Ai “Concerti di Autunno” un quintetto eccezionale rende omaggio al genio di Claude Bolling

Claude QuintetIl recente appuntamento con i “Concerti di Autunno”, rassegna organizzata dalla Comunità Evangelica Luterana e affidata alla direzione artistica di Luciana Renzetti, ha avuto come protagonista il Claude Quintet, ensemble costituito dall’incontro fra il mandolinista Raffaele La Ragione, il chitarrista Duilio Meucci ed il trio “The Funkin’ Machine”, formato da Roberto Porzio al pianoforte, Paolo Petrella al contrabbasso e Andrea De Fazio alla batteria.
Al centro della serata due brani del compositore francese Claude Bolling (1930), il Concerto per chitarra classica e Jazz Piano Trio e la Picnic Suite, per flauto, chitarra e Jazz Piano Trio in una inedita versione con il mandolino al posto del flauto.
Il primo pezzo, risalente al 1975 e dedicato al virtuoso chitarrista Alexandre Lagoya, venne composto sull’onda lunga del grande successo ottenuto, nello stesso anno, dalla Suite per flauto e Jazz Piano Trio, scritta da Bolling per il leggendario flautista transalpino Jean-Pierre Rampal.
La Picnic Suite, invece, nacque nel 1980, come risposta del musicista francese ad una richiesta congiunta di Rampal e Lagoya, che suonavano spesso in duo, e desideravano un brano che permettesse loro di esibirsi insieme.
Entrambe le composizioni abbinano il jazz al “classico”, per cui possono essere collocate nell’ambito del “crossover”, strada battuta in anni passati anche da altri musicisti di grande prestigio quali Jacques Loussier e Chick Corea.
Bolling però, a nostro avviso, rappresenta un caso probabilmente unico, in quanto non si è mai limitato a fornire un’impronta jazz a brani classici, o ad aggiungere una spruzzatina di classico a ritmi afro-americani, ma è riuscito, dall’alto della sua bravura ed esperienza, a fondere con mirabile equilibrio le strutture portanti dei due generi, dando vita a pezzi che ancora oggi non hanno perso lo smalto originario.
Tutte queste peculiarità sono state messe in evidenza da un quintetto di formidabili e giovani interpreti, che hanno dato lustro ad un autore sicuramente da approfondire, evidenziando una solidità esecutiva ed un perfetto affiatamento, e contribuendo a trascinare ed entusiasmare il numerosissimo pubblico presente nella chiesa Luterana.
Vanno quindi nuovamente ricordati, a partire dal trio “The Funkin’ Machine”, formato da Roberto Porzio (pianoforte), Paolo Petrella (contrabbasso) e Andrea De Fazio (batteria), fino ai solisti Duilio Meucci (chitarra classica) e Raffaele La Ragione (mandolino), quest’ultimo curatore della trascrizione per mandolino della parte flautistica della Picnic Suite e impegnato anche nel descrivere ai presenti le notizie salienti relative ai brani eseguiti.
In conclusione un bellissimo concerto, caratterizzato da una musica piacevole, talora rilassante, mai banale e sempre ricca di sostanza, che conferma ancora una volta la bontà delle scelte effettuate dalla direzione artistica.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.