Venerdì 15 maggio due incontri e due concerti al Bologna Festival per il progetto NONO-LACHENMANN

Manifesto Bologna Festival  2015Venerdì 15 maggio, a partire dalle ore 19, all’Oratorio San Filippo Neri, l’attività di  Bologna Festival prosegue con il progetto NONO-LACHENMANN, due incontri e due concerti proposti nell’ambito di Resistenza Illuminata, omaggio a Luigi Nono nel settantesimo anniversario della Resistenza e della Guerra di Liberazione 1945-2015, progetto promosso dal Teatro Comunale di Bologna.

Partecipano agli incontri il filosofo Massimo Cacciari e il compositore Helmut Lachenmann.
I due concerti, realizzati in collaborazione con la Fondazione Spinola-Banna per l’Arte, presentano musiche di Webern, Nono, Lachenmann, Beethoven e sono affidati rispettivamente al Quartetto Noûs e al Quartetto Kuss.

Gli incontri sono ad ingresso libero, sino ad esaurimento posti disponibili.

Concerti e incontri saranno trasmessi in differita da Magazzini Sonori.

Prossimo appuntamento
Grandi interpreti
mercoledì 20 maggio, Jan Lisiecki ( pianoforte)

Informazioni
Bologna Festival
051 6493397
www.bolognafestival.it

Vendita biglietti on line su www.bolognafestival.it, www.vivaticket.it, www.classictic.com

Biglietteria Bologna Welcome
(Piazza Maggiore 1/E)
tel. 051 231454, dal martedì al sabato, ore 13 -19
.

Paola Soffià
Ufficio Stampa Bologna Festival
tel 051 6493397
cell 3287076143
via Lame, 58
40122 Bologna

____________________________________

Venerdì 15 maggio – Oratorio San Filippo Neri
Progetto NONO-LACHEMANN

Programma

ore 19: incontro con Massimo Cacciari, dedicato a Luigi Nono a cura di Mario Messinis

ore 20.30: Concerto Quartetto Noûs

Anton Webern: Sei Bagatelle op.9

Luigi Nono: Fragmente – Stille, An Diotima

ore 21.30: Incontro con Helmut Lachenmann

ore 22: Concerto Quartetto Kuss

Helmut Lachenmann: Quartetto n.3 “Grido”

Ludwig van Beethoven: Grande fuga op.133

In collaborazione con Fondazione Spinola-Banna per l’Arte e Teatro Comunale di Bologna
Concerto trasmesso in differita da Magazzini Sonori

All’interno del progetto “Resistenza illuminata”, promosso dal Teatro Comunale in collaborazione con numerose istituzioni cittadine e regionali, Bologna Festival propone due concerti e due incontri.
L’incontro con il filosofo Massimo Cacciari è dedicato alla figura del compositore veneziano Luigi Nono e alla loro collaborazione.
L’incontro con Helmut Lachenmann sarà una interessante occasione per approfondire il pensiero musicale del compositore tedesco, le sue scelte compositive e l’esperienza di studio con Nono.
Nel primo concerto, affidato al Quartetto Noûs, si ascolta Fragmente – Stille, An Diotima, il quartetto per archi con cui Nono esplora una drammaturgia del silenzio molto radicale, tipica del suo tardo stile, mentre nel secondo concerto si indagano architetture quartettistiche molto complesse e ardite.
Helmut Lachenmann, l’unico allievo di Nono, scava nel Terzo Quartetto “Grido” (2001-2002) uno strutturalismo interno con una ardua elaborazione polifonica.
L’esecuzione di questo brano di utopico costruttivismo è affidata al titolato Quartetto Kuss, in accostamento alla Grande fuga beethoveniana, lavoro quartettistico dalla scrittura quanto mai avanzata.

Quartetto Noûs
Quartetto NousFormato da quattro giovani musicisti italiani, Tiziano Baviera (violino), Alberto Franchin (violino), Sara Dambruoso (viola)e Tommaso Tesini (violoncello), il quartetto ha derivato il proprio nome dall’antica parola greca Noûs, intelletto, razionalità, capacità creativa.
Il Noûs nasce nel 2011 all’interno del Conservatorio di Lugano e si perfeziona con maestri quali Aldo Campagnari (Quartetto Prometeo), Bruno Giuranna e Carlo Chiarappa (Nuovo Quartetto), Massimo Quarta e Robert Cohen (Fine Arts Quartet), Hatto Beyerle (Alban Berg Quartett), Heime Müller (Artemis Quartett). Continuano gli studi con il Quartetto di Cremona all’Accademia Stauffer e con Reiner Schmidt (Hagen Quartett) alla Musik Akademie di Basilea.
Vincitori del Concorso Luigi Nono di Venaria Reale, del Concorso Anemos di Roma, del Premio Giovani nell’ambito del Premio “Una vita nella musica” promosso dalla Fenice di Venezia, hanno appena ricevuto il “Premio Farulli” nell’ambito del Premio Abbiati 2015.
Tengono concerti per numerose istituzioni concertistiche italiane; hanno inaugurato lo Stradivari Festival di Cremona (2013) e si sono esibiti a RAI Radio3 nella trasmissione I Concerti del Quirinale.

Quartetto Kuss
Quartetto KussJana Kuss (violino), Oliver Wille (violino), William Coleman (viola)e Mikayel Hakhnazaryan (violoncello), vincitori del Premio Borciani nel 2002 oltreché del concorso Deutscher Musikrat, nel 2003 si aggiudicano il Premio Borletti-Buitoni.
Oggi il Quartetto Kuss svolge attività concertistica in tutto il mondo, ospite di istituzioni musicali di prestigio e di importanti festival cameristici.
Il loro ampio repertorio comprende diversi secoli di musica quartettistica, dal Rinascimento ai nostri giorni, con particolare attenzione alla produzione di Helmut Lachenmann e György Kurtág, compositore con cui hanno uno stretto rapporto di collaborazione.
La critica apprezza la loro capacità di reinventare i capisaldi del repertorio cameristico come pure la versatilità del loro lavoro, rivolto ad un pubblico il più ampio possibile; importante in tal senso la collaborazione con l’emittente berlinese Kulturradio.
Suonano con Kirill Gerstein, Pierre-Laurent Aimard, Avi Avital e il giovane repper Bas Böttcher; con l’attore tedesco Udo Samel realizzano programmi che evidenziano le ascendenze letterarie dei brani musicali eseguiti.
Tra le loro incisioni discografiche si segnalano Bridges (Sony Classical), Theme russe che accosta opere originali con trascrizioni di Čajkovskij, Stravinskij, Schnittke (Onyx Classics), il Quintetto di Schubert D. 956 con il violoncellista Miklós Perényi (Onyx Classics) e il recentissimo CD con musiche di Schönberg e Brahms insieme al soprano Mojca Erdmann.

Helmut Lachenmann (Stoccarda, 1935)

Foto Klaus Rudolph

Foto Klaus Rudolph

Ha studiato pianoforte con Jürgen Uhde, teoria e contrappunto con Johann Nepomuk David alla Musikhochschule di Stoccarda tra il 1955 e il 1958, iniziando a interessarsi degli esiti più moderni del linguaggio musicale.
Nel 1957, durante i Ferienkurse di Darmstadt, conosce Luigi Nono e con lui prosegue gli studi, stabilendosi a Venezia per due anni (1958-1960).
L’influenza del compositore veneziano sarà determinante; ulteriori stimoli sarebbero poi venuti da Karlheinz Stockhausen.
Dal 1966 inizia la carriera accademica, insegnando a Stoccarda (1966-1970) e Ludwigsburg (1970-1976); nel 1972 viene nominato coordinatore dei corsi di composizione a Darmstadt.
Ha insegnato composizione al Conservatorio di Hannover (1976-1981) e al Conservatorio di Stoccarda (1981-1999).
Dal 2010 è professore ospite al Conservatorio di Basilea.
Ha tenuto seminari e workshop di composizione a Toronto, Buenos Aires, Santiago del Cile, Tokyo, Oslo, Parigi, Vienna, Chicago, a New York (Juilliard School, Columbia University, Princeton University) e nei Conservatori di Beijing e Shenyang.
Nel 2004 ha ricevuto il premio della Royal Philharmonic Society di Londra per il suo terzo Quartetto “Grido”.
È stato compositore in residenza al Festival di Lucerna (2005) e al Festival “Brücken. Neue Musik in Mecklenburg-Vorpommern” (2007).
Nel 2008 è visiting professor all’Università di Harvard; riceve il Leone d’oro alla carriera dalla Biennale di Venezia e il Berliner Kunstpreis.
Lachenmann è membro di numerose accademie delle arti, tra cui la prestigiosa Akademie der Kunst di Berlino e quelle di Amburgo, Lipsia, Mannheim, Monaco e Bruxelles.
Le sue opere vengono eseguite in numerosi festival e stagioni concertistiche, in Germania e all’estero.
______________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.