Mercoledì 19 novembre la rassegna Il Nuovo l’Antico di Bologna Festival si conclude con il concerto del Quartetto d’archi della Bayerische Staatsoper e del pianista Pierpaolo Maurizzi

Logo Il nuovo l'antico 2014Mercoledì 19 novembre, ore 20.30, Oratorio San Filippo Neri, il Quartetto d’archi della Bayerische Staatsoper, formato dalle prime parti soliste dell’orchestra del Teatro dell’Opera di Monaco di Baviera, insieme al pianista Pierpaolo Maurizzi si esibisce per la prima volta in Italia, su invito del Bologna Festival.
Con questo concerto – che propone due capolavori della letteratura cameristica come il Quartetto “Rosamunde” di Schubert e il Quintetto op. 34 di Brahms – si conclude l’edizione 2014 della rassegna Il Nuovo l’Antico.

Completa il programma della serata, inserito nel ciclo contemporaneo “La Triade Polacca”, un brano di Witold Lutosławski, Grave: Metamorfosi per violoncello e pianoforte.
«Anche nella tarda produzione di Lutosławski, allorché era interessato alla nuova musica europea, affiorano nostalgie per la cultura romantica. Così – spiega Mario Messinis direttore artistico di Bologna Festival – non è forse improprio accostare una mirabile scheggia musicale come il Grave per violoncello e pianoforte del 1981 a Schubert e a Brahms. Il Quartetto della Rosamunda ci introduce agli emozionanti meandri della poetica del Viandante, mentre il Quintetto op.34 per archi e pianoforte è una delle più complesse e ispirate pagine di Brahms».

Vendita Online:
www.bolognafestival.it, www.vivaticket.it
Biglietteria Bologna Welcome, Piazza Maggiore 1/E, dal martedì al sabato ore 13 – 19
tel. 051 231454.
Un’ora prima del concerto presso l’Oratorio San Filippo Neri

Ufficio Stampa Bologna Festival
Paola Soffià
051 6493397 – 328 7076143

_________________________________________________________

Mercoledì 19 novembre, ore 20.30 – Oratorio San Filippo Neri
La Triade Polacca VIII
Bayerische Staatsoper Streichquartett
Pierpaolo Maurizzi, pianoforte

Witold Lutosławski: Grave: Metamorfosi per violoncello e pianoforte

Franz Schubert: Quartetto in la minore n.13 D.804 “Rosamunde” per quartetto d’archi

Johannes Brahms: Quintetto in fa minore op.34 per pianoforte e quartetto d’archi

Bayerische Staatsoper Streichquartett
Bayerische Staatsoper StreichquartettDavid Schultheiss, Guido Gärtner, Adrian Mustea e Yves Savary, prime parti soliste alla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera, svolgono una importante attività cameristica all’interno della loro istituzione e all’estero.
La collaborazione con il pianista Pierpaolo Maurizzi, forte di una decennale attività in duo con Savary, nasce lo scorso anno in occasione dell’esecuzione del Quatuor pour la fin du temps di Messiaen.
Suonano per la prima volta in Italia, in questa formazione, al Bologna Festival.
Il violinista David Schultheiss – allievo di Franz Sykora, Edith Peinemann e Christoph Poppen – è stato prima parte solista anche della Essen Chamber Orchestra e della Chamber Orchestra Württemberg Heilbronn.
All’attività con l’orchestra dell’opera bavarese, iniziata nel 2009, affianca collaborazioni cameristiche con vari artisti e con il Quartetto Amira.
Il violinista Guido Gärtner ha studiato alla Hochschule für Musik di Berlino con Stephan Picard.
Con il suo quartetto ha frequentato la classe di musica da camera di Eberhard Feltz e si è perfezionato con Mauricio Fuks presso l’Indiana University.
È membro della Bayerische Staatsorchester dal 2008.
Il violista Adrian Mustea ha iniziato gli studi musicali come violinista.
Ha tenuto il suo primo concerto a quattordici anni e successivamente ha scelto lo studio della viola.
Ha completato la sua formazione al Conservatorio di Monaco di Baviera e alla Scuola di Musica di Detmold con Mikhail Mouller.
Fa parte dell’orchestra monacense dal 2011.
Il violoncellista Yves Savary ha studiato alla Musikhochschule di Basilea con Heinrich Schiff e si è perfezionato con Franco Rossi, André Navarra, Zara Nelsova e Paul Tortellier.
Da venticinque anni è primo violoncello solista alla Bayerische Staatsoper, oltre ad esser stato primo violoncello della Chamber Orchestra of Europe, dei Bamberger Symphoniker, delle orchestre della Radio di Monaco di Baviera e di Amburgo e, attualmente, della Staatskapelle di Dresda.

Pierpaolo Maurizzi
Pierpaolo MaurizziIl pianista Pierpaolo Maurizzi – fondatore del Trio Brahms e dello Überbrettl Ensemble – deve la sua formazione musicale a Lydia Proietti, Piero Guarino e Dario De Rosa. Fertili sono stati poi gli incontri con Pierre Fournier, Franco Gulli e Detlef Kraus.
Dall’affermazione al Concorso “Johannes Brahms” di Amburgo (1983) ha dedicato la sua vita musicale alla cameristica.
Si è esibito in Europa, Stati Uniti, Canada e America del Sud. Dal 1986 è docente di musica da camera al Conservatorio di Parma.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.