Venerdì 31 gennaio il MelisMandolin Quartet ospite della rassegna “Il Venerdì, c’è Musica in Basilica!”

Basilica di San Giovanni MaggioreVenerdì 31 maggio, alle ore 20.30, il MelisMandolin Quartet, formato da Salvatore Della Vecchia, Carla Senese (mandolini), Marcello Smigliante Gentile (mandola) e Riccardo Del Prete (chitarra), sarà ospite della rassegna “Il Venerdì, c’è Musica in Basilica!”, nella splendida Basilica di San Giovanni Maggiore (rampe San Giovanni Maggiore – Napoli).

MelisMandolin Quartet è una formazione a plettro composta da musicisti con alle spalle una ricca attività concertistica sia in qualità di solisti che nell’ambito di diverse formazioni cameristiche che insieme hanno maturato l’obiettivo di divulgare e valorizzare la musica per mandolino.
Il quartetto, nonostante la sua recente costituzione, ha al suo attivo diversi concerti in Italia e all’estero.
Nel 2013 il MelisMandolin ha avuto l’onore di suonare in occasione della ricorrenza del 150° dalla nascita del compositore Raffaele Calace.
Ciò che più è apprezzato dalla critica e che lo contraddistingue è la varietà di proposte sempre molto ricercate, che toccano stili ed autori diversi, rendendo accattivanti i concerti sempre apprezzati dal pubblico.

Ingresso a offerta libera

Per info
Barbara Fumagalli
3356709575

luigi.grima@alice.it
fondazione@ordineingegnerinapoli.it
www.facebook.com/AmicidellaBasilica

________________________________________

Programma

G. B. Pergolesi (1710 – 1736): Duetto “Stabat mater dolorosa” (arrangiamento ed elaborazione di R. Del Prete)

A. Amadei (1866 – 1935): Suite marinaresca

E. Marucelli (1877 – 1907): Valzer Fantastico

E. Mezzacapo (1832 – 1898): Andante et Polonaise

G. Bizet (1838 – 1875): Fantasia sull’Opera “Carmen” (elaborazione per quartetto romantico di V. Billi)

R. Calace (1863 – 1934): Intermezzo romantico op. 146

H. Oswald (1852 – 1931): Tarantella op. 14 (arrangiamento ed elaborazione di R. Del Prete e S. Della Vecchia)

M. de Falla (1876 – 1946): La vida breve – Danza Española n. 1

A. Piazzolla (1921 – 1992): Oblivion (arrangiamento ed elaborazione di S. Della Vecchia)

G. Rossini (1792 – 1868): Sinfonia dell’opera “Il Barbiere di Siviglia” (elaborazione per quartetto romantico di E. Marucelli)

Salvatore Della Vecchia
Nasce a Napoli nel 1986 e sotto la guida del maestro Fabio Menditto consegue con lode nel 2008 il diploma in mandolino e nel 2012 il secondo livello ad indirizzo solistico presso il conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.
Nel 2011 consegue l’esame di compimento inferiore di composizione ed è attualmente iscritto al 6° anno ordinamentale nella classe del M°Gaetano Panariello, docente presso lo stesso conservatorio.
Partecipa a molteplici concorsi e rassegne: nel 2002 è vincitore del 1° premio al Concorso Nazionale di Musica Capitanata; nel 2006 si classifica secondo al Concorso internazionale per mandolino solo Raffaele Calace; nel 2010 vince il “Premio nazionale delle arti” come miglior mandolinista diplomato in Italia.
Nell’aprile 2007 fa parte dell’Orchestra a plettro Europea (EGMYO), in qualità di 1° mandolino, esibendosi in diversi teatri del nord Italia ed in Novembre tiene concerti per mandolino solo in occasione delle “Giornate Mandolinistiche mondiali”.
Dal 2007 al 2012 è membro dei Neapolis Ensemble con cui si esibisce in Francia, Spagna, Germania, Belgio, Estonia, Russia, Argentina, Cile, Messico, Uruguay, e con i quali incide tre dischi: Palummella (Calliope / Harmonia Mundi, 2008), 77 (Aeon, 2010), Lo Guarracino (Harmonia Mundi, 2012).
Dal 2011 è direttore artistico dell’orchestra a plettro “Le Corde della Costa d’Amalfi”, con la quale si è esibito nel 2013 in qualità di solista presso il Teatro municipale di Munster in Germania. Nell’ambito della musica classica fa parte di varie formazioni cameristiche.
Molto apprezzato è il duo cameristico “Dual String”, con la pianista Maria di Franco, con il quale sperimenta la sua vena compositiva nell’intento di mostrare la versatilità e gli infiniti aspetti di uno strumento che bene si adatta ad ogni genere musicale.

Carla Senese
Nasce a Napoli nel 1986 e sotto la guida del M° Fabio Menditto si diploma con lode in mandolino nel 2007 presso il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella.
È vincitrice di diversi concorsi tra cui il primo premio al concorso nazionale di musica di Capitanata (2004), il primo premio assoluto al XVI concorso nazionale di musica “G. B. Pergolesi”(2004), il primo premio assoluto con borsa di studio al X concorso nazionale di musica “Città di Bacoli” (2004), il primo premio assoluto con borsa di studio al XVIII concorso nazionale di musica “G. B. Pergolesi” (2006), il secondo premio al VII concorso Calace (2010).
Ha al suo attivo diversi concerti sia da solista che in diverse formazioni, in orchestra a plettro, in quartetto a plettro, in duo con il pianoforte e il clavicembalo e in duo con la chitarra.
In qualità di solista si è distinta nell’esecuzione del concerto di J. N. Hummel in Sol maggiore per mandolino e archi con l’orchestra del conservatorio San Pietro a Majella di Napoli (2007) e nell’esecuzione del concerto di Giuseppe Giuliano in si bemolle per mandolino e archi presso l’Aula Magna del Seminario Vescovile di Vittorio Veneto nell’ambito della manifestazione Giornate nazionali sul Mandolino – 10° Edizione (2009).
In duo con il chitarrista Riccardo Del Prete svolge un’intensa attività concertistica, conseguendo il primo premio assoluto al XVI concorso “Flegreo” (2011), il primo premio della sezione musica da camera del “V Fiuggi Guitar festival” (2011) e il primo premio assoluto al concorso “Napolinova” (2012) ed esibendosi presso il Museo di Arte Contemporanea di Praja, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il Museo di Roma in Trastevere, il Circolo Politecnico delle Arti di Napoli, Palazzo Venezia di Napoli.
Ha conseguito con il massimo dei voti e la lode presso l’Università di Napoli Federico II nel 2009 la laurea in Archeologia e Storia delle Arti con una tesi in storia della musica e nel 2012 la laurea magistrale in Storia dell’Arte.
È attualmente laureanda in Musica da Camera presso il conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.

Marcello Smigliante Gentile
Nasce a Pozzuoli nel 1991, e all’età di 10 anni inizia lo studio del mandolino con il maestro Gianluigi Sperindeo, per poi proseguirli presso il conservatorio di Napoli S. Pietro a Majella, dove si diploma col massimo dei voti nel 2013.
Si esibisce fin da giovane in numerose orchestre a plettro e formazioni cameristiche quartetti (Orchestra mandolinistica G. Diano, Associazione Mandolinistica Puteolana, Quartetto a plettro napoletano, Accademia Mandolinistica Napoletana).
Collabora dal 2012 con la produzione Musicaetcetera in qualità di membro di un quartetto che esegue sinfonie d’opera del Settecento.
Coltiva anche la sua passione per la musica popolare nell’ambito dell’ensemble ‘Macchia Mediterranea’, gruppo di musica popolare che tenta di proporre un’interpretazione allo stesso tempo nuova e verace del repertorio folkroristico del sud Italia.

Riccardo Del Prete
Nato a Napoli nel 1982, ha studiato presso il Conservatorio della sua città con Renato Castaldo e con Bruno Battisti D’ Amario, sotto la cui guida si è diplomato con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma.
Ha frequentato numerosi corsi nazionali ed internazionali di alto perfezionamento con Angelo Gilardino, Marco Socìas, Dale Kavanagh, Alvaro Pierri e partecipato a varie Masterclass tenute dal chitarrista e compositore francese Roland Dyens, ricevendone il plauso come “…talentuoso artista…”.
Svolge un’intensa attività concertistica da solista, esibendosi in Germania, Francia, Belgio e Polonia, in duo con flauto e la chitarra.
Si è affermato come solista in diversi concorsi chitarristici, conseguendo il primo premio al III Concorso “Città di Castelfidardo” (2000), al Concorso nazionale “Giovani chitarristi” di Mottola (2000), al “I concorso M. M. Ponce” (2003).
Grazie ad una borsa di studio ha partecipato al “X Internationales Gitarren-Symposium” di Iserlhon in Germania.
Gli è stato attribuito per tre volte il “Premio Patta”, borsa di studio che l’Arts Academy di Roma mette in palio per gli allievi più meritevoli ed una borsa di studio in Spagna presso il conservatorio di Tarragona.
Nel settembre 2003 fonda il quintetto ConCorde, col quale è impegnato nello studio e nella valorizzazione delle musiche per chitarra e quartetto d’archi.
Nel 2004 il quintetto vince il 1° premio assoluto al concorso “Città di Bacoli” (2003), ”Città di Castelfidardo” (2004), il 2° premio al concorso “Città di Formia” (2004), “MusicAtri” (2004) e il VII Concorso europeo di musica da camera “Pietro Argento” (2004).
Nel 2007 ha fatto parte della giuria del concorso internazionale di chitarra classica IV International Guitar Festival “Guitarmania” in Karpacz (Polonia).
Nel 2011 ha conseguito il II livello in discipline musicali ramo chitarra del ‘900 sotto la guida del M° Lucio Matarazzo.
Ha curato per la casa editrice Ut Orpheus i Ghiribizzi e le 37 Sonate per chitarra di Niccolò Paganini, in via di pubblicazione per il 2013.
Attualmente è docente di chitarra classica presso la scuola media di Scalea.

________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.