Domenica 3 maggio la XVII edizione dei “Concerti di Primavera” si chiude con un omaggio a Raffaele Calace ed il debutto napoletano dell’Orchestra a plettro “Delfini d’Oro” di Nagoya

Raffaele Calace 2015Appuntamento di chiusura della diciassettesima edizione dei “Concerti di Primavera”, domenica 3 maggio, alle ore 19.00, presso la Chiesa Luterana di Napoli; in programma, una serata speciale in omaggio a Raffaele Calace (1863-1934).

Il concerto, dedicato a opere del repertorio del mandolinista e compositore napoletano, si divide in due momenti.
Nella prima parte suoneranno Raffaele La Ragione e il Melis Mandolin Quartet, tra i massimi esperti del compositore napoletano, accompagnati al pianoforte da Maria Di Franco.
A seguire, per la prima volta ospite nella città Napoli, si esibirà l’Orchestra a plettro “Delfini d’Oro” di Nagoya, diretta dal maestro Hirokazu Nan’ya.
Questa formazione di mandolinisti giapponesi è stata invitata in virtù del privilegiato legame che unisce la figura di Calace con il Giappone (nel 1924, dopo averlo ascoltato in concerto, l’Imperatore Hirohito insignì il musicista napoletano del Commenda del “Sacro Tesoro Giapponese”).
Fondata nel 1987 dal suo attuale direttore, l’Orchestra “Delfini d’Oro” raccoglie da allora importanti consensi di critica e di pubblico in tutto il mondo.
La formazione conta ventiquattro musicisti non professionisti ed è specializzata nel repertorio mandolinistico classico e contemporaneo, anche partenopeo. Celebre fu la sua tournée nel 2010, che toccò i paesi natii dei compositori del romanticismo italiano, e che approdò tra l’altro al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma.

Il concerto di domenica 3 maggio vuole proseguire l’attività di riscoperta dell’opera di Calace, avviata nel 2013 da Luciana Renzetti, direttrice artistica dei “Concerti di Autunno” e dei “Concerti di Primavera”.
Prestigioso liutaio (gli eredi sono ancora oggi attivi a Napoli), e compositore e solista di fama internazionale, grazie al suo genio innovativo questo musicista napoletano ha reinventato ed esaltato le potenzialità tecniche ed espressive degli strumenti a plettro, in particolar modo del mandolino e del liuto, fino a conferire loro una nuova e più alta identità artistico-musicale.

Ingresso libero

Infoline:
www.celna.it
tel. 081-8043130
lucianarenzetti@gmail.com

Ufficio Stampa
dott. Paolo Popoli
tel.: 329.6197910
email: paolopopoli@gmail.com

Comunità Evangelica Luterana
Chiesa: via Carlo Poerio, 5 – Napoli
Ufficio: largo Terracina, 1 –Napoli
Tel +39-081-0900133 / Fax +39-081-660909
email: napoli@chiesaluterana.it
www.celna.it

_________________________________________________________

Domenica 3 maggio 2015, ore 19.00 – Chiesa Luterana di Napoli

Raffaele La Ragione, mandolino
Melis Mandolin Quartet **
** Salvatore Della Vecchia e Carla Senese, mandolini
** Marcello Smigliante Gentile, mandola
** Riccardo Del Prete, chitarra
Maria Di Franco, pianoforte

Programma

R. Calace
Danza Esotica op.165, per quartetto romantico
Ouverture Genova op.143, per mandolino, mandola, mandoloncello e pianoforte
Concerto a plettro op.155, per quartetto classico e chitarra
Impressioni Orientali op.132, per quintetto a plettro e pianoforte

Orchestra a plettro “Delfini d’Oro” di Nagoya (per la prima volta a Napoli)

Toshifumi Ariga: “Furusato” Trasfigurazione dell’Amore e Gioia

R. Calace: Poupée qui danse op.90 (Rid. Jiro Nakano)

Giuseppe di Giorgio Miceli: Serenata (Rid. Jiro Nakano)

R. Calace: Danza e cantabile op.30 (Rid. Jiro Nakano) *
*Mandolino solo: Hirokazu Nan’ya

E. Marucelli: Capriccio zingaresco (Rid. Eiji Kaeriyama) *
*Mandolino solo: Hirokazu Nan’ya

Raffaele La Ragione
Nato a Napoli nel 1986, si è diplomato al Conservatorio “G. Verdi” di Milano con Ugo Orlandi, conseguendo successivamente il Diploma Accademico di Secondo Livello in Mandolino.
Il suo interesse per la ricerca musicologica e il repertorio storico del mandolino lo hanno portato alla laurea in Discipline dell’Arte della Musica e dello Spettacolo presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna, con una tesi sulla tradizione liutaria e musicale della famiglia napoletana dei Calace.
Come solista collabora con varie formazioni orchestrali e da camera, che lo hanno portato ad esibirsi in concerti in Italia, in Europa ed in Asia.
Nel Gennaio 2015 è uscito il suo primo cd Serenata Napoletana, in duo col pianista Giacomo Ferrari, prodotto e distribuito in tutto il mondo dall’etichetta olandese Brilliant Classics.

Melis Mandolin Quartet
E’ una formazione a plettro fondata nel 2013 composta da musicisti con alle spalle una ricca attività concertistica, che insieme hanno maturato l’obiettivo di divulgare e valorizzare la musica da camera per mandolino.
Il quartetto ha al suo attivo numerosi concerti nell’ambito di diverse rassegne concertistiche.
Fra tutte si evidenzia il “44° Festival Internacional de Plectro de La Rioja” in Spagna e l’ “11° Festival Internacional Mandolines de Lunel” in Francia.

“Delfini d’Oro” di Nagoya – orchestra a plettro
L’orchestra, costituita a Nagoya nel 1987, è composta da musicisti non professionisti accomunati dalla passione della musica e dall’amore per gli strumenti a plettro.
Diretta fin dall’inizio dal Maestro Hirokazu Nan’ya, l’orchestra diviene ben presto presenza rilevante nel panorama mandolinistico giapponese presentando brani del repertorio classico e popolare, integrato da composizioni di autori contemporanei.
Ha eseguito numerosi concerti riscuotendo sempre grandi consensi.

Hirokazu Nan’ya
Nasce a Nagoya e si laurea presso l’Università Farmaceutica di Gifu.
Dal 1944 studia mandolino con Maestri Toshio Tamura e Jiro Nakano.
Vince numerosi premi. Nel novembre 1964 tiene il suo primo concerto da solista di mandolino a Nagoya e successivamente negli anni numerosi concerti in tutto il Giappone.
Nel 1968 fonda l’Associazione Japan Mandolin Union – JMU e ne diventa membro del Consiglio Direttivo e due anni dopo fonda la Scuola di Arte Mandolinistica.
Nel 2010 effettua una tournée con l’orchestra “Plettro Delfini D’Oro”, da lui diretta fin dalla costituzione, nei paesi natii dei compositori legati al romanticismo italiano dirigendo, tra gli altri, a Roma un concerto presso la Sala Accademica del Conservatorio di Santa Cecilia.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.