Venerdì 27 giugno all’Amiata Piano Festival il pianista-robot TeoTronico sfiderà il virtuoso Roberto Prosseda

Foto Michele Maccarrone

Foto Michele Maccarrone

All’Amiata Piano Festival arriva il pianista robot.
Si chiama TeoTronico, ha 53 dita ed è in grado di eseguire in modo impeccabile un repertorio musicale virtualmente infinito.
Domani, venerdì 27 giugno, a Poggi del Sasso (Cinigiano, GR) sfiderà il pianista Roberto Prosseda, uno dei più brillanti interpreti italiani, celebre per le registrazioni di inediti di Mendelssohn e per aver riscoperto uno strumento storico come il piano-pédalier.
Il duello si annuncia appassionante.
TeoTronico ha richiamato l’interesse di giornali e televisioni: è stato ospite di Italia ‘s Got Talent su Canale 5 e di Sostiene Bollani su Raitre.
Domani alle 19 la sfida dal vivo in tre manches.
All’inizio i due pianisti eseguiranno, alternandosi, gli stessi brani: il Notturno op.9 n. 2 di Chopin, la Sonata K427 di Domenico Scarlatti, la Marcia “alla turca” di Mozart e lo Studio trascendentale n. 5 “Fuochi fatui” di Liszt.
Nella seconda parte il robot riprodurrà le storiche e suggestive incisioni su rullo di grandi pianisti del passato, quali il russo Sergeij Rachmaninoff (1873-1943) e il polacco Jósef Hoffman (1876-1957).
Nella terza e ultima parte il robot si cimenterà con il player-piano – una sorta di rullo, versione 2.0 – con cui eseguirà l’Etude per pianola di Stravinsky, lo Studio n. 2 di Nancarrow e due brani scritti appositamente per TeoTronico: Casorati Groove di Nicola Campogrande e Honky-Tonk di Gabrio Taglietti.
Un concerto fuori dagli schemi, dunque, che metterà a confronto due virtuosismi di segno opposto: da un lato la vertiginosa precisione della macchina, dall’altro la profondità interpretativa dell’uomo.
Chi avrà la meglio? Al pubblico di Amiata Piano Festival l’ardua sentenza.

Durante l’intervallo agli ascoltatori verrà offerta una degustazione dei pregiati vini prodotti dalla Cantina ColleMassari.

Amiata Piano Festival è sostenuto dalla Fondazione Bertarelli.

Biglietti, Prenotazioni e Informazioni
gratis per bambini sotto i 12 anni
€ 10 per ragazzi sotto i 26 e per over 65
€ 15 intero.
tickets@amiatapianofestival.com
Tel.: + 39 339 4420336

Il biglietto comprende il rinfresco offerto durante l’intervallo, a cura di Tenuta Montecucco e Cantina Collemassari.
_________________________________________________________

Roberto Prosseda
Il pianista Roberto Prosseda (Latina, 1975) ha guadagnato la notorietà internazionale in seguito alle sue incisioni Decca dedicate a musiche inedite di Mendelssohn, tra cui quella con il Concerto in mi minore con Riccardo Chailly e la Gewandhaus Orchester.
Nel 2013 ha completato, sempre per Decca, la prima integrale completa della musica pianistica di Mendelssohn, in 9 CD.
Dodici sue incisioni sono state incluse nei cofanetti Deutsche Grammophon “Piano Gold” e “Classic Gold”.
Ha suonato come solista con orchestre prestigiose – tra cui London Philharmonic, Filarmonica della Scala, Orchestra Santa Cecilia di Roma, Moscow State Philharmonic – e in sedi quali Wigmore Hall di Londra, Philharmonie di Berlino, Teatro alla Scala di Milano.
Dal 2011 suona in pubblico anche il piano-pédalier e nel 2013 ha inciso l’integrale di Gounod per piano-pédalier e orchestra per l’etichetta Hyperion con l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana diretta da Howard Shelley.
Attivo come saggista e autore televisivo, è ospite regolare di Radiotre, autore e coproduttore di documentari per RAI Educational, mentre per Edizioni Curci firma il libro con cd Il Pianoforte: guida all’ascolto dei capolavori della lirica.
È coideatore e coordinatore artistico della rete di musicisti “Donatori di Musica”, presidente dell’Associazione Mendelssohn Italia e consulente artistico del Festival Pontino.

TeoTronico
Il cyber-pianista TeoTronico è nato a Imola nel 2008 per opera del padre Matteo Suzzi.
Dichiara di non avere una madre, come Pinocchio, e di non sentirne la mancanza.
Ha intrapreso lo studio del pianoforte da autodidatta all’età di 3 giorni, quando era dotato di sole 29 dita.
Con la versione 2.0 (2012), le sue dita sono diventate 53 e possono anche avere una maggiore gamma dinamica.
TeoTronico riproduce impeccabilmente files MIDI e ha quindi un repertorio sterminato che comprende, tra l’altro, le integrali per tastiera di Bach, Haendel, Scarlatti, Haydn, Mozart e Beethoven.
La sua particolare presenza scenica e il suo originale stile pianistico lo hanno portato alla ribalta in importanti sale europee.
Nel 2012, a soli 4 anni, ha debuttato come solista alla Philharmonie di Berlino con i Berliner Symphoniker e al Politeama di Palermo con l’Orchestra Sinfonica Siciliana.
Ora si esibisce in recital sfidando Roberto Prosseda su diversi prestigiosi palcoscenici.
Il suo fascino ha richiamato l’interesse di giornali e televisioni.
Nel 2013 è apparso su Canale 5, nell’ambito di “Italia ‘s Got Talent” in cui ha ricevuto gli apprezzamenti di Maria De Filippi e Gerry Scotti.
Lo scorso 29 settembre su Raitre è stato ospite di Stefano Bollani nella puntata inaugurale di “Sostiene Bollani”.
Oltre a suonare il pianoforte, TeoTronico suole tenere conferenze sull’estetica della riproduzione musicale e tenta sporadiche incursioni nel canto lirico, pur con un timbro di voce forse più adatto al rap.
Ha recentemente dichiarato di non avere studiato neanche un’ora al giorno, potendo riprodurre qualsiasi partiture istantaneamente, compatibilmente con l’estensione delle sue mani.
Il suo sogno nel cassetto è di avere presto 88 dita.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.