Domenica 2 novembre l’Autunno Barocco di Convivio Armonico propone tre rari concerti per traversiere e archi

Copertina cd Si Suona a NapoliDomenica 2 novembre, alle ore 19.30, nella suggestiva Basilica Reale e Pontificia di S. Francesco di Paola (Piazza del Plebiscito – Napoli) si terrà il secondo appuntamento con “Autunno Barocco” di Convivio Armonico 2014, la programmazione di Area Arte Associazione in collaborazione con la Rettoria della Basilica.

Il concerto vedrà protagonista l’Ensemble “Le Musiche da Camera” di Napoli che accompagnerà la flautista Renata Cataldi nell’esecuzione di tre rari concerti per Traversiere ed archi di autori della scuola napoletana del ‘700: Nicola Logroscino, Aniello Santangelo e Giuseppe Sellitto.
Nicola Logroscino, il “dio dell’opera buffa” per usare le parole del grande storico della musica napoletana Ulisse Prota-Giurleo, è conosciuto soprattutto per il contributo considerevole che diede ai generi dell’opera comica.
Anche Giuseppe Sellitto fu attivo per quasi tutta la sua esistenza nella città natale, ad eccezione di alcuni brevi periodi.
Nominato organista nella Chiesa di San Giacomo degli Spagnuoli di Napoli, fu anche lui molto attivo come compositore di opere buffe.
Di Aniello Santangelo si conosce ben poco, e solo grazie a recenti indagini di archivio condotte da Gian Giacomo Stiffoni.
Questi concerti fanno parte di un lavoro di ricerca che Renata Cataldi svolge da anni sul repertorio flautistico in aria napoletana e sono stati recentemente registrati, con l’Ensemble Le Musiche da Camera, per l’etichetta internazionale Dynamic in un cd dal titolo emblematico “Si suona, a Napoli!”.

A completamento della proposta musicale per gli “Anniversari della Musica” continua l’omaggio a Michele (Michel) Mascitti per i 350 anni dalla nascita.
Del violinista e compositore abruzzese di scuola Napoletana, oggetto da tempo di una sensibile opera di riscoperta e divulgazione, attivo in gioventù a Napoli benché la sua lunga vita si svolgesse poi a Parigi, dove fu uno dei maggiori divulgatori dello stile italiano in Francia, verranno proposti due dei quattro Concerti a sei parti dell’ Op.VII del 1727 ai quali si deve, almeno in parte, la sua fama, essendo questi i primi del genere pubblicati in Francia ed eseguiti nella celebre serie del Concert spirituel.
Di chiara ascendenza ed ispirazione corelliana, di questi conservano l’eleganza della struttura mettendo in mostra una personale freschezza e personalità dei temi.

Il concerto del 2 novembre conferma la continuità del discorso di valorizzazione artistica e di divulgazione culturale intrapreso dalla Rettoria in comunione con la missione dei Padri Minimi, e con Area Arte, ed inaugura fin da ora il nuovo cursus del sito monumentale, che dalla sua fondazione rappresenta un forte simbolo per la storia di Napoli.

I prossimi concerti vedranno protagonisti l’Ahirang Ensemble di percussioni (30 novembre) con un inedito programma di trascrizioni di opere del barocco per ensemble di percussioni, l’En, che prevede anche omaggi musicali a Jommelli e Fiorenza.
Area Arte organizzerà poi il 28 novembre presso la Domus Ars a Via Santa Chiara 10, un concerto/evento per festeggiare i 50 anni di carriera di Pina Cipriani!

Un evento da non perdere!

Ingresso gratuito con offerta libera per le missioni in Congo dei Padri Minimi

Per ulteriori informazioni
Area Arte
Associazione Culturale Mediterranea
Centro di ricerca sul ‘700 Napoletano
Ensemble “Le Musiche da Camera”
via Benedetto Croce, 23
Napoli
Cell.: 347 2430342
sito web: www.lemusichedacamera.it

________________________________________

Domenica 2 Novembre 2014, ore 19.30
Basilica Reale e Pontificia di S. Francesco di Paola (Piazza del Plebiscito – Napoli)
Concerti alla Napolitana

Renata Cataldi: Traversiere solista
Egidio Mastrominico: Violino primo e concertazione
Giovanni Rota: Violino primo
Federico Valerio, Roberto Roggia: Violini secondi
Fernando Ciaramella: Viola
Leonardo Massa: Violoncello
Ottavio Gaudiano: Contrabbasso
Giuseppe Petrella: Tiorba e chitarra barocca
Debora Capitanio: Clavicembalo

Programma

Michele Mascitti
350 anni dalla nascita
Concerto a Sei Op. 7 n. X in mi minore

Nicola Bonifacio Logroscino
Concerto a cinque, flauto traverso, violino primo, violino secondo, alto viola col basso” in G major / Sol maggiore §

Aniello Santangelo: “Concerto a quattro, traverso solo, violino primo, violino secondo con basso” in D major / Re maggiore §

Michele Mascitti *
350 anni dalla nascita
Concerto a Sei, Op. 7 n. IX in si bemolle maggiore

Giuseppe Sellitto  
“Concerto a quattro, flauto traverso, violino primo, violino secondo et basso” in G major / Sol Maggiore §

*Trascrizioni moderne a cura di Egidio Mastrominico
§ Trascrizioni moderne a cura di Renata Cataldi

Renata Cataldi
Renata CataldiHa conseguito i titoli accademici in Flauto presso i Conservatori “Licinio Refice” di Frosinone e “San Pietro a Majella” di Napoli, e la laurea in DAMS presso l’Università di Bologna.
Tiene concerti come solista, in varie formazioni cameristiche e in orchestra, dedicandosi al flauto traverso moderno, rinascimentale e barocco.
Con il traversiere si dedica in particolare al recupero e alla valorizzazione del patrimonio musicale napoletano del Settecento.
Insieme al gruppo di musica antica “Le Musiche da Camera” ha eseguito, in prima assoluta, numerose musiche e concerti per flauto, che ha ricercato e trascritto, di autori napoletani, tra questi Sellitto, Palella, Logroscino, Santangelo, Prota, Perez, Angrisani, Rava, Cecere, Caputi.
Costituisce e collabora con vari gruppi di musica rinascimentale e barocca (tra questi “I Musici della Serena” e l’“Ensemble Rafi”).
E’ autrice di saggi e articoli pubblicati per l’Archivio di Stato di Roma e la Società Italiana di Musicologia, e per le riviste KonSequenz, Syrinx, Falaut, Pan (Gran Bretagna). E’ tra gli autori de Il flauto in Italia (Istituto Poligrafico dello Stato, 2005). Ha inoltre curato edizioni di musica per la casa editrice Bèrben e per le Edizioni critiche Anteo. Per Ut Orpheus ha avviato un progetto di pubblicazione di composizioni inedite per flauto del Barocco napoletano in prima edizione moderna.

Egidio Mastrominico
Figlio d’arte, dopo il diploma inizia la carriera concertistica che lo vede impegnato in numerose formazioni soprattutto cameristiche in vari generi musicali.
Ha suonato per importanti Festival nazionali e internazionali.
Ha inciso per Dynamic, Tactus, Bongiovanni, Vigesse, Polo Sud, Kicco Records, Fonit Cetra.
Ha ideato e curato la direzione artistica di numerose rassegne concertistiche e progetti didattici e ha ricoperto l’incarico di consulente musicale delle Sovrintendenze ai Beni Culturali e Architettonici di Napoli e di Caserta per diverse manifestazioni.
Maestro concertatore e direttore artistico de “Le Musiche da Camera”, è stato responsabile artistico del Teatro Sancarluccio di Napoli prendendo parte alle sue produzioni di teatro musicale.

Ensemble “Le Musiche da Camera”
Ensemble Le Musiche da CameraÈ una delle formazioni più longeve di musica antica a Napoli.
Fondato nel 1992 da Egidio Mastrominico, l’ensemble, di formazione variabile, ha indirizzato sin dall’inizio la propria attività alla riscoperta di brani inediti o poco conosciuti di compositori napoletani dei secoli XVII e XVIII, presentandone numerose opere in prima esecuzione moderna attraverso il recupero della prassi esecutiva d’epoca.
E’ invitato a partecipare a festival, rassegne e stagioni promosse da enti e associazioni di rilevanza nazionale.
Dal 2001 assieme all’Associazione Area Arte, che ne cura l’attività, l’ensemble ha dato vita alla rassegna “Convivio Armonico” presso il Teatro Sancarluccio di Napoli. In quest’ambito è stato avviato il progetto “L’Intermezzo Ritrovato”, con il mezzosoprano Rosa Montano, che ha visto gli allestimenti, in prima esecuzione moderna, di intermezzi di Sarro, Feo, Vinci, Giordano e inoltre di Scarlatti e Pergolesi.
“Le Musiche da Camera” ha registrato gli Hamilton-Trios di Emanuele Barbella (Tactus) e gli intermezzi Eurilla e Beltramme di Sarro (Bongiovanni).
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.