Keith Goodman omaggia il suo maestro Francesco d’Avalos con un concerto di grande spessore

Keith Goodman - omaggio a d'AvalosUn anno fa moriva il compositore e direttore d’orchestra napoletano Francesco d’Avalos, figura fra le più rappresentative della musica del Novecento.
Keith Goodman, suo allievo nonché prezioso collaboratore, ha voluto ricordare il maestro, alla testa dell’Orchestra San Giovanni, con un concerto tenutosi nella chiesa di San Diego all’Ospedaletto, al quale hanno partecipato anche alcuni bravissimi solisti.
Primo autore in programma Luca Amitrano, nominato nel 2014 “Instrumental Artist of the Year” nell’ambito dei “Los Angeles Music Awards”, presente nel duplice ruolo di compositore e pianista.
Anch’egli allievo di d’Avalos, ha proposto quattro pezzi molto melodici e suggestivi per pianoforte ed archi (Blu, Echi, Flores e Sud).
Il successivo Idillio, per pianoforte ed archi, la cui parte solistica è stata molto ben eseguita da Fabio Espasiano, era tratto dalla produzione del maestro d’Avalos.
A proposito di questo brano, nato nel 1980 come Adagio in mi maggiore per orchestra, ha conosciuto prima una versione per due pianoforti e, intorno al 2008, quella per pianoforte ed archi, il cui titolo è stato suggerito proprio da Goodman, per l’affinità posseduta dal pezzo con lo stile di autori che hanno segnato la parte finale dell’Ottocento, Wagner in primis.
E’ stata poi la volta dell’Intermezzo op. 77 per archi di Keith Goodman, lavoro ricco di struggenti evocazioni, seguito da Water Music per archi del materano Vito Paternoster (classe 1957) e da Serenade op. 50 per chitarra e archi del britannico Malcolm Arnold (1921-2006), probabilmente in “prima” napoletana, illuminata dalla prestigiosa presenza del chitarrista Antonio Grande, impegnato subito dopo anche nel Concerto in la maggiore per chitarra e archi di Antonio Vivaldi (1678-1741).
La lettura di una poesia del maestro d’Avalos ha preceduto la scoppiettante chiusura del programma, affidata al Concerto per corno e orchestra n. 3 in mi bemolle maggiore K. 447 di Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), che ha permesso di apprezzare il cornista Donato Inglese.
Per quanto riguarda gli interpreti, l’Orchestra San Giovanni è apparsa compatta ed affiatata, merito dei musicisti che la compongono e della grande perizia evidenziata dal maestro Keith Goodman.
Molto bravi anche i quattro solisti, che hanno raggiunto un’ottima intesa con la compagine, contribuendo alla buona riuscita del concerto.
Pubblico numeroso ed interessato, che ha seguito con grande interesse la lunga serata, applaudendo alla fine con calore e decretando il meritato successo di tutti i partecipanti.
Ricordiamo, infine, che ogni brano è stato preceduto dalla lettura di alcune notizie riguardanti l’autore e l’eventuale solista, idea decisamente valida, in buona parte vanificata da chi doveva svolgere tale ruolo.
In conclusione un concerto molto corposo, dove le composizioni di due grandi del passato, come Vivaldi e Mozart, sono state affiancate da una serie di pezzi, appartenenti a musicisti, contemporanei o attivi nel secolo scorso, caratterizzati da quell’equilibrio e quella moderazione predicate da Francesco d’Avalos, in un ambiente che non sempre ha mostrato di comprendere appieno il valore del grande maestro.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.