Malling: brani sacri per organo

Malling- Musica sacra per organoOtto Malling (1848-1915) nacque a Copenaghen, dove trascorse l’intera esistenza.
Mostrò precoci attitudini musicali e, nel 1869, si iscrisse al Conservatorio, fondato appena due anni prima, studiando con Niels Gade, massimo esponente della musica danese dell’Ottocento, e Johan Hartmann.
Ricoprì, inoltre, il ruolo di organista titolare della cattedrale di Copenaghen, fu docente e direttore dell’Accademia Musicale Reale Danese, e co-fondatore della Società dei Concerti.
Attivo anche nell’editoria musicale, pubblicò numerose sue trascrizioni, per organici vocali e pianoforte, di partiture di suoi colleghi.
Nonostante una carriera molto prestigiosa, Malling cadde quasi subito nell’oblio, per cui oggi è annoverato fra gli autori cosiddetti “minori”, termine sovente utilizzato dai musicologi per classificare quei compositori che nessuno approfondisce.
Riguardo alla sua produzione, piuttosto ampia, essa comprende brani corali, pregevoli incursioni in ambito cameristico, alcuni concerti per strumento solista, ma è focalizzata in particolare su pezzi sacri per organo.
A proposito di questi ultimi, un esempio significativo è contenuto in un recente cd della casa londinese Toccata Classics, distribuita in Italia da Ducale Music, che racchiude I tre Re, op. 94 (1907), La Vergine Maria, op. 70 (1897), entrambi in prima registrazione mondiale, e Echi dai Salmi di Davide, op. 89 (1910).
I primi due appartengono ai cosiddetti Stemningsbilleder, ovvero una sorta di descrizione di stati d’animo, legati a particolari eventi, che nei casi in esame si riferiscono rispettivamente al pellegrinaggio dei Magi alla ricerca di Gesù Bambino, e ad episodi salienti della vita della Madonna, dall’Annunciazione alla sua presenza sul Calvario ai piedi della Croce.
Riguardo all’op. 89, gli “echi” riguardano alcuni versetti tratti dal Salmo 23 e dal Salmo 33 (relativi rispettivamente al “Buon Pastore” ed alla Provvidenza).
Dal punto di vista musicale, i tre brani appaiono tentativi molto ben riusciti di descrivere vicende religiose, sfruttando, come avrebbe fatto il francese Messiaen un paio di decenni più tardi, le ampie potenzialità dell’organo, strumento ecclesiale per antonomasia.
Una peculiarità ben evidenziata da Sverker Jullander, eminente organista e musicologo svedese, al quale si devono anche le interessanti note del libretto illustrativo, la cui interpretazione mette in evidenza tutta la maestria di un autore da restituire quanto prima possibile alla notorietà.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni Cd e Sacd e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.