A Palazzo Zevallos Stigliano una dura lotta fra il Quartetto Gagliano e Sándor Márai

Foto Max Cerrito

Foto Max Cerrito

Si è tenuto a Palazzo Zevallos Stigliano il terzo appuntamento del ciclo “Musica per gli ultimi giorni dell’umanità”, organizzato dall’Associazione Alessandro Scarlatti per ricordare i cento anni dallo scoppio della prima guerra mondiale.
Come negli appuntamenti precedenti, il programma prevedeva l’esecuzione di brani di autori in auge durante l’Impero austro-ungarico e, talora, anche dopo la sua disgregazione, affidati nell’occasione al Quartetto Gagliano, alternati alla lettura di pagine rievocanti quel periodo, che si avvaleva della voce recitante di Raffaele Ausiello.
Introdotta da alcune brevi note illustrative del musicologo Massimo Lo Iacono, la mattinata si è aperta con il Rondo in do minore di Anton Bruckner (1824-1896), composto come esercizio nel 1862, quando l’autore studiava a Vienna con Otto Kitzel e ritrovato più di un secolo dopo fra le carte di quest’ultimo, per cui la partitura venne pubblicata solo nel 1985.
Il successivo Langsamer Satz di Anton Webern (1883-1945), fra i rarissimi pezzi tonali del musicista austriaco, risaliva invece al 1905, mentre la prima parte del concerto si è conclusa con la Serenata italiana per quartetto d’archi di Hugo Wolf (1860-1903), creata nel 1887 partendo da temi ascoltati dal musicista durante un soggiorno nel nostro paese.
Dal canto loro, i due interventi del bravo attore Raffaele Ausiello, che ha letto ampi stralci tratti del romanzo “Le confessioni di un borghese” di Sándor Márai, sono stati inseriti rispettivamente dopo i brani di Bruckner e di Webern.
La seconda parte, interamente musicale, omaggio a Richard Strauss (1864-1949) per i 150 anni dalla nascita, è stata rivolta al Quartetto d’archi in la maggiore op. 2, lavoro giovanile risalente al 1880, dedicato ai componenti del Quartetto Walter, che lo eseguirono l’anno successivo alla Museum-Saal di Monaco.
In complesso un programma molto interessante ma eccessivamente corposo, a causa di una prima parte caratterizzata da inserti letterari troppo lunghi, al punto che si aveva la netta sensazione di assistere ad una presentazione di un libro accompagnata da brevi intervalli musicali.
Ciò ha provocato non solo qualche protesta da parte del pubblico (certamente non molto educata, sebbene comprensibile, se pensiamo che nei primi 25 minuti la musica era limitata al brevissimo rondo bruckneriano), ma anche un prevedibile calo di tensione dei componenti del Quartetto Gagliano, alcuni dei quali non hanno celato una decisa insofferenza, costretti a fare da spettatori sul palco e nel contempo totalmente ignari riguardo alla durata dei due interventi.
Non è un caso che, solo nel quartetto straussiano, interpretato dopo una breve ma salutare interruzione, l’ensemble, costituito da Carlo Dumont e Carlo Coppola (violini), Paolo Di Lorenzo (viola) e Raffaele Sorrentino (violoncello), sia riuscito ad evidenziare pienamente il suo valore.
In conclusione un’iniziativa sicuramente valida, la cui principale difficoltà è quella di trovare un giusto equilibrio fra musica e letteratura, che speriamo venga nuovamente raggiunto nel prossimo ed ultimo appuntamento, affidato al pianista Bruno Canino ed all’attore Andrea de Goyzueta.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.