La seconda edizione della rassegna “I Concerti dell’Accademia” si apre con un ensemble tutto femminile

Foto Angela Bosco

Ensemble Musico Spirto – Foto Angela Bosco

L’appuntamento inaugurale della seconda edizione de “I Concerti dell’Accademia”, rassegna organizzata dall’Associazione Culturale Accademia Reale e affidata alla direzione artistica del maestro Giovanni Borrelli, ha avuto come protagonista l’Ensemble Musico Spirto, formato da Roberta Andalò e Sabrina Santoro (soprani), Manuela Albano (violoncello) e Maria Rosaria Marchi (clavicembalo).
Il quartetto ha proposto un’interessante panoramica, legata a mottetti sacri a due voci pari, appartenenti alla produzione sia di autori celebri che di musicisti oggi quasi sconosciuti, attivi nel periodo rinascimentale e in quello barocco.
Apertura con due brani di Monteverdi, scritti durante la sua permanenza a Venezia, O, bone Jesu (dalle Sacrae Cantiuncolae, 1582) e Sancta Maria, seguiti da Duo Seraphim dell’inglese Richard Dering (1580 ca. – 1630), per alcuni anni ambasciatore a Venezia, che raggiunse una discreta fama nei Paesi Bassi (fu organista presso il convento delle monache benedettine a Bruxelles e molte delle sue composizioni vennero stampate ad Anversa).
E’ stata poi la volta di Jesu, mi dulcissime, a voce sola, del ferrarese Alessandro Grandi (1577-1630), che a Venezia fu presumibilmente allievo di Giovanni Gabrieli, nonché assistente di Monteverdi quando quest’ultimo era maestro del coro della Basilica di San Marco.
I successivi Ego dilecto meo e O jucundissimum, mettevano in evidenza il frate minore conventuale bolognese Bartolomeo Montalbano (1598-1651), la cui carriera si svolse soprattutto nella città natale, anche se la maggior parte dei suoi brani fu data alle stampe quando era maestro di cappella a Palermo.
Abbiamo poi ascoltato Nativité de la Vierge e Serve bone del celebre compositore parigino Marc-Antoine Charpentier (1636-1704), che da giovane si formò a Roma con Carissimi.
Siamo quindi tornati nell’ambito della produzione monteverdiana con O stellae, per voce sola, versione sacra del madrigale profano Sfogava con le stelle, curata da Aquilino Coppini e contenuta in una raccolta di contrafacta spirituali dal titolo Musica tolta da i madrigali di Claudio Monteverde, e d’altri autori … e fatta spirituale, a cinque, et sei voci, stampata nel 1607 a Milano.
Al ferrarese Girolamo Frescobaldi apparteneva invece Decantabat populus Israel, tratto dal Liber secundus diversarum modulationum pubblicato a Roma nel 1627, mentre di Giacomo Carissimi (1605-1674), è stato proposto Alma redemptoris mater.
Chiusura nel segno di Antonio Vivaldi (1678-1741) con Esurientes implevit e Laudamus te, pagine tratte rispettivamente dal Magnificat e dal Gloria.
Per quanto riguarda le interpreti, riunitesi recentemente nell’Ensemble Musica Spirto, si distinguono da molto tempo per bravura e professionalità e hanno tutte al loro attivo un curriculum prestigioso.
Così abbiamo potuto apprezzare l’intensa esecuzione, ricca di sfumature, di Roberta Andalò e Sabrina Santoro, sia nei due brani a voce sola, sia nei mottetti a due voci, dove hanno evidenziato un notevole affiatamento.
Molto brave anche Manuela Albano e Maria Rosaria Marchi, che hanno ben accompagnato le due cantanti, dando vita ad un insieme particolarmente suggestivo e raffinato, esaltato dall’acustica quanto mai adatta a tale repertorio della chiesa di San Gennaro all’Olmo.
In conclusione un ottimo esordio di una rassegna che si preannuncia quanto mai interessante e piacevole, grazie all’abbinamento fra proposte musicali spesso inedite ed elevato livello degli ospiti.

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.