Mercoledì 20 novembre a Bologna concerto di Uto Ughi a favore della Fondazione ANT

Logo Ant 35Mercoledì 20 novembre, ore 20.30, al Teatro Manzoni, il violinista Uto Ughi, insieme ai Filarmonici di Roma, tiene un concerto a sostegno della Fondazione ANT Italia Onlus, la principale realtà italiana non profit per l’assistenza domiciliare ai malati oncologici.
Il concerto è organizzato da Teatro Auditorium Manzoni e Associazione Bologna Festival.
Tra i più grandi violinisti del nostro tempo, Uto Ughi impagina un programma che scorre la letteratura violinistica dal tardo Seicento ad inizio Novecento, tra lirismo e virtuosismo, eseguendo alcuni capisaldi del repertorio: dalla celebre Ciaccona del bolognese Tomaso Antonio Vitali alla trascrizione della Danza spagnola di Manuel de Falla elaborata del grande violinista viennese Fritz Kreisler, passando attraverso Beethoven, Wieniawski, Saint-Saëns, Čajkovskij, senza tralasciare la funambolica Fantasia su Carmen di Pablo de Sarasate.

Il concerto è realizzato con il sostegno di Bartolini Corriere Espresso e Unicredit Banca e con la generosa partecipazione di Grand Hotel Majestic “già” Baglioni.

Biglietteria

Biglietti da € 25 a € 45, in vendita presso la Biglietteria del Teatro Auditorium Manzoni (Via de’ Monari 1/2) martedì – sabato ore 15 – 18.30 e nei punti vendita VivaTicket in Bologna e provincia.

Informazioni
Teatro Auditorium Manzoni
tel. 051 6569672
www.auditoriumanzoni.it

Associazione Bologna Festival
tel. 051 6493397
www.bolognafestival.it

Ufficio Stampa Bologna Festival
Paola Soffià
stampa@bolognafestival.it
cell. 328 7076143
tel. 051 6493397

Comunicazione Fondazione ANT
Maria Rita Tattini
mariarita.tattini@ant.it
cell. 340 4107071 –
tel. 051 7190166

_________________________________________

Teatro Manzoni – Mercoledì 20 novembre ore 20.30
UTO UGHI, violino
I FILARMONICI DI ROMA

«Violino romantico»

Tomaso Antonio Vitali: Ciaccona

Ludwig van Beethoven: Romanza in fa maggiore op.50

Camille Saint-Saëns: Introduction et Rondo capriccioso op.28

Henryk Wieniawski: Polonaise n.1 in re maggiore op.4

Pëtr Il’ič Čajkovskij: Méditation op.42 n.1

Manuel De Falla/Fritz Kreisler: Danza spagnola da “La vida breve”

Pablo de Sarasate: Fantasia su Carmen op.25

Gli artisti

Uto Ughi

Foto Serra - Bologna Festival

Foto Serra – Bologna Festival

Talento straordinario sin dalla prima infanzia, Uto Ughi si è esibito per la prima volta in pubblico all’età di sette anni eseguendo la Ciaccona dalla Partita n.2 di Bach e alcuni Capricci di Paganini.
Ha compiuto gli studi sotto la guida di George Enescu, già maestro di Yehudi Menuhin.
Ha suonato in tutto il mondo con le più prestigiose orchestre sinfoniche, tra cui Concertgebouw di Amsterdam, Boston Symphony Orchestra, New York Philharmonic, Philadelphia Orchestra, Washington Symphony Orchestra, sotto la direzione di maestri quali Sergiu Celibidache, Colin Davis, Giuseppe Sinopoli, Wolfgang Sawallisch, Zubin Mehta, Kurt Masur, John Barbirolli, Myung-Whun Chung, Lorin Maazel.
Uto Ughi non limita i suoi interessi alla musica: da oltre un decennio si adopera in prima persona per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio artistico nazionale.
In quest’ottica ha fondato il Festival “Omaggio a Venezia” e successivamente il festival “Omaggio a Roma”.
Ideatore, fondatore e direttore artistico del festival “Uto Ughi per Roma”, conferma il suo impegno nella diffusione del grande patrimonio musicale internazionale con concerti aperti gratuitamente al pubblico.

I Filarmonici di Roma
L’orchestra da camera I Filarmonici di Roma (già Orchestra da camera di Santa Cecilia) si è costituita per iniziativa di alcuni componenti dell’organico orchestrale dell’Accademia di Santa Cecilia. Fin dal suo apparire ha riscosso ampi consensi di pubblico e critica.
Con un repertorio che spazia dalla musica barocca a quella contemporanea, l’orchestra ha tenuto concerti con solisti e direttori di fama internazionale, tra cui Menuhin, Milstein, Rostropovich, Szeryng, Gazzelloni, Sawallisch. Attualmente svolge un’intensa attività concertistica e discografica con Uto Ughi, in qualità di solista e direttore. Recente, l’incisione del CD “Violino romantico” per l’etichetta discografica Sony.

FONDAZIONE ANT ITALIA ONLUS
La Fondazione ANT Italia Onlus è la più ampia realtà non profit in Italia per l’assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai malati oncologici. Nata a Bologna nel 1978 per iniziativa dell’oncologo Franco Pannuti, ANT si prende cura dei sofferenti di tumore nelle loro case, tra le cose e gli affetti di sempre, portando il conforto di un supporto specialistico con uno standard pari a quello ospedaliero. ANT fonda il proprio operato sul principio di Eubiosia (dal greco antico, eu/bene-bios/vita) ovvero “buona vita, vita in dignità” sino all’ultimo respiro. Dal 1985 ad oggi ANT ha assistito in modo completamente gratuito oltre 96.000 malati di tumore in 9 diverse regioni italiane (dato aggiornato al 30 giugno 2013). Circa 4.000 persone sono assistite ogni giorno a domicilio da 20 équipes di operatori sanitari ANT che garantiscono cure di tipo ospedaliero e socio-assistenziale. Sono complessivamente 400 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari e funzionari) cui si affiancano circa 1.600 Volontari iscritti nel registro ANT, impegnati nella logistica e nella raccolta fondi. Il supporto fornito da ANT affronta ogni genere di problema nell’ottica del “benessere globale” del Malato, con un approccio a 360°.
L’assistenza ANT è attiva 24 ore su 24, ogni giorno dell’anno. Entro i limiti delle risorse disponibili, ANT dedica un’attenzione particolare agli aspetti sociali, fornendo servizi che vanno oltre l’ambito strettamente medicale: cure igieniche, cambio biancheria, biblioteca e cineteca domiciliare, trasporto del malato da casa all’ospedale per svolgere esami strumentali che non possono essere eseguiti a domicilio. La Fondazione opera in Italia attraverso un centinaio di Delegazioni, dove la presenza di Volontari è molto attiva. Alle Delegazioni competono, a livello locale, le iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi e la predisposizione della logistica necessaria all’assistenza sanitaria domiciliare.
La Fondazione ANT è inoltre fortemente impegnata nella prevenzione oncologica con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie. Nell’ambito del solo Progetto Melanoma, che ha preso il via nel 2004, sono stati visitati 67.283 pazienti in 63 diverse province italiane (dato aggiornato al 30 giugno 2013). Le campagne di prevenzione si attuano sia presso strutture sanitarie offerte gratuitamente ad ANT, sia negli ambulatori ANT di Bologna e di Brescia, sia all’interno dell’Ambulatorio Mobile ANT – Bus della Prevenzione. Il mezzo, dotato di strumentazione diagnostica all’avanguardia (mammografo digitale, ecografo e videodermatoscopio) consente di realizzare sul territorio visite di prevenzione nell’ambito dei vari progetti portati avanti.
La Fondazione ANT raccoglie circa 22 milioni di euro l’anno e solo il 17% dei proventi proviene da fonti pubbliche, per lo più da convenzioni con le ASL. Prendendo come riferimento il 2012, ANT finanzia la maggior parte delle proprie attività grazie alle erogazioni di privati cittadini e alle manifestazioni di raccolta fondi organizzate (56%) al contributo del 5×1000 (11%) a lasciti e donazioni (12%) al contributo di banche e fondazioni (1%) e infine grazie alla gestione immobiliare e finanziaria (3%). ANT è la 10^ Onlus nella graduatoria nazionale su oltre 30.000 aventi diritto nel medesimo ambito. Per quanto concerne la destinazione dei proventi, nel 2012 il 15% è stato impiegato nelle spese per la raccolta fondi, l’1% è stato destinato alle imposte, mentre il 79% di quanto raccolto è stato destinato all’attività istituzionale (assistenza, prevenzione, formazione, attività di sedi e delegazioni) a fronte di un avanzo gestionale che nel 2012 si è attestato sul 5%. Il costo globale della presa in carico di ciascun assistito ANT (in media 100 giorni) nel 2012 è stato pari a 2.156 euro (esclusi i farmaci che restano a carico del Servizio Sanitario Nazionale e il cui costo è assimilabile a quello della presa in carico). Secondo una recente elaborazione Ageing Society – Osservatorio Terza Età su dati del Ministero della Salute, Farmindustria – il costo medio per una giornata di degenza in ospedale è di 780 euro (comprensivo di farmaci, servizi, ecc. – dati riferiti all’anno 2009).

Fondazione ANT Italia Onlus – Istituto delle Scienze Oncologiche, della Solidarietà e del Volontariato
Via J. di Paolo, 36
40128 Bologna
Tel. + 39 051 7190111
Fax +39 051 7190150
www.ant.it
Conto corrente postale 11 42 44 05
Presidente: Raffaella Pannuti
raffaella.pannuti@ant.it

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.