Venerdì 28 marzo il duo Mastrominico-Picciafoco ospite dei “Vespri d’organo”

logo associazione trabaciVenerdì 28 marzo 2014, alle ore 19.30, nella chiesa dell’Immacolata al Vomero (piazza Immacolata), nuovo appuntamento con l’ VIII edizione della rassegna “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli – Vespri d’organo”, organizzata dall’Associazione Trabaci, il cui direttore artistico è il maestro Mauro Castaldo, gemellata con il St. Nikolaus Orgelfestival di Stuttgart (Germania), dedicata quest’anno alla memoria della contessa Milly Gardini.
Protagonisti del concerto il violinista Egidio Mastrominico e l’organista Giovanni Picciafoco, che alterneranno brani solistici a pezzi per violino ed organo, tutti di raro ascolto.
L’apertura sarà rivolta al tedesco Johann Gottfried Walther (1684 – 1748), cugino di Bach, figura eclettica di compositore, organista e anche lessicografo, in quanto fu il primo a scrivere un dizionario in tedesco, nell’ambito del quale inserì la spiegazione di circa tremila vocaboli legati al campo musicale, oltre alla biografia di molti autori.
Il suo Concerto del Signor Telemann appropriato all’Organo appartiene alle numerose trascrizioni da lui effettuate su brani di musicisti famosi dell’epoca come Vivaldi e lo stesso Telemann.
A seguire tre dei Sei pezzi, op. 150 per violino e organo di Josef Gabriel Rheinberger (1839 – 1901), nato in Liechtenstein ma trapiantato in Germania, noto soprattutto per la sua vasta produzione organistica che si caratterizza per la perfetta fusione fra spirito romantico e severo stile contrappuntistico, adattato alle potenzialità dello strumento.
Toccherà poi alla enigmatica e suggestiva Passacaglia dell’Angelo Custode per violino solo, che l’austriaco Heinrich Ignaz von Biber (1644 – 1704) pose in chiusura della sua raccolta dedicata alle “Sonate del Rosario”.
Meno famoso di molti suoi colleghi, pur se considerato uno degli autori francesi più completi, nel periodo a cavallo fra fine Ottocento e inizio Novecento, Gabriel Pierné (1863–1937) fu anche grande organista ed apprezzato direttore d’orchestra.
La sua produzione abbracciò praticamente tutti i generi e, fra i brani per organo, spiccano i Trois Pièces pour Grande Orgue à pédales, op. 29
L’interessantissimo programma si chiuderà con la Sonata Quarta per violino e organo dell’austriaco Johann Heinrich Schmelzer (1623-1680), tratta dalla raccolta Sonatae unarum fidium seu, pubblicata nel 1664 e dedicata al cardinale Carlo Carafa della Spina, nunzio apostolico a Vienna dal 1658 al 1664.

L’ingresso è libero

Prossimi appuntamenti
Venerdì 25 aprile, ore 19.30, nella chiesa dell’Immacolata al Vomero, recital del maestro Luigi Zanni

Venerdì 30 maggio, ore 19.30, nella chiesa dell’Immacolata al Vomero, recital del maestro Mauro Castaldo

Per ulteriori informazioni
Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci
Via Duca di San Donato, 28 – Napoli
Tel.: 081.5634518
Cell.: 339.5389103
e.mail: associazionetrabaci@alice.it
sito web: www.trabaci.com

_________________________________________________________

Programma

Johann Gottfried Walther (1684 – 1748): Concerto del Signor Telemann appropriato all’Organo

Josef Gabriel Rheinberger (1839 – 1901): Abendlied – Pastorale – Elegie (da Six Pièces op.150)
(violino e organo)

Heinrich Ignaz von Biber (1644 – 1704): Passacaglia dell’Angelo Custode per violino solo (dalle “Sonate del Rosario”)

Gabriel Pierné (1863–1937): Trois Pièces pour Grande Orgue à pédales

Johann Heinrich Schmelzer (1623-1680): Sonata Quarta dalla raccolta Sonatae unarum fidium seu (violino e organo)

Egidio Mastrominico
Dopo il diploma si perfeziona con Cristiano Rossi e segue master-classes con Tonko Ninic e George Monch.
Ha studiato la prassi violinistica antica sotto la guida di Enrico Gatti, e seguendo seminari con Jaap Schroeder, Chiara Banchini, Guido Morini.
Parallelamente l’interesse per la ricerca musicologica lo ha portato a fondare nel 1993 l’ensemble barocco con strumenti originali “Le Musiche da Camera” del quale è maestro concertatore e direttore artistico, con il quale si dedica alla riscoperta del repertorio dei Maestri del 700 napoletano recuperando numerose opere inedite presentate in prima esecuzione moderna, delle quali cura la trascrizione.
Ha collaborato con varie formazioni di musica antica e orchestre (Misteryum Vocis, Artifizzii Musici, Ensemble Il Labirinto, Ensemble Vocale di Napoli, Scherza l’Alma, Il Fondaco delle Fate),e si è esibito per enti e festivali in Italia ed all’estero. Ha al suo attivo numerose produzioni discografiche in qualità di solista per le etichette Tactus, Polo Sud, C.P.S., Kicco Record, Vigesse.
La curiosità per i repertori “altri” lo ha portato a classificarsi al primo posto alla III edizione del Premio Internazionale “Astor Piazzolla” a Castelfidardo quale componente del Neofonia Ensemble e a ricevere il Diploma d’onore al concorso TIM con l’ensemble “South Pole Ballet”.
E’ attivo in campo teatrale quale violinista di numerose produzioni di teatro musicale collaborando stabilmente in qualità di violino solista e concertatore di gruppi strumentali con la Compagnia del Sancarluccio di Napoli.
Ha ideato e curato la direzione artistica di numerose rassegne concertistiche e di progetti didattici ed è direttore artistico dell’associazione Area Arte nonchè responsabile del settore “Musica” del Teatro Sancarluccio di Napoli.
Ha ricoperto l’incarico di consulente musicale dalle Sovrintendenze ai Beni Culturali e Architettonici di Napoli e di Caserta per diverse manifestazioni (Le stanze della musica – Palazzo Reale di Napoli 1999, Aperitivi in musica – Palazzo Reale di Caserta 2005).
E’ docente di violino nelle S.M.S. ad indirizzo musicale svolgendo anche la funzione di Maestro Concertatore dei Violini dell’Orchestra Regionale delle Scuole Medie ad Indirizzo Musicale della Campania.
Suona un violino Rodolfo Fredi del 1937 che alterna ad uno del 1995 del liutaio Franco Giraud con montatura barocca copia di scuola cremonese.

Giovanni Picciafoco
È nato a Napoli nel 1958.
Si è diplomato in pianoforte con il M° E. Galdieri.
Ha seguito lo studio dell’Organo con i Maestri E. Marchetti, G. D’Onofrio e G. Postiglione.
In qualità di organista, ha prestato il suo servizio, presso importanti basiliche napoletane e santuari campani.
Ha al suo attivo numerosi concerti sia come solista all’organo che in formazioni strumentali di vario tipo e con orchestre da camera.
Ha collaborato alla riscoperta del compositore napoletano Alessandro Salvatore Speranza (1728-1797) nato nel territorio dell’Antica Terra di Palma.
Ha partecipato alle varie edizione della “GIOIA”, “Giornata Organistica Italiana” indetta dall’Associazione Italiana Organisti di Chiesa.
Dal 2010 membro dell’Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci di Napoli, è tra gli esecutori della rassegna “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli”.
Componente della commissione liturgica per la diocesi di Nola, svolge la sua attività musicale come organista titolare presso il Duomo di Nola, il Santuario di S. Maria a Parete di Liveri e la Basilica di S. Giuseppe Vesuviano.
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.