“Don Pasquale” di Gaetano Donizetti chiude la seconda edizione del San Carlo Opera Festival

Don Pasquale di DonizettiSabato 26 settembre, ore 20.00 (con tre repliche fino al 3 ottobre), torna al Teatro di San Carlo “Don Pasquale”, dramma buffo in tre atti di Gaetano Donizetti (1797 – 1848), su libretto scritto a quattro mani con Giovanni Ruffini, titolo di chiusura della seconda edizione del San Carlo Opera Festival (11 luglio – 3 ottobre 2015).
Rappresentato per la prima volta nel 1843, al Théâtre italien de Paris (Salle Ventadour), ‘opera dicesi composta in otto giorni’, “Don Pasquale” è definito dallo stesso Donizetti ‘dramma buffo’, un ossimoro che ben descrive il mélange di situazioni tragicomiche, ora amare, ora melanconiche, ora spaccati di vita quotidiana esilaranti, in un’opera tutta giocata su un equilibrio sottile di allegria, mestizia, furbizia, e candido cinismo.
L’opera, molto amata ed entrata nel repertorio più rappresentato, è un incalzare continuo di arie note, da “Bella siccome un angelo” (atto I) a “So anch’io la virtù magica” (atto I), “Ah, son tradito, beffeggiato” (atto II), “È finita, Don Pasquale” (atto III), “Com’è gentil la notte a mezzo april!” (atto III), per citare solo alcuni dei passaggi più noti e suggestivi.

Al Teatro di San Carlo andò in scena per la prima volta il 10 agosto del 1850, come rivelano i documenti conservati presso l’Archivio Storico della Fondazione.
L’allestimento del Lirico di Napoli è quello storico, firmato da Roberto De Simone, applaudito al San Carlo lo scorso 16 settembre per la prima assoluta di Stabat Mater– in questa programmazione ripreso da Ivo Guerra, una regia che fa slittare in avanti la vicenda del “celibatario” in piena belle époque.
Le scene sono di Nicola Rubertelli e i costumi di Zaira De Vincentiis.
Sul podio, a dirigere Orchestra e Coro stabili, Christopher Franklin, direttore d’orchestra americano che torna al San Carlo dopo un’applauditissima Vedova allegra” (stagione 2010).
La vicenda, come avviene in gran parte delle pièce dell’epoca, accentua e caratterizza le differenze di generi e classi: il ricco e vecchio don Pasquale (in questa edizione interpretato da Paolo Bordogna) e la giovane, avvenente e spregiudicata Norina (che avrà la voce di Barbara Bargnesi), non benestante, ma amata dal nipote del protagonista, Ernesto (impersonato da Antonio Siragusa).
Il rifiuto di questi di prendere per moglie un partito gradito allo zio, ne provoca l’ira e la decisione di diseredarlo.
Sarà il comune amico, dottor Malatesta (un beffardo Mario Cassi), a ideare lo stratagemma risolutore: presentare la donna a don Pasquale, sotto le false spoglie di una presunta sorella e fargli firmare un contratto di matrimonio fittizio, che il vecchio si pentirà poi di aver sottoscritto, a causa dei capricci di Norina, abile nel far passare al gabbato don Pasquale la voglia di accasarsi.
Beffato e deriso sarà poi costretto benedire le nozze tra Ernesto e Norina.

Ufficio Stampa
Fondazione Teatro di San Carlo
Via San Carlo n. 98/F – 80132 Napoli
Tel. + 39 081 797 2301 – 202
www.teatrosancarlo.it
ufficiostampa@teatrosancarlo.it

_________________________________________________________

Teatro di San Carlo
Don Pasquale
Musica di Gaetano Donizetti
Libretto di Gaetano Donizetti e Giovanni Ruffini

sabato 26 settembre 2015, ore 20.00
martedì 29 settembre 2015, ore 20.00
giovedì 1 ottobre 2015, ore 17.00
sabato 3 ottobre 2015, ore 20.00

Direttore: Christopher Franklin
Maestro del Coro: Marco Faelli
Regia: Roberto De Simone
Regista per la ripresa: Ivo Guerra
Scene: Nicola Rubertelli
Costumi: Zaira De Vicentiis
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.