Domenica 28 dicembre l’Autunno Barocco di Convivio Armonico di Area Arte chiude con “Musica al Presepe”

Convivio Armonico Locandina 28 Dicembre  2014Domenica 28 dicembre, alle ore 19.30 nella suggestiva Basilica Reale e Pontificia di S. Francesco di Paola in Piazza del Plebiscito (Napoli) si terrà l’ultimo appuntamento dell’ “Autunno Barocco” di Convivio Armonico 2014, la programmazione di Area Arte Associazione in collaborazione con la Rettoria della Basilica.
Il concerto intitolato Musica al Presepe”, vedrà protagonista l’Ensemble Barocco “Le Musiche da Camera” di Napoli con solisti il mezzosoprano Rosa Montano e la flautista Renata Cataldi, in un programma tutto incentrato sulla “Musica per il Presepe” nella Napoli del ‘700.
Il programma si apre con una Pastorale strumentale di compositore anonimo di scuola napoletana seguita dall’aria in pastorale tratta dalla Cantata Pastorale di Alessandro Scarlatti “Non sò qual più m’ingombra”.
Verrà poi eseguito in prima esecuzione moderna il Concerto in re maggiore per traversiere ed archi di Antonio Caputi, musico nobile del 700 napoletano.
A seguire la Cavatina in Pastorale tratta dalla Cantata per la nascita del Santo Bambino di Nicola Sabatino, interessantissimo violinista compositore di Chieti che dopo gli studi con Barbella e Feo entra nella Cappella Reale per occupare poi il posto di Maestro alla Chiesa di S. Giacomo degli Spagnoli e poi all’Oratorio dei Girolamini.
Per gli “Anniversari della Musica” ci sarà poi l’omaggio a Nicola Fiorenza per i 250 anni dalla scomparsa del quale sarà eseguita la Sinfonia a tre violini in sol maggiore.
Violinista virtuoso e importante docente, dal carattere difficile, presso il Conservatorio di Santa Maria di Loreto, Fiorenza contribuì alla fervida attività musicale della Napoli del XVIII secolo, lasciando una non grande produzione principalmente strumentale contraddistinta da una grande libertà formale in cui s’innestano e si succedono momenti di ampio lirismo a trovate ritmiche fortemente contrastanti e non di rado bizzarre che dovevano costituire una delle caratteristiche della personalità di Fiorenza, certamente fra le più interessanti fra quelle prodotte a Napoli nel primo Settecento.
La proposta si chiude con l’anticipazione degli omaggi a Gennaro Manna del quale nel 2015 ricorreranno i 300 anni dalla nascita, proponendo In Nativitate Domini, Lectio per alto con archi e basso continuo.
Formatosi al Conservatorio di Sant’Onofrio a Porta Capuana di Napoli, dove lo zio Francesco Feo era primo maestro, debuttò come operista al Teatro Argentina di Roma con il Tito Manlio il 21 gennaio 1742.
Nominato nel 1744 maestro di cappella del Senato di Napoli debuttò al teatro San Carlo nel gennaio 1745 ricevendo numerosi consensi.
Divenne poi maestro del Conservatorio di Santa Maria di Loreto. Succedette poi nel 1761 allo zio Feo nella direzione della cappella della Chiesa di Santissima Annunziata e nello stesso anno ricevette la stessa carica per il Duomo di Napoli. Gennaro Manna a differenza dei compositori dell’epoca tralasciò il campo dell’opera buffa per occuparsi solamente di quello dell’opera seria, nel quale fu molto apprezzato dai compositori del suo tempo.
Nel suo stile compositivo si notano elementi sia dello stile galante che del pre-classicismo, come potremo apprezzare in questa Lectio composta da cinque arie di lunghezza variabile, tra le quali una Pastorale, ed un recitativo centrale.
Il concerto conferma la continuità del discorso di valorizzazione artistica e di divulgazione culturale intrapreso dalla Rettoria in comunione con la missione dei Padri Minimi, e con Area Arte, continuando e rafforzando il nuovo cursus del sito monumentale, che dalla sua fondazione rappresenta un forte simbolo per la storia di Napoli.

Ingresso libero con offerta libera per le missioni in Congo dei Padri Minimi

Per ulteriori informazioni
Area Arte
Associazione Culturale Mediterranea
Centro di ricerca sul ‘700 Napoletano
Ensemble “Le Musiche da Camera”
via Benedetto Croce, 23 – Napoli
Cell.: 347 2430342
sito web: www.lemusichedacamera.it

______________________________________

Domenica 28 Dicembre 2014, ore 19.30 – Basilica Reale e Pontificia di S. Francesco di Paola (Piazza del Plebiscito – Napoli)

Musiche al Presepe
Ensemble Barocco “Le Musiche da Camera” di Napoli

Rosa Montano, mezzosoprano
Renata Cataldi, traversiere solista
Egidio Mastrominico, Maestro di Concerto e violino primo
Roberto Roggia, violino primo di ripieno
Federico Valerio, violino secondo concertino
Fernando Ciaramella, viola
Leonardo Massa, violoncello
Ottavio Gaudiano, contrabbasso
Giuseppe Petrella, tiorba e chitarra barocca
Debora Capitanio, clavicembalo

Programma

Pastorale a due violini e basso continuo da un manoscritto anonimo*

A. Scarlatti: “Nacque, e col Gran Messia”, Aria Pastorale, dalla Cantata Pastorale “Non so qual più m’imgombra”

A. Caputi : “Concerto a flauto traverso, violini e basso” in re maggiore §

N. Sabatino: Cavatina in Pastorale, dalla Cantata per la Natività del Santo Bambino*

N. Fiorenza: Sinfonia a tre violini e basso in sol maggiore *

G. Manna: In Nativitate Domini – Lectio seconda Secondo Notturno a voce sola con istromenti*

* Trascrizioni moderne a cura di Egidio Mastrominico
§ Trascrizioni moderne a cura di Renata Cataldi

Rosa Montano
Rosa MontanoMezzosoprano, diplomata in canto e pianoforte, laureata in lettere classiche.
Grazie alla sua formazione filologica ed alla originale caratteristica del timbro vocale, come interprete si è dedicata in particolare alla riscoperta e alla divulgazione, con l’Ensemble “Le Musiche da Camera” di intermezzi inediti del ‘700 napoletano, repertorio delle celebri cantanti “buffe” dell’epoca e di brani inediti di musica sacra. Pratica una intensa attività in numerosi concerti e spettacoli nei quali ottiene consensi di critica e di pubblico.
Il suo spiccato interesse per la tradizione musicale napoletana e la naturale versatilità l’hanno inoltre condotta a eseguire in prima assoluta opere di autori contemporanei di area campana.
Nel 2008 ha partecipato al Giubileo di Lourdes con un programma interamente dedicato al repertorio mariano.
Dal 2006 cura il Coro dell’Agape Fraterna e dal 2014 anche il coro dell’Associazione Bellarus con il quale ha preso parte al II Festival delle Arti Bielorusse nel mondo a Minsk (10-14 settembre 2014).
Ha inciso per le etichette Vigesse e Bongiovanni.
E’ organista e referente per le attività musicali della Basilica di S. Francesco di Paola in Napoli; insegna presso il Conservatorio di Musica “Nicola Sala” di Benevento.

Renata Cataldi
Renata CataldiHa conseguito i titoli accademici in Flauto presso i Conservatori “Licinio Refice” di Frosinone e “San Pietro a Majella” di Napoli, e la laurea in DAMS presso l’Università di Bologna.
Tiene concerti come solista, in varie formazioni cameristiche e in orchestra, dedicandosi al flauto traverso moderno, rinascimentale e barocco.
Con il traversiere si dedica in particolare al recupero e alla valorizzazione del patrimonio musicale napoletano del Settecento.
Insieme al gruppo di musica antica “Le Musiche da Camera” ha eseguito, in prima assoluta, numerose musiche e concerti per flauto, che ha ricercato e trascritto, di autori napoletani, tra questi Sellitto, Palella, Logroscino, Santangelo, Prota, Perez, Angrisani, Rava, Cecere, Caputi.
Costituisce e collabora con vari gruppi di musica rinascimentale e barocca (tra questi “I Musici della Serena” e l’ “Ensemble Rafi”).
E’ autrice di saggi e articoli pubblicati per l’Archivio di Stato di Roma e la Società Italiana di Musicologia, e per le riviste KonSequenz, Syrinx, Falaut, Pan (Gran Bretagna).
E’ tra gli autori de Il flauto in Italia (Istituto Poligrafico dello Stato, 2005).
Ha inoltre curato edizioni di musica per la casa editrice Bèrben e per le Edizioni critiche Anteo.
Per Ut Orpheus ha avviato un progetto di pubblicazione di composizioni inedite per flauto del Barocco napoletano in prima edizione moderna.
Ha recentemente inciso con l’Ensemble Le Musiche da Camera, per l’etichetta internazionale Dynamic in un cd dal titolo emblematico “Si suona a Napoli” con cinque concerti per flauto ed archi.

Egidio Mastrominico
Egidio MastrominicoFiglio d’arte, dopo il diploma inizia la carriera concertistica che lo vede impegnato in numerose formazioni soprattutto cameristiche in vari generi musicali.
Nel 1993 fonda l’ensemble barocco con strumenti originali “Le Musiche da Camera” del quale è maestro concertatore e direttore artistico.
Con l’Ensemble si dedica alla riscoperta ed al recupero di numerose opere inedite del ‘700 Napoletano.
Ha suonato per importanti Festival nazionali ed Internazionali e registrato per varie etichette (Dynamic, Tactus, Bongiovanni, Polo Sud, Kicco Records, Fonit Cetra ecc.).
E’ stato responsabile artistico del Teatro Sancarluccio collaborando alle produzioni musicali della CPS.
Ha ideato e curato la direzione artistica di numerose rassegne concertistiche e progetti didattici ed ha ricoperto l’incarico di consulente musicale delle Sovrintendenze ai Beni Culturali e Architettonici di Napoli e di Caserta per diverse manifestazioni.
E’ docente di violino nelle Scuole Statali di I grado ad Indirizzo Musicale.

Ensemble “Le Musiche da Camera”
Ensemble Le Musiche da Camera - 2014E’ una delle formazioni più longeve di musica antica a Napoli.
Fondato nel 1992 da Egidio Mastrominico, l’ensemble, di formazione variabile, ha indirizzato sin dall’inizio la propria attività alla riscoperta di brani inediti o poco conosciuti di compositori napoletani dei secoli XVII e XVIII, presentandone numerose opere in prima esecuzione moderna attraverso il recupero della prassi esecutiva d’epoca.
E’ invitato a partecipare a festival, rassegne e stagioni promosse da enti e associazioni di rilevanza nazionale.
Dal 2001 assieme all’Associazione Area Arte, che ne cura l’attività, l’ensemble ha dato vita alla rassegna “Convivio Armonico” presso il Teatro Sancarluccio di Napoli. In quest’ambito è stato avviato il progetto “L’Intermezzo Ritrovato”, con il mezzosoprano Rosa Montano, che ha visto gli allestimenti, in prima esecuzione moderna, di intermezzi di Sarro, Feo, Vinci, Giordano e inoltre di Scarlatti e Pergolesi.
“Le Musiche da Camera” ha registrato per la Tactus gli Hamilton-Trios di Emanuele Barbella, (“Most enthusiastically recommended.” Fanfare Magazine, “..lettura equilibrata e notevole la perizia tecnica messa in gioco” 4 stelle sul mensile “Musica”), per la Bongiovanni gli intermezzi “Eurilla e Beltramme” di Domenico Sarro (…realizzazione del continuo fantasiosa ed ariosa…”Musica”, Questa riproposta moderna – una vera novità – ha trovato una realizzazione molto elegante nel Teatro di Corte di Caserta….“Suono”), ed è stato da poco pubblicato per la Dynamic il nuovo cd dedicata ad inediti Concerti Napoletani per Traversiere ( “Colpisce altresì la brillantezza virtuosistica, ben servita da Renata Cataldi, che trae un suono agile ed elegante dal suo traversiere antico, in un impasto ben calibrato con gli strumenti pure originali delle Musiche da Camera” – R. Pedrotti su L’Ape Musicale)
______________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.