Dal 22 al 28 novembre la Fondazione Pietà de’ Turchini propone i suoi eventi più significativi del 2013

Logo Fondazione Turchini def.aiDal 22 al 28 novembre la Fondazione Pietà de’ Turchini concentra i suoi più significativi appuntamenti dell’anno 2013: una nuova produzione musicale, un convegno internazionale, la X edizione del Concorso di Canto barocco Francesco Provenzale e il meeting del direttivo della Rete Europea della Musica Antica (REMA) che rappresenta circa 70 festival europei di musica antica. La Fondazione Pietà de’ Turchini segna un’altra tappa nell’ambito del progetto pluriennale dedicato alla produzione musicale fiorita nelle dimore aristocratiche napoletane nonché alle grandi voci del Settecento, percorso avviato nel 2011 grazie alla consulenza scientifica di Paologiovanni Maione e Francesco Cotticelli, con la riscoperta e la prima esecuzione in Italia de l’Erminia, serenata di Alessandro Scarlatti per la voce del grande Farinelli, riproposta a distanza di 300 anni negli stessi spazi per cui fu creata: il cortile del palazzo dei Principi di Stigliano.
Sabato 23 novembre, alle 20.30, grazie allo sforzo sinergico compiuto dalla Fondazione con le Gallerie di Palazzo Zevallos Stigliano e l’Accademia di Arte Lirica di Osimo, con replica domenica 24, alle ore 18.00, al Museo Villa Pignatelli Cortes nell’ambito del programma promosso dalla Soprintendenza per il polo Museale EFFETTO MUSEO, il pubblico napoletano potrà assistere all’esecuzione in prima assoluta in Italia de Gli Orti Esperidi opera composta sulle note di Nicola Porpora e i versi di Pietro Metastasio.
Eseguita per la prima volta a Palazzo Reale a Napoli nel 1721, quale tributo per il compleanno dell’imperatrice Elisabetta Cristina nella sala dei vicerè, ebbe tra i suoi interpreti una star come Marianna Benti Bulgarelli, vera musa ispiratrice di quella grande rivoluzione drammaturgico-musicale ad opera di autori come Metastasio, Vinci, Sarro, Porpora, Fago, inventori di un linguaggio teatrale e musicale che avrebbe unificato musicalmente prima che politicamente l’Europa da Lisbona a San Pietroburgo.

Maria Grazia Schiavo

Maria Grazia Schiavo

Alla divina Benti Bulgarelli detta “La Romanina” fu affidato il ruolo di Venere, cucito oggi sulla figura altrettanto luminosa della soprano Maria Grazia Schiavo, chiamata in questi ultimi anni ad affiancare i più prestigiosi direttori musicali d’Europa da Muti a Rousset, da Dantone ad Alessandrini.
Agli occhi degli invitati ammessi nel Palazzo Reale di Napoli ad assistere, il 28 agosto 1721, a Gli Orti Esperidi, la sala dei viceré apparve verdeggiante, rivestita di fronde, mentre il palco presentava replicati i motivi architettonici della sala, di cui costituiva il naturale prolungamento.
L’illusione voluta era quella di uno spazio unitario, comune ai personaggi mitologici del componimento drammatico ed agli ospiti illustri, tutti felici abitatori degli Orti Esperidi, ossia del Reame di Napoli.
La prima esecuzione in Italia in tempi moderni de Gli Orti Esperidi, riporta dunque negli spazi di Palazzo Zevallos un altro capolavoro da riscoprire, nella edizione critica a cura del musicologo Gaetano Pitarresi docente di Storia della musica presso il Conservatorio di Reggio Calabria, dove è anche responsabile del Dipartimento di Musica Antica e Coordinatore per la ricerca.
Alla soprano Maria Grazia Schiavo, si affiancano le voci formatesi all’Accademia di Arte Lirica di Osimo con la quale il Centro ha una convenzione a partire dal 2012, attualmente diretta da Vincenzo De Vivo, e uno dei vincitori dell’ultima edizione del Concorso di canto Barocco Francesco Provenzale.

Il concerto sarà trasmesso in live streaming sul sito www.usophia.com

A dirigere Talenti Vulcanici, l’Ensemble con strumenti originali della Fondazione Pietà di Turchini ci sarà Stefano Demicheli, che insieme ai tutors Elisa Citterio, Monika Toth e Marco Testori, ha seguito gli stage di residenza formativa finalizzati alla realizzazione di questo progetto a partire dallo scorso settembre.
Per molti anni impegnata a sostegno del talento e a favore della promozione internazionale di artisti di chiara fama, pioniera nell’aver introdotto al pubblico napoletano repertori ignoti, gruppi, solisti e cantanti provenienti da tutta Europa, consapevole del ruolo “alternativo” e di sperimentazione che ricopre nell’immaginario del pubblico e degli appassionati che ne seguono le diverse attività, la Fondazione Pietà de’ Turchini ha da sempre, ma con maggiore vigore adesso, indirizzato i suoi sforzi verso la formazione e la promozione di musicisti e cantanti di più giovane generazione. All’urgenza di mettere a disposizione di chi ne ha più bisogno in questo momento storico così ostile, l’esperienza, i contatti, il supporto organizzativo, si unisce per la Fondazione Pietà de’ Turchini la sfida e l’entusiasmo di offrire ai giovani musicisti, riuniti in ensemble, ai vincitori dei concorsi di canto barocco organizzato con cadenza annuale, agli allievi delle masterclass, provenienti da tutta Italia e da varie regioni europee, l’opportunità di scoprire l’universo Napoli, di cercarne le armonie e le incredibili suggestioni tra le pieghe delle sue enormi contraddizioni, di appropriarsi, divenendone ambasciatori, della sua gloriosa e inesauribile storia musicale.
A fare da corollario all’esecuzione de Gli Orti Esperidi, negli stessi giorni (22-23 novembre), ci sarà un convegno internazionale dal titolo ATTRICI-CANTANTI DEI SECOLI XVI-XVIII promosso dalla Fondazione nelle persone di Siro Ferrone, Francesco Cotticelli, Paologiovanni Maione, Rosy Candiani e Mariafederica Castaldo in collaborazione con la Seconda Università degli Studi di Napoli, la Scuola Dottorale di Storia dell’Arte e dello Spettacolo dell’Università di Firenze; la Fondazione Valerio per la Storia delle Donne; l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici.
Mentre dal 24 al 26 novembre con concerto dei finalisti martedì 26 novembre, alle ore 19.00, a Santa Caterina da Siena, si svolgerà il concorso internazionale di Canto Barocco “Francesco Provenzale”, che festeggia quest’anno il suo decimo compleanno.
In Giuria direttori di festival europei di grande prestigio come Utrecht, Nantes, Stoccolma, insieme ad esponenti della stampa specializzata.

Biglietti in vendita fino ad esaurimento posti a Palazzo Zevallos a partire dalle ore 10 del 23 novembre
Costo del biglietto: 10 Euro

I biglietti per il 24 novembre possono essere acquistati sul circuito ETES oppure presso il botteghino di Villa Pignatelli a partire da due ore prima dell’inizio del concerto
Costo del biglietto
Intero: 13 Euro
Ridotto: 8 Euro

Talenti Vulcanici della Pietà de' Turchini

Talenti Vulcanici della Pietà de’ Turchini

Gli Orti Esperidi di NICOLA ANTONIO GIACINTO PORPORA [1686 c. – 1768]
Libretto: Pietro Metastasio.
Napoli, Palazzo Reale, 1721

Maria Grazia Schiavo, soprano: Venere
Ilham Nazarov, controtenore: Adone
Takaya Ehara, tenore: Marte
Tatia Jibladze, mezzosoprano: Egle
Riccardo Angelo Strano, controtenore: Palemone

Talenti vulcanici – Ensemble con strumenti originali della Fondazione Pietà de’ Turchini di Napoli Stefano Demicheli, cembalo e direzione

Violini
Elisa Citterio e Monika Toth (Tutors)
Heriberto Delgado (Messico); Ingrid Copa de Finot (Bolivia); Enrico Gramigna (Lombardia); Giovanni Rota (Puglia); Chiara Arzenton (Veneto); Alice Miniutti (Emilia Romagna)

Viole
Elisa Citterio e Monika Toth (Tutors)
Lorenzo Giovannelli (Toscana); Filippo Bergo (Veneto)

Violoncelli
Marco Testori (tutor)
Manuela Albano; Nazarena Ottaviano (Campania)

Fagotto
Giulia Eletta Beschi (Basilea)

Oboi
Fabio D’Onofrio, Stefano Vezzani
Corni
Francesco Meucci, Dileno Baldin

Arciliuto
Luca Tarantino

Contrabbasso
Valeria Liva (Lombardia)

Clavicembalo
Stefano Demicheli (Tutor)
Rossella Policardo (Sicilia)
_______________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo su:

ascoltalo GRATIS su:SPO

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.