L’Ensemble Vocale di Napoli chiude la stagione 2014 dell’Associazione Alessandro Scarlatti con una raffinata proposta di musica sacra

Foto Vincenzo Moccia

Foto Vincenzo Moccia

L’ultimo concerto della stagione 2014 dell’Associazione Alessandro Scarlatti ha ospitato il prestigioso Ensemble Vocale di Napoli, fondato nel 1983 e diretto dal maestro Antonio Spagnolo, confrontatosi con un repertorio sacro compreso fra gli albori del Novecento e i giorni nostri.
La prima parte ha visto la compagine eseguire la Messa per doppio coro a quattro voci, tratta dalla produzione di Frank Martin (1890-1974).
Composta in due momenti (Kyrie, Gloria e Credo nel 1922, Sanctus e Agnus Dei nel 1926), la composizione evidenzia il caratteristico stile del musicista svizzero, oscillante fra tonalità e dodecafonia, che in questo caso porta all’ottenimento di particolari suggestioni.
Dopo un breve intervallo, la seconda parte è iniziata con The Lamb e Today the Virgin del britannico John Tavener (1944-2013), fra i massimi esponenti della musica sacra degli ultimi decenni.
A seguire Silent night (2012), del giovane musicista polacco Jacub Neske, interessante elaborazione della celeberrima Stille nacht di Franz Grüber.
Si è quindi passati al gallese Karl Jenkins (1944), balzato alla notorietà nel 1994 con Adiemus, brano new age che fondeva i ritmi africani con la musica celtica, scritto per un video promozionale della compagnia statunitense Delta Air Lines, primo di una lunga serie di motivi di successo legati alle pubblicità più svariate.
I cinque mottetti per coro a cappella, appartenenti ad una raccolta pubblicata lo scorso maggio dalla Deutsche Grammophon, sono un tipico esempio di travestimento spirituale, con Adiemus che diviene Cantate Domino, e Palladio trasformato in Exsultate Jubilate.
Conclusione con il geniale e trascinante Omnes gentes plaudite manibus (Salmo 46) del croato Branko Starc (1954), figura multiforme di compositore, direttore di coro e foniatra.
Da quanto finora descritto, si comprende come il programma eseguito dall’Ensemble Vocale di Napoli fosse particolarmente intrigante ed è stato proposto in modo impeccabile e con la consueta professionalità.
Unico rammarico della splendida serata, la scarsa presenza di spettatori, ma non dobbiamo meravigliarci più di tanto poiché, come abbiamo detto in altre occasioni, il pubblico napoletano (ma forse il discorso andrebbe ampliato all’intero paese), rassicurato e narcotizzato da decenni di cartelloni limitati a determinati periodi della storia della musica e a un numero ristrettissimo di autori, trova estrema difficoltà ad approfondire ciò che non conosce, soprattutto se relativo al Novecento e dintorni e, nel contempo, non è disposto a fare sforzi per allargare la propria cultura.
E, a riprova di ciò, i vuoti maggiori si riscontravano nei posti solitamente occupati dagli abbonati.
In conclusione un concerto che conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, come l’Ensemble Vocale di Napoli sia un coro di spessore internazionale, che non ha mai riposato sugli allori, continuando a proporre novità sempre interessanti, grazie all’immutato entusiasmo ed all’incessante ricerca di novità da parte del maestro Antonio Spagnolo, che può contare su un gruppo affiatatissimo, non solo sul palcoscenico ma anche nella vita di tutti i giorni.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.