Giovedì 20 novembre concerto dell’Ensemble BerlinNapoli a Pozzuoli

Locandina concerto Ensemble BerlinNapoliGiovedì 20 novembre, alle ore 18.30, presso la Parrocchia di San Luca e Santi Eutichete ed Acuzio di Pozzuoli (Via Miliscola, 135), l’associazione Italo-Germanica di Napoli propone l’evento “Pozzuoli incontra Berlino” concerto di beneficenza dell’ Ensemble BerlinNapoli (formato da musicisti della Deutsche Oper Berlin e del Teatro di San Carlo di Napoli), diretti da Bernd Teichgräber, con la partecipazione di Carolina Dawabe Valle (soprano) e Daniela del Monaco (contralto).
Direzione artistica e introduzione: Ralf Krause
Coordinamento: Sonia Zoppoli

In programma musiche di Johann Sebastian Bach e Giovanni Battista Pergolesi

Il contributo per il concerto è libero a partire da un minimo di 5 Euro
_________________________________________________________

Giovedì, 20 Novembre 2014, ore 18.30 – Parrocchia di San Luca e Santi Eutichete ed Acuzio (Pozzuoli Via Miliscola, 135)

Programma

Johann Sebastian Bach (1685-1750): Cantata Ich habe genug (È quanto mi basta) in mi minore BWV 82a per soprano, flauto traverso, 2 violini, viola e basso continuo (1731)

Giovanni Battista Pergolesi (1710-1736): Stabat Mater in fa minore per soprano, contralto, violini, viola e basso continuo (1736)

Carolina Dawabe Valle (Berlino), soprano
Daniela del Monaco (Napoli), contralto

Ensemble BerlinNapoli
(musicisti della Deutsche Oper Berlin e del Teatro di San Carlo di Napoli)

Maestro concertatore: Bernd Teichgräber
Hans-Udo Heinzmann (Amburgo), flauto traverso*
Giuseppe Carotenuto e Salvatore Lombardo (Napoli), violini
Juan Lucas Aisemberg (Berlino), viola
Bernd Teichgräber (Berlino), violoncello
Christoph Niemann (Berlino), contrabbasso
Maria Rosaria Marchi (Napoli), clavicembalo

*ospite

Carolina Dawabe Valle (soprano)
Nata a Santiago de Chile, ha studiato canto al Conservatorio di Musica di questa città con il prof. Ahlke Scheffelt.
Dopo aver terminato gli studi con il diploma di canto ha acquisito le basi del bel canto con Carlo Bergonzi all’Accademia Verdiana di Busseto in Italia.
Inoltre ha conseguito il diploma universitario per insegnare la lingua inglese nelle scuole pubbliche.
Durante gli studi al Conservatorio nella capitale cilena ha debuttato eseguendo la “Bauernkantate” (Cantata dei contadini) di Johann Sebastian Bach con l’Orchestra sinfonica di Santiago sotto la direzione musicale del maestro Davis del Pino Klinge.
Nel 2001 è risultata seconda classificata al Concorso internazionale di Canto in Trujillo nel Perù.
Dal 2008 canta come primo soprano nel Coro della Deutsche Oper Berlin.
Nel 2010 è stata solista ospite nella Philharmonie Berlin e a Glogow in Polonia. Altre sue attività musicali sono numerosi concerti in Chiesa, interventi negli oratori e recital liederistici.

Daniela del Monaco (contralto)
Nata a Napoli, è diplomata in canto col M° B. Nisticò e laureata in filosofia con una tesi in storia della musica.
Ha cantato per la Fenice di Venezia, il Comunale di Treviso, l’Accademia Chigiana di Siena, la Fondazione Gulbenkian di Lisbona, il Semper Oper di Dresda, il Massimo di Palermo, il Teatro di Tirana ed in Germania, in Belgio, Francia, Svizzera, Brasile. Con l’ensemble barocco “Cappella della Pietà dei Turchini” è stata ospite dei più importanti festival di musica antica e di teatri e sedi prestigiose (S. Carlo di Napoli, Accademia di S. Cecilia, Konzerthaus di Vienna, Cité de la Musique di Parigi) ed ha inciso 14 CD di capolavori del barocco napoletano per Symphonia, Opus 111 e Naive.
Ha registrato per la RAI, Radio Vaticana, la Radiotelevisione della Svizzera italiana, ha inciso per le etichette Symphonia, Virgin-Emi, Nuova Era, Opus 111.
Dal ’96 collabora con il chitarrista Antonio Grande ad un progetto sulla produzione in lingua napoletana: il CD “Napoli in Canto”, prodotto da Opus 111, è stato premiato dalla rivista francese specializzata Diapason e più volte ristampato; di recente pubblicazione, per CNI-Ut Orpheus, il secondo volume, “Bellavista”.
Numerosissime le esibizioni in Italia ed all’estero tra cui il concerto di chiusura della Presidenza italiana dell’UE a Bruxelles nel dicembre 1998, successivamente al Festival ”Ottobre in Normandia” di Rouen, “Voice & Music”, “Été musical” della Loira.
Nel 2003 a Parigi alla presenza del Ministro degli Interni e vari Accademici di Francia.
Nel 2012 il duo riceve il Premio internazionale “Domenico Cimarosa” alla carriera, nel 2013 il Premio Miradois per la musica.
Dal 2005 in poi ha cantato nella “Petite Messe solenelle” di G. Rossini con la concertazione e direzione di Michele Campanella in diverse produzioni: in Sud America a Rio de Janeiro, Buenos Aires, Caracas, ed in Cina a Pechino, Shangai, in Turchia Istanbul).
Canta in duo con l’organista Roberta Schmid.
È docente titolare di canto presso il Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli.

Hans-Udo Heinzmann (flauto traverso)
Nato nel 1947, ha iniziato la sua carriera musicale nella prima infanzia come membro del famoso coro di voci bianche “Regensburger Domspatzen”. Successivamente ha studiato flauto traverso al conservatorio di musica di Monaco di Baviera e con Peter-Lukas Graf a Basilea e Sion in Svizzera.
Ha maturato una vasta esperienza suonando in varie orchestre di grandi città tedesche come Augusta e Monaco di Baviera e con orchestre rinomate come quella della “Oper Frankfurt”, della “Deutsche OperBerlin” ed altrettanto nella “NDR-Sinfonieorchester” (Orchestra della Radio di Amburgo).
Inoltre è stato apprezzato per alcuni decenni, grazie alle sue qualità di solista e musicista di musica da camera.
A tal proposito si è esibito in molti famosi festival internazionali di musica tra cui “Hamburger Musikfest”, “Salzburger Festspiele” (Festival di Salisburgo) e “Bayreuther Festspiele”(Festival di Bayreuth).
Heinzmann ha fondato alcuni ensemble musicali essendo un grande promotore della musica contemporanea.
Varie produzioni radiofoniche ed incisioni su CD dimostrano la sua versatilità artistica.
Egli risulta l’iniziatore di una serie di concerti di musica da camera eseguiti dalla “NDR-Sinfonieorchester” che si propongono di rivolgere l’attenzione ai compositori dimenticati.
È anche docente di flauto traverso al conservatorio “Hochschule fuer Musik und Theater” di Amburgo.
Infine, si occupa dell’ulteriore sviluppo di tale strumento essendo, quindi, un esperto per la costruzione dei flauti traversi.

Giuseppe Carotenuto (violino)
Comincia lo studio del violino sotto la guida del M° Giovanni Leone, diplomandosi con lode a 18 anni.
Successivamente si perfeziona presso la Musikhochschule di Francoforte sul Meno con Walter Forchert.
Vincitore assoluto di vari concorsi nazionali ed internazionali (città di Capri, Vittorio Veneto, Premio Kottmann, Kammermusikpreispolytechnische Gesellschaft).
Ha collaborato in ambito cameristico con artisti prestigiosi, tra cui Franco Mezzena, Valentin Eichler (Berliner Philharmoniker), Tonio Henkel (Staatsoper Berlin), Aldo Ciccolini, Bruno Canino, Rocco Filippini, Giuseppe Andaloro, Carlo Bruno, Francesco Manara.
Ha suonato per prestigiose associazioni in Italia e all’estero (Ravello Festival, Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli, Dissonanzen, Amici della musica di Taranto, Amici della musica di Modena, Centro di Cultura italiana a Parigi, Centro di Cultura italiana a Tokio, Ferme aux Art de Beaumont sur Grosne), esibendosi nei maggiori teatri italiani (Teatro di San Carlo, Teatro alla Scala di Milano, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Comunale di Modena, Teatro Giuseppe Verdi di Trieste, Teatro Rendano di Cosenza, Teatro La Fenice di Venezia) e stranieri (Suntory Hall Tokyo, MuK Lübeck, Kuppelsaal Hannover, CCB Hansesaal Bremen, Stadthalle Kassel, Meistersingerhalle Nürnberg, Halle Münsterland Münster. CCH Hamburg,Beethovenhalle Bonn, Niederhalle Stuttgart, Mozartsaal Mannheim, Alte Oper Frankfurt Main, Kulturpalast Dresda, Kongresshaus Zurigo, Kurhalle Vienna, Sendesaal HR Francoforte sul Meno, Aula de BahyseBlonay Svizzera, Teatro Gayarre Pamplona, Auditorium National de musica Madrid, Teatro Rendano Cosenza, Bunkamura Orchard Hall Tokio, Kagoshima Prefectural Culture Center, Sunkei Hall Osaka, Istituto Italiano di Cultura Tokyo, Aichi Prefectural Art Theater Nagoya).
È stato violino di spalla della Sinfonietta Frankfurt, dell’Orchestra del Teatro di Treviri, spalla dei secondi violini del Teatro “Verdi” di Trieste e del Teatro la Fenice di Venezia, lavorando sotto la direzione di Riccardo Muti, Zubin Metha, Yuri Temirkanov, Eliahu Inbal, Bruno Campanella, Jeffrey Tate, Gerd Albrecht, Georg Pehlivanin, Donato Renzetti, Daniel Oren, Nello Santi, Jerzy Semkov, Michail Jurowski, Gary Bertini, Pinchas Steinberg, Maurizio Benini, Gabriele Ferro, Gianluigi Gelmetti, Nicola Luisotti, Ottavio Dantone, Helmut Rilling.
Ha effettuato registrazioni per la Radio Vaticana (Quartetto n. 2 di Sergio Calligaris), per la Eterfon (Gran Quintetto Politico Italiano di Salvatore Pappalardo, prima registrazione mondiale).
Per la Naxos (Quintetti per pianoforte e archi di Mario Pilati e Achille Longo, prima registrazione mondiale), per la Sudwestrundfunk (Elias di Mendelssohn). Laureato con il massimo dei voti in Lettere e Filosofia, come studioso ha partecipato a vari convegni sulla situazione musicale italiana del primo Novecento (Convegni di studi “Musica e musicisti a Napoli e nel primo novecento”, Convegno di Musicologia dell’Università di Bologna) ed è stato cultore della materia in “storia dello spettacolo musicale” presso l’Università Federico II di Napoli.
Attualmente è professore d’orchestra stabile presso il Teatro San Carlo di Napoli in qualità di Concertino di Secondi violini.

Salvatore Lombardo (violino)
Nato a Catania nel 1977, figlio d’arte, inizia all’età di 4 anni lo studio del pianoforte sotto la guida della madre e a 7 anni lo studio del violino con Agata Altavilla presso l’istituto musicale “V. Bellini, dove si diploma a 18 anni con il massimo dei voti.
Nel percorso di studio accademico ha avuto la possibilità di seguire i corsi di perfezionamento con Sergey Girshenko, primo violino del Bolsoj di Mosca.
Debutta nel 1993 come solista a Catania eseguendo “La Campanella” di Paganini, accompagnato dall’orchestra dell’Istituto musicale, riscuotendo unanimi consensi di critica e di pubblico.
L’anno successivo si impone all’attenzione della critica giornalistica eseguendo il concerto per violino di Ciaikovskij, per l’Associazione Giovanile Musicale di Catania (A.Gi.Mus.).
Vincitore del primo premio assoluto al Concorso internazionale “Gianluca Campochiaro” nel 1995.
All’età di 19 anni vince il concorso per violino di fila al Teatro San Carlo di Napoli, dove lavora tuttora.
Conseguita l’idoneità anche al concorso per concertino dei secondi violini, segue i corsi di perfezionamento tenuti da Boris Belkin presso l’accademia Chigiana e con Giulio Franzetti e Massimo Marin.
Suona come primo violino in varie formazioni cameristiche in duo con il chitarrista Antonello Grande e Gianluigi Giglio nella stagione musicale di Ravello.
Tantissimi concerti lo vedono protagonista in veste di solista o di primo violino con gruppi orchestrali in diverse città della regione Sicilia, Campania, a Roma e in Toscana.
Incide il concerto per violino e orchestra di Antonello Paliotti, giovane compositore napoletano, accompagnato dall’ensemble “Collegium Philarmonicum di Napoli.
Nel 2004 viene scelto dalla direzione artistica del Teatro San Carlo per eseguire sul palcoscenico il solo del primo violino dell’opera “Faust” di Gounod, diretta da Yves Abel, in duetto insieme al tenore Marcello Alvarez, riscuotendo un notevole successo.
Nel 2014 è idoneo all’audizione per “concertino con l’obbligo della spalla”.

Juan Lucas Aisemberg (viola)
È nato nel 1967 come figlio di genitori argentini a Budapest e cresciuto in Italia. Ha studiato a Roma da Lina Pettinelli, da Alberto Lysy presso la “International Menuhin Music Academy” di Gstaad (Svizzera)e con l’ “Amadeus Quartett” al Conservatorio di Colonia, diplomandosi con Bruno Giuranna al Conservatorio Hochschule der Künste di Berlino.
In qualità di componente della “Camerata Lysy” ha suonato da solista e negli ensemble cameristici ai più importanti festival di musica in tutto il mondo, incontrando musicisti come Yehudi Menuhin, Antal Dorati, Aurèle Nicolet, Peter-Lukas Graf, Radu Aldulescued Ana Chumachenco.
Dal 1993 è viola nell’Orchestra della Deutsche Oper Berlin e dal 2005 viola solista della Deutsches Kammerorchester Berlin.
Inoltre suona regolarmente in diversi ensemble cameristici ed è cofondatore del complesso “Novi TangoX4“ che si dedica prevalentemente al tango e alla musica argentina.
Ha collaborato con musicisti tra i quali Lina Sastri, Richard Galliano e Maximiliano Guerra avendo il privilegio di suonare nel trio “Tangele” insieme al grande Gustavo Beytelmann.
Con quest’ultimo da allora condivide un’amicizia importante e musicalmente fruttuosa.
Decisivo fu l’incontro con il vibrafonista jazz Oli Bott con il quale si dedica all’improvvisazione, fondando il complesso tango jazz “Vibratanghissimo”.
Ha inciso per le etichette “Deutsche Grammophon”, “Oriente Musik” e “Big Tone Records” (Germania), “Tzadik” (Stati Uniti). “Cascavelle” (Svizzera) e “Backbeat” (Italia).

Bernd Teichgräber (violoncello)
Nato nel 1948 a Berlino, ha studiato al Conservatorio di Musica di Berlino Ovest.
Nel 1970 ha intrapreso una tournée di concerti nell’Africa orientale con l’orchestra giovanile della radio RIAS (radio nel settore americano) di Berlino-Ovest.
Dal 1970 al 2011 ha suonato il violoncello nell’orchestra della Deutsche Oper Berlin.
Con l’opera ha intrapreso numerose tournée in America, Giappone, Cina, ed inoltre ha partecipato a vari tour di concerti di musica sinfonica in Europa.
Dal 1976 al 1988 è stato a Berlino Ovest fondatore e violoncellista dell’orchestra da camera “cameratapergolesi”.
Dal 1980 al 1992 si è esibito con il contrabbassista Christoph Niemann nel “Duo Tedesco Berlin” realizzando produzioni radiofoniche, discografiche, teatrali e video.
Ha avuto un’intensa collaborazione con compositori di Berlino Ovest del Gruppo NeueMusikBerlin.
Nel 2012 ha realizzato con il flautista Hans-Udo Heinzmann concerti di beneficenza in Grecia per i villaggi SOS Kinderdörfer a sostegno dei bambini orfani.

Christoph Niemann (contrabbasso)
Nato nel 1953 a Berlino, ha studiato dal 1973-1979 ai Conservatori di Musica Hanns-Eisler-Musikhochschule di Berlino-Est e “Hochschule der Künste” di Berlino Ovest.
Dal 1976 suona nell’orchestra della Deutsche Oper Berlin diventando nel 1995 secondo contrabbasso solista.
Ha lavorato in qualità di compositore (p.es. nel 2012 prima esecuzione assoluta della Carmina Jazzsuite alla Deutsche Oper Berlin), arrangiatore e musicista in vari rinomati complessi jazz ed ensemble di musica da camera, inizialmente, tra gli altri, nel leggendario complesso jazz FEZ e nel Duo Tedesco Berlin, attualmente con I Kammersolisten der Deutschen Oper Berlin, nel complesso jazz Trilogie plus one (album “Seasons”, 2010, Mons Records) e nella Bigband der Deutschen Oper Berlin (CD “Premiere”, 2010 e “How long is now?”, 2012, Mons Records).
Ha suonato con vari musicisti jazz accompagnando, tra gli altri, Etta Cameron, Madeline Bell, Georgie Fame, Bill Ramsey, Jocelyn B. Smith, Liambiko, Carl Frierson, Elly Wright, Ruth Hohmann e Pascal von Wroblewsky.
Dalla metà degli Anni Novanta partecipa regolarmente al ciclo di manifestazioni Jazz, Lyrik, Prosa ed altrettanto ai concerti del ciclo Jazz&Breakfast alla Deutsche Oper.

Maria Rosaria Marchi (clavicembalo)
Nata a Napoli, si è diplomata sotto la guida del M° Alexander Hintchev conseguendo successivamente il diploma di clavicembalo come allieva del M° Enrico Baiano; in seguito il Diploma di Laurea di secondo livello in Musica da Camera Antica presso il Conservatorio di musica di Napoli S. Pietro a Majella sotto la guida del M° Antonio Florio.
Ha seguito i corsi di musicologia presso l’Università di Bologna e frequentato diversi corsi di perfezionamento sia pianistici sia clavicembalistici e di approfondimento del basso continuo e della prassi esecutiva nella musica antica (a Roma con il M° Vincenzo Vitale presso l’Accademia di Santa Cecilia, a Napoli presso il Centro di musica Antica Pietà dei Turchini con il Maestro Guido Morini. Corsi internazionali di Padula con il M° Laura Alvini).
E’ stata cembalista stabile dal 1992 dell’ensemble musicale “Real Cappella del Teatro di San Carlo” collaborando poi con altri gruppi, effettuando registrazioni televisive per la rete France 5.
Ha suonato per varie istituzioni musicali (Nuova Orchestra Scarlatti, Università di Napoli Federico II, Unione Musicisti Napoletani, ensemble “Ricercare”, Istituto Italiano degli Studi Filosofici, Società dei Concerti di Ravello, Teatro San Carlo di Napoli, Società dei Concerti di Pistoia).
Ha preso parte a vari spettacoli in rappresentanza del Conservatorio di Napoli (Teatro di Corte della Reggia di Caserta, Teatrino di Corte di Napoli, Sala Scarlatti e Biblioteca del Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli, Palazzo Reale di Portici).
Si è esibita in numerose Rassegne musicali (Festival di Musica Antica di Salerno, Festival Barocco nelle Ville Vesuviane, Rassegna di musica Barocca al Museo Civico di Roma, Festival Musicale a cura dell’Associazione “F. Chopin” di Benevento, il “Giugno Barocco Napoletano” per il Centro Musica Antica Pietà dei Turchini, Festival Cimarosa di Aversa, Festival di musica barocca di Bari, Rassegne di musica barocca per la Stazione Zoologica di Napoli, Festival Mozart Box presso la Reggia di Portici, Festival del Teatro di Benevento, diverse stagioni di Maggio dei Monumenti a Napoli, Rassegna Musicale “Estate a Capri” presso la Certosa, Festival musicale ai Mercati Traianei di Roma. Nell’estate 1997 ha suonato in prima esecuzione ad Amalfi a Villa Rufolo in Ravello la trascrizione per Clavicembalo della Suite di J. S. Bach in sol Minore BWV 995 per Liuto del Maestro Antonio Tirabassi curata dal M° Antonio Porpora.
Ha insegnato nel triennio 2004-2006 nel Master di Musica antica organizzato dall’Università di Potenza (curato tra gli altri dal prof. Dinko Fabris) come clavicembalista-collaboratore per la classe di canto del M° Gloria Banditelli.
È stata dal 2000 al 2007 direttore artistico per la musica antica nei Corsi di perfezionamento musicale presso la Certosa di Padula a cura dell’associazione “Musica Reservata”.
Parallelamente al suo lavoro di musicista ha sempre coltivato la sua passione per le arti figurative conseguendo risultati artistici apprezzati in numerosi allestimenti e partecipazioni a mostre personali e collettive (Napoli, Amalfi, Roma, Firenze, Rovereto, Madrid, Boston, San Paolo del Brasile).
_______________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.