Domenica 1 marzo messa in suffragio di Aldo Ciccolini nella chiesa napoletana di San Pietro a Majella

Ciccolini al San Pietro a MajellaAd un mese dalla scomparsa di Aldo Ciccolini il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli ricorderà, con una funzione religiosa, il grande musicista napoletano che ha segnato la storia dell’interpretazione della letteratura per pianoforte nel Novecento.
Domenica 1 marzo, alle 17.30, verrà celebrata, in memoria del M.° Aldo Ciccolini una Messa presso la chiesa di San Pietro a Majella dei Frati e Suore Servi di Maria, presieduta da Mons. Vincenzo De Gregorio, Preside del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma e già Direttore del Conservatorio di Napoli.
La celebrazione liturgica vedrà la partecipazione musicale del Coro e Orchestra “San Pietro a Majella”, con docenti, allievi ed ex allievi del Conservatorio di Napoli, che eseguiranno composizioni di Pergolesi, Brahms, Rossini, Cimarosa e Satie.

Durante la funzione verrà suonato il pianoforte che il Maestro aveva inaugurato nel 2007 nella Sala Scarlatti del Conservatorio di Napoli, che reca un’etichetta con dedica firmata da Ciccolini “a Francesco Cilea”.

“L’omaggio ad Aldo Ciccolini da parte del nostro e del suo Conservatorio è naturale per il legame che è esistito tra il Maestro e la sua città”, afferma il Direttore del San Pietro a Majella, M.° Elsa Evangelista.
“Un legame iniziato quando, da giovanissimo, colui che è diventato uno dei più grandi interpreti del pianoforte di tutti i tempi, ebbe la possibilità, a soli 9 anni, di intraprendere gli studi musicali al Conservatorio di Napoli grazie a speciale dispensa dell’allora Direttore Cilea. Il rapporto di Aldo Ciccolini con la sua città ha visto anche momenti di tensione, stemperati solo nell’ultima parte della sua vita: tre anni or sono, accettò con gioia di ricevere il Premio “San Pietro a Majella”, da noi istituito in onore agli artisti che con il loro prestigio hanno diffuso a livello planetario l’importanza di Napoli nella sua accezione musicale”.
“Ho partecipatoprosegue il M.° Evangelistaalla cerimonia d’addio per Aldo Ciccolini, tenutasi il 6 febbraio scorso a Parigi, presso la chiesa della Madeleine: grande è stata la commozione delle oltre 800 persone che hanno reso l’ultimo omaggio a colui che ha raggiunto, con la sua arte, i vertici mondiali del pianismo novecentesco. Tra i presenti ho incontrato il Sindaco di Parigi, l’Assessore alla cultura di Parigi, i rappresentanti del Ministero della Cultura e della Comunicazione della Francia, l’Ambasciatore italiano in Francia, il direttore artistico dell’Orange Festival e una delegazione dal Giappone venuta a dare l’estremo saluto al M.° Ciccolini che aveva programmato una tournée in quel Paese per il prossimo ottobre 2015, oltre ad una serie di concerti in Cina nel 2016. Ciccolini nel 2008 era stato nominato in Francia, suo Paese d’adozione, Commendatore dell’Ordine Nazionale al merito: entro l’anno il governo francese gli conferirà il riconoscimento postumo della classe di Grand’Ufficiale al merito. Il nostro saluto a Ciccolini è l’estremo ringraziamento ad un uomo e ad un artista che ha voluto, con la sua presenza e la sua ultima esibizione al San Pietro a Majella, creare un legame di consequenzialità tra il suo passato di studente -e poi di insegnante- e la sua carriera di interprete della letteratura per uno strumento, il pianoforte, che a Napoli, una delle indiscusse capitali europee della musica, rappresenta una parte cospicua della tradizione musicale”.

Prof. Giulia Veneziano
Responsabile dell’Ufficio Stampa
Conservatorio di Musica San Pietro a Majella
giuliaveneziano@gmail.com

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.