Ai “Vespri d’organo” un concerto dalle forti valenze sociali

Logo trabaci specialeAnche quest’anno i “Vespri d’organo” hanno voluto fornire il loro contributo alla “Giornata mondiale per la lotta contro l’AIDS” con un concerto tenutosi nella Chiesa di S. Maria della Rotonda, organizzato dall’Associazione Trabaci (che si avvale della direzione artistica del maestro Mauro Castaldo), in collaborazione con l’ Associazione Volontari Assistenza Sieropositivi (AVAS) Onlus.
La serata è stata suddivisa in due parti, la prima affidata al contralto Daniela del Monaco e dall’organista Roberta Schmid, che hanno aperto la loro esibizione con gli spirituals Sometimes I feel like a motherless child (A volte mi sento come un figlio senza madre) e Kum Ba Yah my Lord (Vieni qui, Signore), il primo portato alla ribalta intorno al 1870 ed il secondo risalente alla fine degli anni venti del Novecento, noto universalmente in quanto entrato nel repertorio scoutistico.
A seguire abbiamo ascoltato la “Suite Gothique” brano per organo del francese Léon Boëllmann (1862-1897), molto apprezzato come autore, docente e interprete, prematuramente stroncato dalla tisi.
Ultimo brano proposto dal duo, My Heart is in the Highlands, arrangiamento dell’estone Arvo Pärt (1935) di un motivo che utilizzava un testo del poeta scozzese Robert Burns.
La seconda parte vedeva invece l’organista Mauro Castaldo accompagnare il soprano Leona Pelešková prima nell’ “Ave Maria” di Luigi Cherubini (1760-1842) e poi in due excursus operistici consistenti nell’ “Ave Maria” di Giuseppe Verdi (da “Otello”) e nell’ “Ave Maria” di Pietro Mascagni (da “Cavalleria rusticana”).
Alternati a questi brani, il maestro Castaldo ha eseguito, in duo con Vincenzo Leurini, la Sonata per tromba e organo di Henry Purcell (1659-1695), e l’ Elevazione per tromba e organo di padre Giovanni Battista Martini (1706-1784) e, da solo, la Sonata per organo di Vincenzo Bellini (1801-1835), di chiara matrice operistica.
Conclusione in trio con il celebre “Panis Angelicus” di César Franck (1822-1890), dall’originale scritto nel 1872 per voce, arpa, violoncello e organo, incluso dall’autore francese anche nella seconda versione della sua Messa a tre voci.
Per quanto riguarda i protagonisti, sia il duo formato da Roberta Schmid e Daniela del Monaco, sia il trio costituito da Leona Pelešková, Vincenzo Leurini e Mauro Castaldo (così come il duo Pelešková–Castaldo e quello Leurini-Castaldo), rappresentavano formazioni rodate e ciò ha dato al concerto una estrema solidità.
Nell’ambito di esecuzioni apparse tutte di alto livello, ricordiamo la grande suggestione relativa a My Heart is in the Highlands, interpretata da Daniela del Monaco attraversando la chiesa in modo circolare, e l’intensa “Ave Maria” di Verdi, disegnata da Leona Pelešková.
In conclusione un concerto di ottimo livello, che ha degnamente contribuito alle manifestazioni volte a sensibilizzare l’opinione pubblica su una malattia che, nonostante non faccia più notizia come qualche tempo fa, ancora oggi miete tantissime vittime.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.