“Musica per lo Spirito” apre nel segno del romanticismo tedesco

Foto Max Cerrito

Foto Max Cerrito

Primo appuntamento della rassegna “Musica per lo Spirito – Novanta musicisti per sostenere e promuovere i beni artistici e architettonici della Basilica dello Spirito Santo”, organizzata dall’Associazione Mysterium Vocis.
Protagonisti del concerto di apertura sono stati il Coro Mysterium Vocis, diretto da Rosario Totaro, ed il pianista Antonio Di Palma, che si sono confrontati con alcuni brani del periodo romantico tedesco.
Apertura con Im Walde e Mailied, dai Sechs Lieder im Freien zu singen, op. 41 per coro a cappella di Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809-1847), rispettivamente su liriche di August von Platen e Ludwig Christoph Heinrich Hölty.
A seguire Nacht ruht auf den fremden Wegen per coro a cappella, scritta nel 1846 su testo di Heinrich Heine dalla sorella del compositore tedesco, Fanny Hensel Mendelssohn (1805-1847) compositrice di grande raffinatezza, il cui valore, dopo un lunghissimo oblio, sta progressivamente emergendo.
Con Auf dem See, il cui testo era tratto dalla produzione poetica giovanile di Wolfgang Goethe, siamo tornati ai Sechs Lieder, op. 41 di Mendelssohn, che hanno preceduto un corposo intermezzo pianistico consistente nel Carnaval, op. 9, composto da Robert Schumann nel 1835.
Dedicato a Ernestine von Fricken, giovane pianista della quale si era innamorato, conosciuta in casa del suo maestro Friederich Wieck, il brano racchiude una serie di episodi, sentimenti e persone legati alla vita di Schumann, avendo come scenario una immaginaria festa di Carnevale.
E’ stata poi la volta di Der bucklichte Fiedler, O süßer Mai! (che ha dato il titolo alla serata) e Der Falke, appartenenti ai Lieder und Romanzen, op. 93a per coro a cappella di Johannes Brahms (1833-1897), che per tale raccolta attinse alla tradizione popolare centro-orientale e alle liriche di Achim von Arnim e Friedrich Rückert.
Chiusura con Zigeunerleben di Schumann, da Drei Gedichte, op. 29 per coro e pianoforte (1840), le cui parole furono scritte da Emanuel von Geibel.
Come si può vedere, si trattava di un programma di grande interesse, che doveva in origine essere eseguito nella sagrestia della Basilica.
Invece il coro è stato costretto ad esibirsi alle spalle dell’altare, luogo sicuramente suggestivo, ma meno raccolto della sagrestia e caratterizzato da una scarsa acustica.
Per inciso va detto che stiamo assistendo, in ambito cittadino, ad un fenomeno molto preoccupante, consistente nel tenere il maggior numero di concerti possibili in luoghi artisticamente bellissimi, dimenticando però che l’imponenza architettonica, senza un minimo di accorgimento, è nemica dell’acustica.
Inoltre, in questo caso, appare un vero e proprio controsenso che una rassegna nata per supportare alcune opere di restauro, venga poco agevolata dalla struttura che beneficia dell’iniziativa.
E ci fermiamo qui, sperando che nel prossimo futuro l’ostacolo possa essere superato.
I ringraziamenti conclusivi vanno al Coro Mysterium Vocis e al suo direttore Rosario Totaro che, nonostante le difficoltà, sono riusciti a portare avanti il concerto con il consueto entusiasmo, offrendo anche due bis schubertiani (Trinklied e Salve Regina), e una menzione merita anche il maestro Antonio Di Palma, accompagnatore al pianoforte, che ha eroicamente eseguito il difficile e complesso brano di Schumann su uno strumento abbastanza inaffidabile.
La speranza finale è che i prossimi appuntamenti, affidati ad altri prestigiosi protagonisti, possano godere di maggiori fortune dal punto di vista acustico.

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.