Un duo giovanissimo e talentuoso alla Sala Vasari

Foto Max Cerrito

Foto Max Cerrito

Dopo il trio di Bucarest, ensemble prestigioso e pieno di esperienza, il secondo appuntamento della XVIII edizione del Festival di Musica da Camera, organizzato dall’associazione Napolinova ed affidato alla direzione artistica del maestro Alfredo de Pascale, ha ospitato Federica Tranzillo (violino) e Lidia Fittipaldi (pianoforte).
Il concerto del giovanissimo duo è iniziato con la Sonata op. 1 n. 4 in sol minore dell’istriano Giuseppe Tartini (1692–1770), nota come “Il Trillo del diavolo” in quanto una leggenda vuole sia stata ispirata da un sogno, avente come protagonista il diavolo che suonava una melodia mai udita fino ad allora, che il musicista aveva cercato, una volta svegliatosi, di riprodurre il più fedelmente possibile.
Con la successiva Polonaise Brillante in la maggiore, op. 21 (1870), si è passati al polacco Henryk Wieniawski (1835-1880), noto soprattutto come virtuoso del violino.
Il brano fu concepito in due versioni (per violino e pianoforte e per violino ed orchestra) ma non si sa in quale ordine vennero scritte.
E’ comunque certo che, quella orchestrale esordì a San Pietroburgo, mentre a Varsavia, due mesi dopo, conobbe la “prima” quella cameristica.
Entrambe si avvalsero della presenza di Wieniawski al violino che, in occasione dell’esibizione tenuta in Polonia, era accompagnato al pianoforte dal fratello Joseph.
Un breve intervallo ha preceduto il pezzo forte della serata, la Sonata per violino e pianoforte n.3 in do minore, op.45 di Edvard Grieg (1843-1907).
Completata nel 1887, ed eseguita lo stesso anno a Lipsia dal violinista Adolf Brodsky, con l’autore al pianoforte, risulta essere la terza ed ultima delle sonate del musicista norvegese create per tale organico.
Sulla falsariga della precedente Sonata n. 2 in sol maggiore, op. 13, composta venti anni prima, Grieg alterna temi romantici a motivi del folclore nordico, costringendo gli interpreti a continui e veloci cambiamenti di ritmo.
Conclusione con Zigeunerweisen, op. 20 n. 1 di Pablo de Sarasate (1844-1908), che come recita il titolo, formato dalle parole tedesche Zigeuner (gitano) e weisen (melodie), contiene alcuni motivi di origine zingaresca, terminando con una frenetica csárda caratterizzata da notevolissime difficoltà esecutive.
Nel complesso un programma particolarmente corposo e ricco di insidie, che Federica Tranzillo (violino) e Lidia Fittipaldi (pianoforte) hanno affrontato con grande determinazione e bravura.
E, se i brani virtuosistici hanno entusiasmato gli spettatori (raggiungendo così lo scopo per il quale da sempre sono concepiti), personalmente siamo stati maggiormente colpiti dall’esecuzione della Sonata di Grieg, in quanto ha fatto emergere l’alto livello di maturità raggiunto dalle interpreti, nota estremamente positiva, se si pensa che entrambe non superano i venti anni.
Pubblico non numeroso quanto l’appuntamento precedente (un po’ per le condizioni climatiche avverse, un po’ per una certa remora di alcune frange di appassionati nei confronti dei giovanissimi), che ha lungamente applaudito le due protagoniste ed è stato omaggiato da un bis pieno di nostalgia, Liebesleid di Fritz Kreisler, a chiusura di un concerto di ottima fattura.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.