Albinoni: Arie d’opera e musica strumentale

Albinoni - arie d'opera e musica strumentaleLa storia della musica classica è ricca di paradossi e uno dei più eclatanti riguarda Tomaso Albinoni (1671-1751), universalmente noto per un Adagio in sol minore mai composto.
Infatti il celebre brano è interamente frutto della fantasia del musicologo Remo Giazotto (1910-1998), catalogatore delle opere dell’autore, che nel 1958 asserì di aver trascritto alcuni frammenti tratti da un manoscritto originale di una sonata di Albinoni, ritrovati fra le macerie della biblioteca di Dresda.
Un falso clamoroso che, prima di essere scoperto, trasse in inganno schiere di musicologi, ma che ha giovato alla causa dell’autore veneziano, altrimenti condannato all’oblio, nonostante ai suoi tempi fosse fra i compositori più stimati e richiesti.
Albinoni è ora al centro di un cd che Marcello Di Lisa, con il suo ensemble Concerto de’ Cavalieri, ha registrato per la Sony-Deutsche Harmonia Mundi, nell’ambito dell’iniziativa denominata “The Baroque Project”.
Il disco comprende arie appartenenti ad alcune delle circa cinquanta opere attribuite al musicista e pezzi strumentali, quali il Concerto a cinque op. V n. 5 in la minore, la Sinfonia introduttiva all’opera “Zenobia” e la Sinfonia Si 7 in sol minore, descrivendo un arco di tempo compreso fra il 1694 e il 1732.
Di particolare interesse, in quanto proposta in prima esecuzione assoluta, una selezione dalle opere “L’Eraclea” (Genova, 1705), “Le gare generose” (Venezia, 1712) e “Ardelinda” (Venezia, 1732), piuttosto consistente, considerando che per ognuna sono giunte ai nostri giorni appena cinque arie.
In complesso, come è ormai consuetudine nelle incisioni curate da Marcello Di Lisa, emerge una concezione dello stile barocco quanto mai vivace e briosa, supportata dall’ennesima prova di grande spessore del Concerto de’ Cavalieri.
A ciò va aggiunto l’apporto del soprano portoghese Ana Quintans, che evidenzia un ottimo affiatamento con l’ensemble orchestrale ed una splendida e intensa voce, dando lustro a una serie di arie di elevatissima fattura.
Molto interessanti risultano, infine, le note scritte dal musicologo Mario Marcarini per il libretto di accompagnamento, che forniscono un quadro esauriente di quanto è finora emerso, relativamente alla vita e alle opere di un autore, la cui biografia presenta ancora notevoli zone d’ombra.
In conclusione, dopo aver affrontato Alessandro Scarlatti, Pergolesi e Vivaldi, con Albinoni il maestro Di Lisa arricchisce “The Baroque Project” di un’ulteriore perla.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni Cd e Sacd e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.