Sabato 16 maggio nuovo appuntamento con la pianista Maria Gabriella Mariani nella Basilica di San Giovanni Maggiore per il Maggio dei Monumenti 2015

Locandina Maria Gabriella Mariani - Maggio MonumentiSabato 16 maggio, alle ore 19.15, presso la Basilica di San Giovanni Maggiore, restituita all’antico splendore dopo il recente restauro curato dall’Ordine degli Ingegneri di Napoli, concerto di  Maria Gabriella Mariani, promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Napoli per il Maggio dei Monumenti 2015, dal titolo Le leggende del Mare | I mille volti di Napoli, con Stefano Valanzuolo
Musiche di Maurice Ravel, Francis Poulenc, della Mariani medesima e celebri capolavori di Franz Liszt all’insegna del virtuosismo.
Un percorso articolato, quello della Mariani, concertista poliedrica, molto apprezzata dal 2008 anche come compositrice e scrittrice.
I suoi brani musicali tratti del suo ultimo album Riflessi (Bongiovanni) sono ispirati ad alcuni racconti del suo recente libro Riflessi Storia di Storie senza storia, edito dalla storica casa editrice partenopea Tullio Pironti .

In scena, a suggellare il connubio tra le Arti, alcuni dipinti della pittrice Annalisa Cerio, artista capace di tratteggiare con luci, ombre e mezzi toni, la realtà visiva e psicologica dei suoi personaggi.
I dipinti proposti sono stati scelti dalla stessa pianista Mariani, a contrassegnare i motivi conduttori dell’ evento musicale.

Costo del biglietto
Intero: 10 Euro
Ridotto (minori di 25 anni, maggiori di 65 anni): 7 Euro

______________________________________________________________

Sabato 16 Maggio, ore 19.15 – Basilica di San Giovanni Maggiore (Napoli)

Blu – Le Leggende del Mare | I mille volti di Napoli
Maria Gabriella Mariani: Maree, dalla raccolta Riflessi (2014)
(brano abbinato alla novella Storia di Ondine e del suo cavaliere, dal libro Riflessi. Storia di storie senza storia – Mariani)

Maurice Ravel: Ondine, da Gaspard de la nuit (1908)

Maria Gabriella Mariani: La Canzone di Pulcinella (2009)
(brano abbinato alla poesia La Canzone di Pulcinella, dal libro Riflessi. Storia di storie senza storia – Mariani)

Maurice Ravel: Scarbo, da Gaspard de la nuit (1908)

Francis Poulenc: Caprice Italien (Presto), da Napoli – Suite pour le piano (1925)

Franz Liszt: Tarantella, da Venezia e Napoli (1859)

Dipinti di Annalisa Cerio con la partecipazione di Stefano Valanzuolo

Maria Gabriella Mariani, pianista, compositrice, scrittrice
Gabriella MarianiIl suo rapporto con la musica e in particolare con il pianoforte ha inizio fin dall’età di tre – quattro anni.
Sotto la guida di Vincenzo Vitale e Aldo Tramma debutta a tredici anni con una serie di concerti per l’Aterforum di Rimini e pochi anni dopo consegue il diploma con lode e menzione d’onore.
Giovanissima incontra Aldo Ciccolini; sotto la sua guida studia a Biella e a Parigi conseguendo Diplomi di Alto Perfezionamento Pianistico con il massimo dei voti e il giudizio eccellente.
Dai 13 ai 20 anni risulta vincitrice di sedici concorsi pianistici, nazionali ed internazionali, quattro borse di studio e un premio del Senato della Repubblica Ha tenuto concerti da solista per le Associazioni A. Sarlatti e S. Thalberg, al Teatro San Carlo, all’Auditorium della RAI di Napoli, al Teatro Orfeo di Taranto, per la Società dei Concerti di Milano, al Teatro del Giglio di Lucca, al Teatro Verdi e per la RAI a Trieste, all’Accademia del Mondo Unito del Friuli Venezia Giulia, alla RAI di Torino, alla Sagra Malatestiana, per la Fondazione Ravello Festival, al Teatro Ghione di Roma, all’Accademia Pescarese, alla Villa D’Este – Sala del Trono, all’Ambasciata del Governo Svedese per la Fondazione Axel Munthe, al Teatro di Messina, e presso Istituti Universitari.
All’estero si è esibita in Francia, Belgio, Germania, Stati Uniti.
In Spagna, in particolare, ha tenuto tournèes di musica contemporanea per il Ministerio de Cultura e per il CDMC Centro Difusión de la Música Contemporánea.
Ha suonato e registrato per programmi e rubriche RAI e per Radio France; incide per l’etichetta Bongiovanni.
Ha ottenuto recensioni critiche ed interviste su Musica, Amadeus Paragon, Il Mattino, Repubblica, Il Quotidiano, Il Tempo, La Nazione, Il Corriere del Mezzogiorno, Donna Moderna, El Norte de Castilla, El Pais, Le Figaro, Frankfurter Allgemeine Zeitung.
Nel 2004, l’incontro con la celebre pianista argentina Martha Argerich, che la esorta a coltivare l’attitudine innata per l’improvvisazione e che di lei dice:“è un talento estremamente interessante; è fantasiosa, molto artistica, il suo modo di suonare è così vario, non è mai prevedibile”.
Da circa sette anni ha approfondito l’attività di compositrice: nel 2008 ha pubblicato il primo Cd di sue musiche (Just to start, Straniamento, Aequora, Controcorrente, Notturno metropolitano, Upwards, Deep inside); nel 2010, il brano in tre tempi Fun tango -Tre irradianti di un’unica matrice (Zecchini); nel 2014, Riflessi (Bongiovanni), quattro brani per piano solo. Ha eseguito le sue composizioni per Radio Svizzera Italiana, per rubriche RAI, per le Stagioni Extra 2011 e 2012 del Teatro San Carlo di Napoli, per Radio Classica – Class Editori, al MozArt Box Festival, all’Auditorium Niemeyer, presso i Conservatori Santa Cecilia di Roma e G. Verdi di Milano, ai “Venerdì Musicali” del San Pietro a Majella, al Teatro Comunale di Cefalù, presso Feltrinelli Megastore di diverse città italiane.
Suoi recenti lavori musicali sono In nome del padre (2013), Solo (2013), eseguito in prima assoluta al Piano City Napoli 2013, la sonata Pour jouer (2014) e Ologramma -Tema con variazioni (2015).
Il 29 aprile 2014, presso l’Istituto per gli Studi Filosofici di Napoli, in occasione dell’evento MiBAC “Omaggio ad Aldo Ciccolini”, Maria Gabriella ha eseguito Pour jouer, il suo brano dedicato proprio al grande pianista, che, presente in sala, così si è espresso: “Mi sono riconosciuto più volte durante l’esecuzione di questo pezzo … un’opera monumentale … un’esecuzione magistrale, che rivela una personalità eccezionale, quella della Mariani, una maestra con mezzi pianistici straordinari. E’ il primo lavoro che mi è dedicato. Non è mai troppo tardi”.
Anche in qualità di compositrice ha ottenuto consensi: “Ascoltando suonare la Mariani, ci sembra di avvertire mille echi, mille influenze, ma il modo in cui esse sono fuse fra loro è singolarissimo e felicissimo. Sono pagine singolarmente ampie […]” (N.Cattò – Cd Riflessi); “Le sue musiche rivelano una natura creativa quanto mai impressionante confortata da doti pianistiche eccezionali caratterizzate da un dominio totale della tastiera e da una ricerca timbrica più unica che rara.” (A. Ciccolini, quarta di copertina di Consonanze Imperfette). “Lei che sin da bambina giocava con le note, chiamandole, per gruppi, “famiglie” non l’ha persa la voglia di giocare, scoprirsi, coinvolgendo, così, tutto il teatro in questa meraviglia di suoni e di richiami che è il suo brano ‘della memoria’” (L. Iavarone, recens. T. San Carlo); “La Mariani è un fiore di pianista […] L’autrice si mette in gioco con tutta se stessa, come compositrice, come interprete di Fun Tango. Riflessi iridescenti di raveliana memoria percorrono una pagina che sembra indulgere alla moda neotonale e che in realtà non vi indulge affatto, muovendosi lungo sentieri personali” (Luca Segalla, recens. Cd Fun Tango). E ancora, su Fun Tango, S. Valanzuolo (Il Mattino): “La Mariani tra i segreti delle note e dell’anima […] Ci sono libri che parlano di musica e, meno di frequente, partiture musicali che assumono le sembianze di un racconto, forse di un dialogo o di una sceneggiatura. […] E’ stata l’esecuzione di Fun Tango in Conservatorio a svelare le motivazioni dell’autrice e il senso del suo progetto in modo tanto più esplicito: trenta minuti di musica sul filo della passione, con intenti evocativi ma non didascalici racchiusi in uno stile difficilmente codificabile, frutto spontaneo di una commistione emotiva prima ancora che linguistica.” I brani musicali di Riflessi e i racconti omonimi, hanno offerto lo spunto a Roberto De Simone per un saggio sulle problematiche dei possibili modi del comporre oggi. “La musica di Maria Gabriella Mariani scorre con una sua consequenzialità priva di formalità scolastiche […] le composizioni, dotate di una loro diversità, vorrebbero strettamente collegarsi a novelle scritte dalla medesima compositrice, pur se – per fortuna in realtà -, l’ascolto prima e dopo la lettura delle stesse non mostra programmate e decise relazioni con il testo che avrebbe fatto germinare i suoni come musica a programma, come musica di commento, o come supporto di fondo descrittivo […] La sua musica potrebbe dichiarare l’impossibilità, il non senso, o la devianza logica, di un comporre relativo a immagini, parole e, conseguentemente considerare la possibilità di un’odierna creatività musicale obbligata a scansare i pericoli di riduzione del prodotto a marmellata del passato.”.
Da un anno è stata invitata a collaborare per la rivista Musica in qualità di critico musicale.
Ha pubblicato contributi e saggi di ricerca sul rapporto tra musica – letteratura – arte – architettura – fisica quantistica in Atti collettanei e riviste internazionali per la Seconda Università di Napoli, le Università Politecnica delle Marche e di Firenze, l’Istituto di Fisica Nucleare di Napoli.
Nel 2008 pubblica il romanzo Presenze (Sovera), nel 2010 Consonanze imperfette (Zecchini).
E’ del 2014 la raccolta di 14 racconti dal titolo Riflessi. Storia di storie senza storia (Pironti). Quattro di questi racconti hanno costituito uno spunto per la composizione dei quattro brani musicali dell’omonimo Cd.
Recentemente, Carlo di Lieto ha curato per la rivista letteraria “Vernice” un approfondimento sulla sue tre pubblicazioni di narrativa.
Ha conseguito a 21 anni la laurea in Lettere con pubblicazione della tesi, e poco dopo, con lode, quella in Scienze Politiche.
______________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.