Domenica 8 giugno Convivio Armonico di Area Arte ospite a Castellammare di Stabia della rassegna “Primavera del Teatro”

Logo Primavera del TeatroDomenica 8 giugno, alle ore 21.00, al Teatro RAS (via Salario, 12 – Castellammare di Stabia), Area Arte Associazione, in collaborazione con la Fondazione Restoring Ancient Stabiae, per Convivio Armonico 2014, nell’ambito di “Primavera del Teatro”, neonata rassegna artistica a cura di Ettore e Giovanna Massarese, propone il concerto dal titolo “Il bene fragile della Bellezza”, con la partecipazione di Rosa Montano (mezzosoprano), Giusto D’Auria (baritono), Egidio Mastrominico (violino), Marco Ciannella (pianoforte)

In programma musiche di Mozart, Schubert, Schumann, Brahms, Ciannella, Berg, Mendelssohn

Tra XVIII e XIX secolo l’Italia divenne meta di turismo culturale da parte di illustri viaggiatori stranieri, in particolare di lingua tedesca, tra cui grandi nomi del sapere filosofico e artistico, come Mozart, Goethe, Wagner, Liszt.
Attratti dalla Bellezza dell’immortale patrimonio archeologico e paesaggistico, il loro pellegrinaggio si svolgeva con i tempi calmi della devozione, per riportare in patria il sogno di un’ immortalità divina.
Le testimonianze dell’antichità classica nell’arte della “Campania Felix” sono state fonte di ispirazione per la musica e la poesia romantiche tedesche nelle opere di Mozart e nei famosi Lieder di Schubert, Schumann, Brahms, Berg, e per un autore italiano dell’ultima generazione, Marco Ciannella, che torna ad interpretare la Bellezza, ricollegandosi così alla grande tradizione musicale italiana anche ispirandosi alla poesia di classici del nostro Novecento come Salvatore Quasimodo.

Costo del biglietto: 12 Euro
Special Promo under 40: 7,00 € + 1 Drink + Concerto

Info
081-8717114 o al 347 2430342
https://www.facebook.com/RestoringAncientStabiaeVesuvianInstitute
http://www.vesuvianinstitute.it/

Area Arte
Associazione Culturale Mediterranea
Centro di ricerca sul ‘700 Napoletano
Ensemble Le Musiche da Camera
Via B.Croce, 23 Napoli
081 190198227 – 347 2430342
www.lemusichedacamera.it

________________________________________

Rosa Montano
Ha intrapreso giovanissima lo studio del Pianoforte, diplomandosi nel 1982 presso il Conservatorio “S. Pietro a Majella” di Napoli, conducendo parallelamente gli studi classici.
Nel 1990 si è laureata in Lettere Classiche presso l’Ateneo “Federico II” di Napoli con tesi di laurea in Letteratura Greca sui poemi omerici ed ha intrapreso la carriera di docente di materie classiche presso i licei statali, avendo vinto il concorso a cattedre del 1990.
Successivamente ha conseguito tre diplomi di Canto (ramo Artistico, Didattico e Musica Vocale da Camera).
Ha continuato a perfezionare gli studi musicali con il diploma di Alto Perfezionamento in Canto Lirico presso l’Accademia Musicale Pescarese, nella classe del M° E. Battaglia.
Si è dedicata al repertorio liederistico partecipando a più seminari presso l’Accademia “H. Wolf” di Acquasparta (1993 – 1998) e nel 1999 alla Sommerakademie Salzburg – Masterklasse con il M. E. Battaglia.
Ha intrapreso lo studio del repertorio barocco seguendo vari seminari e corsi sulla vocalità antica tenuti dal soprano C. Ansermet.
E’ risultata vincitrice di due borse di studio per i seminari della Fondazione G. Cini di Venezia, nel 1999 per il seminario “L’altro Scarlatti” a cura di C. Miatello, R. Gini e F. Degrada nel quale ha eseguito come solista il Salve Regina di Domenico Scarlatti, e nel 2002 per il seminario “Le Metamorfosi di Praga, ovvero Travestimenti Sacri” a cura di F. Degrada, M. Jonàsová, P. Grazzi e L. Marzola.
E’componente stabile dell’Ensemble “Le Musiche da Camera” diretto da Egidio Mastrominico con cui si dedica al repertorio barocco, in particolare di quello inedito del ‘700 napoletano; nell’ambito del progetto “Gli Intermezzi Ritrovati” ha interpretato in prima esecuzione moderna al Teatro Sancarluccio di Napoli, nel 2001 il ruolo di Eurilla negli intermezzi “Eurilla e Beltramme” di Domenico Sarro – recentemente registrato per l’etichetta Bongiovanni – , nel 2002 il ruolo di Rosicca negli intermezzi “Morano e Rosicca” di Francesco Feo e nel 2003 il ruolo di Erighetta negli intermezzi “Erighetta e Don Chilone” di Leonardo Vinci riscuotendo ampi consensi di critica.
Nel 2007 ha ricoperto il ruolo della protagonista nella “Dirindina” di D. Scarlatti.
Con l’ensemble ha partecipato a rassegne e festival di rilevanza nazionale (“Harmonie Palatinae” 2006 – Palazzo Barberini Roma, Festival “Grande Musica in Chiesa” – Roma, IX Festival “Antiqua”-Torino, 51° Festival di Ravello, “Todi Festival”, VIII Festival di Musica Antica “Seicentonovecento”- Pescara, V e X Edizione del Barocco Festival “Leonardo Leo”- Brindisi, II Festival “Sentieri Armonici” – Bari, VII Festival di Musica Antica “Il Montesardo” – Alessano, III Festival di Musica Barocca “Farinelli”-Andria, Festival Musicarchitettura – Gerace, Festival dell’Opera Buffa “Recitarcantando”- Ripatransone, Festival “Musiche nelle Corti” – Matera, II Convegno Internazionale Jommelli e Cimarosa – Aversa, “Emozioni Pasqua 2009” – Napoli, “Aperitivi alla Reggia 2006” – “Festa dell’Arte 2004” e ”Natale alla Reggia”– Teatro di Corte della Reggia di Caserta, IX e X Maggio dei Monumenti Napoli, Manifestazioni 2006 per il VII Centenario della Certosa di Padula, “Classica al Chiostro”- Sorrento, “ Musica antica per un nuovo mondo” Concerti per Greenpeace, Teatro Comunale di Viterbo,) esibendosi per importanti enti ed associazioni,quali: UNESCO, Regione Campania, Comune e Provincia di Napoli, EPT di Napoli, Sovrintendenza BB.AA. di Caserta, Sovrintendenza BB.AA di Napoli, Sovrintendenza BB.AA. di Salerno e Avellino, Scuola HOLDEN – HoldenArt, Unione Musicisti Napoletani ecc, riportando sempre lusinghieri consensi di pubblico e critica.
Come principale interprete delle Kammeroper del compositore Livio De Luca si è esibita in prima esecuzione assoluta in “Cenerentola non perse la scarpetta”, nel 2003 ne “L’uomo della Folla”, e ne “Il Lupo racconta Cappuccetto Rosso”, e nel 2004 ne “Le Meraviglie di Alice”.
Nel 2004 ha interpretato il ruolo femminile nell’opera “L’ultima domanda” del compositore romano Mauro Bagella.
Come solista con orchestra ha eseguito più volte il “Requiem” di W. A. Mozart, il “Gloria” di A. Vivaldi, gli “Stabat Mater” di A. Scarlatti, G. B. Pergolesi e T. Traetta, il “Requiem” di D. Cimarosa, la “Fantasia” di L. van Beethoven, la “Via Crucis” di F. Liszt, l’oratorio “La vita di Maria” di Nino Rota.
Nell’aprile 2008 ha partecipato al Giubileo di Lourdes con un concerto dedicato al repertorio mariano diretto dal M. L. Quadrini con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “N. Sala” di Benevento.
Pratica inoltre il repertorio liederistico e da camera dell’ ‘800-‘900 per il quale ha ottenuto il Diploma d’Onore al Concorso T.I.M. nel 1996.
Ha inciso per le etichette Vigesse e Bongiovanni.
Ha collaborato con la Compagnia Attori Insieme nello spettacolo “Interno di un convento” prodotto dall’Ente Teatrale Italiano.
In qualità di regista ha curato la regia per allestimenti di opere da camere contemporanee e nel 2010 in occasione del’anniversario Pergolesiano ha curato la regia di due edizioni della Serva Padrona.
Dal 1998 è docente presso il Conservatorio di Musica di Benevento, quale vincitrice del concorso per titoli ed esami bandito nel 1991.
E’ organista e referente per le attività musicali della Basilica Reale e Pontificia di S. Francesco di Paola in Piazza del Plebiscito – Napoli, e del Santuario di S. Antonio a Posillipo.

Giusto D’auria
Si è diplomato in Canto con il massimo dei voti e menzione speciale sotto la guida di Maria Francavilla presso il Conservatorio “F. Torrefranca” di Vibo Valentia, ed in Musica Vocale da Camera con il massimo dei voti presso il Conservatorio “S. Giacomantonio” di Cosenza.
Ha seguito i corsi di perfezionamento dell’Accademia Musicale Pescarese con il M° Mauro Trombetta.
Ha approfondito il repertorio barocco con Claudine Ansermet, Claudio Cavina e Gloria Banditelli, e il Lied tedesco con Edith Boewe-Koob e la musica da camera con Hector Moreno.
Svolge attività concertistica sia come solista che come direttore di coro.
Nel 2002 è risultato vincitore di una borsa di studio per i seminari della Fondazione G. Cini di Venezia, per il seminario “Le Metamorfosi di Praga, ovvero Travestimenti Sacri” a cura di Francesco Degrada, Milada Jonàsová, Paolo Grazzi e Luigi Marzola. Nella stagione 1999-2000 del teatro Bellini di Catania ha ricoperto un ruolo nel Macbeth di G. Verdi, e nel 2001è stato Don Annibale nell’opera “Il campanello” di G. Donizetti.
Con l’ensemble “Le Musiche da Camera” presso il Teatro Sancarluccio di Napoli ha interpretato, in prima esecuzione moderna e con strumenti antichi nell’ambito del progetto “L’Intermezzo Ritrovato”, i ruoli principali negli intermezzi “Eurilla e Beltramme” di D. Sarro nel 2001, “Morano e Rosicca” di Francesco Feo nel 2002, “Erighetta e Don Chilone ovvero il malato immaginario” di Leonardo Vinci nel 2003, la “Dirindina” di D.Scarlatti nel 2007, riscuotendo consensi di pubblico e di critica. Con l’ensemble ha partecipato a vari Festival specializzati in musica antica ed ha registrato presso la prestigiosa sede del Teatro di Corte del Palazzo Reale di Caserta gli intermezzi di Sarro editi dalla Bongiovanni.
Con l’Ensemble Strumentale del Laboratorio per la Musica e l’Opera Barocca di Bazzano nel 2003 ha ricoperto il ruolo di Uberto nella “Serva padrona” di Pergolesi sotto la direzione di Paolo Faldi, replicato anche nell’ambito dell’ “Emilia Romagna Festival”, e nel 2005 il ruolo di Mentastro nell’intermezzo “Il fantasma” di Pietro Morandi.
Ha inoltre cantato come solista nella Matthaus Passion di J. S. Bach, nella Krönungsmesse KV 317 di W.A. Mozart e nel Requiem fur Mignon Op. 98b di R. Schumann.
Per il teatro musicale da camera contemporaneo del compositore Livio De Luca in prima esecuzione assoluta, sempre al Teatro Sancarluccio, ha ricoperto i ruoli principali nelle opere “Cenerentola non perse la scarpetta” 2002 e “L’uomo della folla” – 2003, riproposte assieme a “Il lupo incontra Cappuccetto Rosso” anche per l’Autunno Musicale dell’Associazione “Anna Jervolino” di Caserta.
Nel 2004 ha interpretato uno dei ruoli principali nell’opera “L’ultima domanda” del compositore Mauro Bagella in prima esecuzione integrale.

Egidio Mastrominico
Figlio d’arte, si avvicina alla musica ed al teatro sin da piccolo, seguendo la carriera musicale e teatrale dei genitori Franco Nico e Pina Cipriani.
Vive fin dalla sua fondazione nel 1972, l’eccezionale storia artistica del Teatro Sancarluccio, coadiuvando dal 1980 Franco e Pina, assieme alla sorella Bianca, in tutti i molteplici aspetti della gestione teatrale, e, già responsabile del settore Musica, dal 2007 sino alla fine della gestione nel 2013 ha assunto anche quello di responsabile del settore Teatro.
Parallelamente coltiva la principale vocazione di famiglia per la musica diplomandosi in Violino (perfezionandosi con T. Ninic, C. Rossi), ed in questo modo il sodalizio artistico – familiare si rafforza maggiormente vedendolo impegnato dal 1984 come violinista e come assistente di produzione musicale in tutte le produzioni di Teatro – Canzone e Discografiche (Fonit Cetra, Polo Sud, CPS) della Compagnia del Sancarluccio con Pina Cipriani, da “Antonio de Curtis in arte Totò”, a “Momenti”, “Rosa, Preta e Stella”,“Mama”, “Cantami o Diva”, ”Chest’è la Terra Mia”, “La Forza del Dialetto”, “Song Eduardo”, “Chist’è nu filo d’erba e chill’è o mare”, “EduardoTotò”, ed ha avuto l’onore di collaborare all’ultimo lavoro discografico di Franco “Le Canzoni di Amalfi”.
La carriera musicale si svolge poi anche al di fuori delle attività del Sancarluccio.
La curiosità per i repertori “border line” lo porta, quale componente del Neofonia Ensemble, del trio Aquilando, e a classificarsi al primo posto alla III edizione del Premio Internazionale “Astor Piazzolla” a Castelfidardo e a ricevere il Diploma d’onore al concorso TIM con l’ensemble “South Pole Ballet” con Piero De Asmundis, con i quali incide due cd per le etichette Kicco Records e Vigesse.
Una parte rilevante della sua vita musicale è dedicata allo studio delle prassi violinistiche antiche con strumenti d’epoca (sotto la guida tra gli altri di Enrico Gatti), ed all’interesse per la ricerca musicologica sui repertori dei Maestri del ‘700 Napoletano, cosa che lo ha portato a fondare nel 1992 l’ensemble barocco con strumenti originali “Le Musiche da Camera” del quale è maestro concertatore e direttore artistico.
Con l’Ensemble si dedica alla riscoperta ed al recupero di numerose opere inedite, delle quali cura le trascrizioni moderne, presentate in prima esecuzione in numerosi ed importanti Festival e Rassegne di Musica Antica.
Perez, Latilla, C. Giordano, Ragazzi, N. Sala, Piccinni, Sabatino, sono solo alcuni degli autori di scuola napoletana dei quali ha recuperato opere, ma particolarmente significativi sono stati il lavoro sul violinista – compositore Emanuele Barbella (del quale ha diretto l’incisione in prima registrazione mondiale con l’Ensemble per l’etichetta Tactus dei “Sei Trii a due Violini e Basso dedicati a Lord Hamilton”), nonché il progetto che sotto la denominazione di “L’Intermezzo Ritrovato”, con la collaborazione del mezzosoprano Rosa Montano, del basso Giusto D’Auria e del regista Franz Prestieri, ha visto dal 2001 ad oggi il recupero e la messinscena, prima al Teatro Sancarluccio e poi in vari Festival, di tre intermezzi comici di importanti autori del settecento napoletano: “Eurilla e Beltramme” di Domenico Sarro (del quale ha diretto la prima registrazione mondiale per l’etichetta Bongiovanni), “Morano e Rosicca” di Francesco Feo, ed “Erighetta e Don Chilone” di Leonardo Vinci, nonché della “Dirindina” di D. Scarlatti in occasione dell’anniversario Scarlattiano del 2007 e della “Serva Padrona” per l’anniversario pergolesiano del 2010.
Nel 2011 ha diretto l’ensemble nella registrazione di un cd di Concerti inediti per Traversiere ed archi di autori napoletani quali Palella, Sellitto, Santangelo, Logroscino e Perez, solista Renata Cataldi.
Il lavoro è stato edito dalla casa discografica Dynamic.
Nell’ambito della musica antica ha anche collaborato con varie formazioni cameristiche ed orchestrali (Orchestra da Camera di Caserta, Misteryum Vocis, Artifizzii Musici, Ensemble Il Labirinto, Ensemble Vocale di Napoli, Scherza l’Alma, Il Fondaco delle Fate).
Socio fondatore e Direttore Artistico dal 1997 dell’ AREA ARTE Associazione Mediterranea Culturale – Centro Studi sul Settecento Musicale Napoletano, (Associazione iscritta nel Registro Regionale Operatori dello Spettacolo), ha ideato e curato la direzione artistica di numerose rassegne concertistiche (Le Musiche al Chiostro – Massalubrense, cinque edizioni, Classica con The, Convivio Armonico – dieci edizioni ) e di progetti didattici (“Musica e musicisti al Palazzo Reale nel Settecento”, Lezioni-Concerto realizzate con la collaborazione della Sovrintendenza B.B.A.A. di Napoli presso il Palazzo Reale di Napoli).
Ha ricoperto l’incarico di consulente musicale dalle Sovrintendenze ai Beni Culturali e Architettonici di Napoli e di Caserta per diverse manifestazioni (Le stanze della musica – Palazzo Reale di Napoli 1999, Aperitivi in musica – Palazzo Reale di Caserta 2005).
Attivo in campo didattico in qualità di Docente di ruolo di Violino nella Scuola Secondaria Inferiore ad Indirizzo Musicale, ha ricoperto l’incarico di Maestro Concertatore dell’Orchestra Regionale delle Scuole Medie ad Indirizzo Musicale della Campania.

Marco Ciannella
Compositore, pianista e direttore d’orchestra, si diploma presso il Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli in Composizione, Pianoforte, Clarinetto, Musica Corale e Direzione di Coro; successivamente, consegue il Diploma Accademico di Secondo Livello in Composizione, presso il Conservatorio di S. Cecilia a Roma.
Tra i vari corsi di perfezionamento in Composizione seguiti si ricordano, in particolare, quello tenuto da G. Ligeti nel 1996, presso l’Accademia Internazionale di Musica di Novara e quello presso l’Accademia Chigiana di Siena, tenuto da Luis Bacalov, il quale lo ha segnalato quale miglior allievo; nell’occasione ha ottenuto il Diploma di merito.
In seguito ha partecipato a Masterclass tenute da Gavin Bryars e Nicola Piovani, presso il Conservatorio S. Cecilia.
Frequentemente, esegue egli stesso le proprie composizioni, sia quelle per pianoforte solo sia quelle per formazioni varie da camera e per Orchestra in Italia e all’estero (Svezia, Belgio, Spagna, ecc.) riscuotendo sempre unanimi consensi.
Ha inciso numerosi CD con composizioni proprie.
E’ stato inserito nell’Enciclopedia Italiana dei Compositori Contemporanei edita dalla Casa Editrice Pagano.
Nel 2011 ha registrato, in duo con il flautista Francesco Chirivì, propri brani per flauto e pianoforte presso il teatro dell’Opera di Cordoba (dove sono state registrate anche alcune sue composizioni orchestrali, eseguite dall’Orchestra del relativo Teatro), per l’etichetta Brilliant, che ne ha poi distribuito il CD in Europa e negli U.S.A., tramite la “Naxos”.
Numerosi strumentisti gli hanno chiesto di scrivere per il loro strumento, come il violista svedese Bengt Andersson, il quale ha poi inciso su CD e suonato la Sonata per viola e pianoforte di M. Ciannella, presso il Teatro dell’Opera di Göteborg (dove ha ricoperto il ruolo di prima Viola).
Sue composizioni sono state eseguite, fra l’altro, presso il Palazzo delle Arti (PAN), il Museo di Capodimonte, Villa Pignatelli a Napoli; il Teatro Comunale di Bolsena, il Teatro “dell’Orologio” di Roma, il Teatro D’Ambra di Canosa, il “Palazzo Cittanova” di Cremona, presso “l’Associazione Clavicembalistica Bolognese”, la Biblioteca Civica di Cosenza (Chiostro di Santa Chiara), il Teatro Rendano di Cosenza, il Palazzo della Provincia di Catanzaro, il Castello Steytelinck e l’Auditorium Dieplaan di Limburghall (Anversa, Belgio).
Nel 1997 ha collaborato con Roberto De Simone alla composizione delle musiche del Balletto “Te voglio bene assaje”, eseguito nei teatri “San Carlo” di Napoli, “Alla Scala” di Milano, “Donizetti” di Bergamo.

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.