Il Conservatorio di San Pietro a Majella inaugura il Maggio dei Monumenti con un omaggio a Jacopo Napoli ed al suo Mas’Aniello

Locandina Mas'aniello
Il Conservatorio San Pietro a Majella conferma il suo profondo legame con la città presentando la sua programmazione musicale per il Maggio dei Monumenti 2014.
Un appuntamento con l’arte e la cultura che enfatizza il patrimonio musicale inestimabile di Napoli, capitale europea della musica e della cultura, che quest’anno il Comune di Napoli promuove nella sua XX edizione nell’ambito del Forum Universale delle Culture di Napoli, inseguendo il tema delle “Storie e leggende napoletane” ispirato all’opera letteraria di Benedetto Croce.
Due mesi densi di appuntamenti (produzioni, concerti, incontri di studio) offerti dal Conservatorio per volontà del M° Elsa Evangelista, appena rieletta Direttore per il prossimo triennio, e garanzia del percorso di crescita artistica già avviato della prestigiosa istituzione napoletana che ha avuto un primo clamoroso riconoscimento con la recente visita-evento del Maestro Riccardo Muti.

Giovedì 8 maggio alle 12.00 nella Sala Scarlatti si inaugura la rassegna con un omaggio a Jacopo Napoli nel ventennale della sua scomparsa, con interventi del Direttore Elsa Evangelista, dell’Assessore alla Cultura del Comune di Napoli Nino Daniele, e di personalità del mondo musicologico come Roberto De Simone, Francesco Canessa, Dinko Fabris e Daniela Tortora, per ricordare una delle figure più rilevanti tra i “Maestri della scuola napoletana” del Novecento.

Figlio d’arte (suo padre Gennaro fu a sua volta grande didatta di generazioni di musicisti napoeltani), Jacopo Napoli fu Direttore del Conservatorio San Pietro a Majella dal 1954 al 1962 e – dopo aver diretto i Conservatori di Milano e Roma – tornò ancora per due anni a dirigere l’istituzione napoletana dal 1976 al 1978, Napoli fu anche un prolifico compositore, ma la sua musica è oggi raramente eseguita.
La tavola rotonda sarà dunque un felice preludio alla ripresa, il 9, 10 e 11 maggio, alle 19.30 presso la Sala Scarlatti del Conservatorio, dell’opera Mas’Aniello, una tragedia di Jacopo Napoli in tre atti su libretto di Vittorio Viviani, rappresentata per la prima volta al Teatro alla Scala di Milano nel 1953, e riallestita per l’occasione in una originale riduzione che coinvolge numerose classi di allievi con i loro docenti, per la regia di Serenella Isidori.
Masaniello è uno dei miti fondatori dell’immagine storica della Napoli vicereale e la ripresa del melodramma di Jacopo Napoli e Vittorio Viviani e sarà l’occasione per una riconsiderazione del personaggio a oltre 360 anni di distanza.
“Jacopo Napoli, infatti – spiega la Direttrice Elsa Evangelista – è stato studioso e didatta ma, soprattutto, ha avuto la capacità di accompagnare nelle scelte alunni quali Riccardo Muti, solo per nominare il più famoso tra tutti e che ancora oggi ama ricordare il ‘suo’ Direttore: dopo averlo sentito sonare ad un saggio, lo convocò nella Direzione, luogo storico le cui mura hanno visto il passaggio di grandi musicisti che ivi hanno mosso i primi passi nel mondo della Musica, e lì gli chiese se avesse mai pensato di studiare Direzione d’Orchestra, perché ‘ebbi l’impressione che tu suonassi più da direttore che da pianista’. Un’intuizione che portò Muti a intraprendere la strada che oggi lo vede tra i più famosi Direttori d’orchestra nel mondo!”

Tra gli eventi da sottolineare nella programmazione del Maggio dei Monumenti, oltre ai concerti dell’Orchestra San Pietro a Majella diretta da Carlo Gargiulo (mercoledì 14 maggio, ore 18.00 e domenica 18 maggio, ore 19.30) e da Francesco Vizioli (con Cecilia Laca, violino e Ermanno Calzolari, contrabbasso, mercoledì 21 maggio, ore 18.00), anche nella sua formazione da camera (con Ciro Liccardi flauto, Antonio Colica violino, Andrea Maini viola, Aurelio Bertuccci violoncello, venerdì 23 maggio, ore 18.00), spicca l’eccezionalità dell’esibizione congiunta dell’Ensemble di corni del San Pietro a Majella alla banda militare americana U.S. Naval Forces Europe Band (venerdì 30 maggio, ore 18.00).
Uno spazio al repertorio antico è riservato a Georg Friedrich Haendel, compositore che tanto amò la musica dei colleghi napoletani, attraverso il lavoro del Laboratorio di Olivia Centurioni (giovedì 19 giugno, ore 17), mentre il repertorio contemporaneo è affidato al sassofono di Evan Parker (venerdì 6 giugno, ore 18.00), realizzato con in collaborazione con l’Associazione “Dissonanzen” e Progetto Sonora Network & Perfoming Arts.
Il Conservatorio celebrerà la giornata europea con un doppio appuntamento che vedrà il suo preludio in un recital pianistico di Eugenio Fels (venerdì 20 giugno, ore 18.00) sfociando nella Festa della Musica con una maratona di concerti nelle sale e nei chiostri monumentali (sabato 21 giugno).
Segnaliamo l’appuntamento con il Bel Canto italiano nel concerto del soprano Maria Grazia Schiavo, accompagnata al pianoforte da Maurizio Iaccarino (martedì 24 giugno, ore 18.00) e il concerto conclusivo della rassegna con la chitarra di Umberto Leonardo dedicato alla tradizione meridionale della danza curatrice del morso della tarantola.

Quest’anno il San Pietro a Majella ha dedicato particolare attenzione al territorio e alle scuole di Napoli, arrivando a ricevere circa 2000 studenti che hanno potuto visitare il Conservatorio con sue classi musicali e la mostra “Verdi e Napoli”, respirandone la storia e l’arte del passato e del presente.
L’appuntamento del Maggio dei Monumenti a loro dedicato è uno spettacolo ideato e curato da Michelangelo Galeati, Vi racconto….la Traviata, dove l’Orchestra del Conservatorio ha avvicinato il repertorio del teatro musicale italiano alla curiosità dei giovanissimi fruitori (martedì 27 maggio, ore 18.00).

I concerti offerti per il Maggio dei Monumenti impreziosiscono l’intensa attività di formazione, di produzione e di ricerca che il Conservatorio San Pietro a Majella propone attuando una serie di progetti di livello nazionale ed internazionale, attraverso una politica di scambi culturali con istituzioni ed enti italiani e stranieri: non a caso il Conservatorio accolse a Napoli, due anni fa, la conferenza di tutti i conservatori europei, affermando il proprio ruolo di primo piano.
Sono in programmazione eventi dedicati alla presentazione di libri e conferenze che vedranno ospiti personalità del mondo internazionale della musica e della musicologia.

Il San Pietro a Majella, erede dei quattro storici Conservatori secenteschi, è depositario di un patrimonio storico-artistico unico al mondo. Il progetto avviato dal Direttore M° Elsa Evangelista, che si poggia sulle alte competenze professionali attive nell’istituto, sta rivelando in maniera sistematica questi tesori. L’ultima iniziativa tutt’ora in corso è la Mostra “Verdi e Napoli”, aperta nella nuova Sala dedicata a Riccardo Muti che l’ha inaugurata il primo marzo scorso in occasione della sua visita in Conservatorio per il conferimento del Premio “San Pietro a Majella” come più importante ex-allievo dell’Istituto, conosciuto a livello planetario.

Nel Maggio dei Monumenti si inserisce perfettamente una visita al Complesso del Convento di San Pietro a Majella, storica struttura cittadina che ospita anche la Biblioteca, l’Archivio Storico e il Museo in cui sono conservati i capolavori e il patrimonio della scuola napoletana, dalle fonti musicali che sono oggetto di studio da parte degli specialisti di tutto il mondo, ai documenti che per secoli hanno registrato l’attività didattica degli antichi Conservatori, alla quadreria e agli strumenti musicali storici: innumerevoli sono stati i grandi maestri che sono passati per le storiche sale del Conservatorio.
Fino al prossimo mese di settembre è possibile visitare la mostra “Verdi e Napoli”, oltre a prenotare visite guidate alle sale dell’istituto (info@sanpietroamajella.it).
Tra i progetti prossimi ci sarà uno spazio dedicato al tricentenario della nascita del compositore napoletano Niccolò Jommelli (1714-1774).

Prof. Giulia Veneziano
Responsabile dell’Ufficio Stampa
Conservatorio di Musica San Pietro a Majella
giuliaveneziano@gmail.com
tel. +39 347.4224433
twitter @GiuliaVen

Conservatorio di San Pietro a Majella
Via San Pietro a Majella,35
80138 Napoli (Italia)
tel. 0039 81 5644411
http://sanpietroamajella.it

________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.