sospeso, brilla un’iniziativa che vuole dimostrare come la musica sia un efficace modello di integrazione.
Domenica 24 gennaio 2016, in occasione del “Giorno della Memoria” il Palazzo del Quirinale ospiterà un concerto dell’Ensemble Salomone Rossi fondato dalla violinista milanese Lydia Cevidalli.
In programma, arie, danze e sinfonie commissionate tra il Sei e il Settecento dalle più importanti sinagoghe europee: musiche di grande suggestione dove l’antica tradizione del salmodiare giudaico e gli stili rinascimentale e barocco di matrice europea si fondono in perfetta armonia, come a indicare la strada di una possibile felice convivenza tra civiltà.
Per quanto riguarda gli autori: si va dal portoghese-olandese sefardita Avraham Caceres a Salomone Rossi, l’ “Hebreo di Mantova”, che ha suggerito il nome all’ensemble, sino all’italo-viennese Christian Joseph Lidarti.

L’appuntamento fa parte della rassegna “I Concerti del Quirinale di Radio3” e verrà trasmesso in diretta da Rai Radio3 ed Euroradio.

Per ragioni di sicurezza è obbligatoria la prenotazione ed è necessario presentarsi 50 minuti prima dell’inizio del concerto, muniti di un documento di riconoscimento.

Info programma: http://www.ensemblesalomonerossi.it/concerti/i-concerti-della-cappella-paolina

Info prenotazioni: http://palazzo.quirinale.it/visitapalazzo/prenotaconcerto.html
________________________________________________________

Roma, Palazzo del Quirinale, domenica 24 gennaio 2016, ore 11.50
Per “I Concerti del Quirinale di Radio3”, “Fiori musicali dal Barocco Ebraico” – presenta e conduce Stefano Catucci.

Ensemble Salomone Rossi
Caterina Trogu Roehrich, soprano
Gloria Banditelli, mezzosoprano
Lydia Cevidalli, violino
Issei Watanabe, violoncello
Diego Canatalupi, arciliuto
Giovanni Togni, clavicembalo

Ensemble Salomone Rossi
L’Ensemble Salomone Rossi è nato nel 1991 per iniziativa e guida di Lydia Cevidalli, violinista e docente presso il Conservatorio “Verdi” di Milano.
L’Ensemble ha al suo attivo concerti in Italia e all’estero: tra i più significativi, nel 2003 al Concertgebouw di Bruges e Castello di Chimay, su invito della Comunità Europea per il Festival Europalia svoltosi in Belgio; al Teatro all’Antica di Sabbioneta e al Museo Civico di Bologna; nel 2006 alla Real Academia de Bellas Artes di Madrid, con trasmissione in diretta per il programma “Radio Clàsica” della Radio Nazionale Spagnola; ancora nel 2006 si è esibito al Teatro Bibiena di Mantova, per il Festival Lodoviciano con la prima esecuzione italiana in tempi moderni dell’oratorio “Ester” di Giuseppe C. Lidarti, nell’ambito delle celebrazioni mozartiane.
Nel 2008 l’Ensemble è stato invitato dalla Montclair State University (New Jersey, USA), dove si è esibito al Kasser Theater; inoltre alcuni componenti l’Ensemble hanno tenuto master class e conferenze. Nel 2011 si è esibito Cremona, al Museo degli Strumenti; nel 2012 è stato invitato dalla BBC a registrare le musiche di Salomone Rossi per il documentario “The Story of the Jews”.
Inoltre l’Ensemble si è esibito alla Biblioteca Palatina di Parma, alla Fondazione Levi di Venezia ed infine nel 2014 e 2015 è stato invitato al Madesimo Music Festival.
Nel 2009 è uscito il CD, Jewish Baroque Music, pubblicato dalla casa discografica Concerto Classics.
E’ stato presentato a Radio 3 per il programma “Suite Festival dei Festival” e “Piazzaverdi”, Radio Vaticana e Radio Classica ed ha ottenuto ottime recensioni su Sole24ore, Amadeus, Suonare News e Milano Finanza.
Nel 2012 è uscita una seconda ristampa, poiché esaurito.
Nel 2014 ha iniziato una collaborazione con il musicologo Mario Marcarini e il Festival di Madesimo per la registrazione completa dei Salmi di Benedetto Marcello.

Il valore della musica nel “Giorno della Memoria” – Tre domande a Lydia Cevidalli

Foto Viko Chamla

Foto Viko Chamla

La violinista milanese Lydia Cevidalli è tra le interpreti italiane più attente al repertorio barocco, in particolare di autori ebraici.
Dopo i diplomi al Conservatorio della sua città e al Centre de Musique Ançienne di Ginevra, si è esibita come solista e con gruppi da camera in tutta Europa, in Israele, in Nord e Sud America.
Ha collaborato a lungo con Jordi Savall e “Le Concert des Nations”, ha suonato con Monica Hugget e Gustav Leonhardt.
Ha inciso cd per Harmonia Mundi, Astrée, Tactus e Concerto; ha registrato per Rai, Radio Nazionale Argentina, Radio Nazionale Spagnola e BBC.
Nel 1990 ha fondato l’Ensemble Salomone Rossi con cui è tuttora ospite di prestigiose sedi concertistiche in Europa e negli Stati Uniti e con cui ha registrato un cd (Concerto), che ha ottenuto ottime recensioni. La sua attività si estende anche alla musica klezmer con il gruppo Klezsfardit e all’esecuzione del repertorio per violino e pianoforte di autori italiani del Novecento.
Insegna violino al Conservatorio di Milano dove cura annualmente le manifestazioni per la Giornata della Memoria.

Signora Cevidalli, che ruolo deve avere la musica nelle celebrazioni del “Giorno della Memoria”?
Può servire a ricordare il contributo del mondo ebraico alla cultura occidentale. La musica è la dimostrazione che il dialogo tra diverse culture e religioni è possibile. Nonostante una storia millenaria di persecuzioni, gli ebrei hanno sempre voluto uscire fuori dal ghetto e aprirsi al mondo. E’ accaduto anche con i musicisti: è esemplare il caso di Salomone Rossi, l”hebreo di Mantova” che nel Seicento lavorò alla corte del duca Vincenzo Gonzaga e collaborò con Monteverdi.

Lei è praticante?
Vengo da una famiglia di ebrei “assimilati”: in casa si celebravano solo la Pasqua e il Kippur. Questo progetto artistico per me è stata una sorta di “Teshuvà”, ovvero di riscoperta delle mie radici. Ma è un percorso aperto a tutti: l’Ensemble Salomone Rossi è composto da musicisti non ebrei che pure si sono appassionati a questo repertorio.

Come descriverebbe le musiche che eseguirà con l’Ensemble Salomone Rossi al Quirinale?
Chi si aspettasse di ascoltare musica “klezmer” resterebbe deluso: queste sono partiture intrise di melodie e ritmi tipicamente occidentali ed europei, ma con accenti ed echi dell’antico salmodiare ebraico. Una cifra espressiva davvero interessante e di grande fascino per chi la suona e anche, spero, per chi la ascolta.
________________________________________________________

I prossimi appuntamenti:

27 gennaio, ore 20 – Conservatorio di Milano, Sala Verdi – “Dalla Shoah al ritorno alla vita – Parole Musiche e Silenzi”
XVI Giorno della Memoria organizzato da Associazione Figli della Shoah, Comunità Ebraica di Milano, Conservatorio “Verdi” di Milano, Fondazione Cdec, Fondazione Memoriale della Shoah di Milano – Coro “ Delman” del Conservatorio, diretto da Davide Gualtieri
http://www.consmilano.it/

1 febbraio, ore 18.30 Lisbona, Palacio Foz, Sala degli Specchi – Stellerranti, La notte della Libertà (klezmer)
http://www.iiclisbona.esteri.it/IIC_Lisbona/Menu/Gli_Eventi/Calendario/

6 febbraio, ore 20.45
Caneva (PN) Villa Frova – Stellerranti, La notte della Libertà (klezmer) http://officinavillafrova.incaneva.it/eventi/

6 aprile, ore 18, Bergamo, Salone della parrocchia di S. Lucia, conferenza di Lydia Cevidalli e Michele Guadalupi: “La fortuna musicale della storia di Ester da Racine a Haendel”
http://www.effettobibbia.it/

10 aprile, ore 17.30
Bergamo, S. Maria Maggiore, (organizzazione Effetto Bibbia), “Ester, storia di una Regina”, Ensemble Salomone Rossi
http://www.effettobibbia.it/joomla/concerto
______________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.