Mercoledì 23 e venerdì 25 ultimi due appuntamenti al Conservatorio di Avellino con “Autunno in Musica – I concerti di Ottobre”

Logo Conservatorio AvellinoMercoledì 23 ottobre, alle ore 19.30, nell’Auditorium del Conservatorio di Avellino nell’ambito del concerto intitolato “Rarità Cameristiche del primo Romanticismo” l’ensemble da camera del Cimarosa presenterà due compositori, Johann Nepomuk Hummel e Felix Mendelssohn-Bartholdy, attraverso due formazioni che ne caratterizzano l’originalità.
“L’estensione a quintetto e sestetto di quelli che solitamente sono trii di pianoforte, violino e contrabbasso rende la gamma di frequenze più ampia dando maggiore consistenza timbrica ai brani suonati” spiega Massimo Testa (Violino) che, insieme a Simone Basso (Viola), Mattia Mennonna (Viola), Danilo Squitieri (Violoncello), Vincenzo Lo Conte (Contrabbasso) e Pierfrancesco Borrelli (Pianoforte) porterà in scena il concerto.
E’convinto che la musica classica possa essere comunicata anche ai giovani Mattia Mennonna, allievo del Conservatorio, secondo il quale bisogna iniziare a portare questa musica fuori dalle mura dell’Istituto e in modo più informale per abituare i ragazzi all’ascolto.
Il maestro Testa ci dà qualche informazione in più sulle opere che saranno presentate durante il concerto.
Stilisticamente, la musica di Hummel rappresenta la fine dell’era classica viennese e costruisce un ponte tra questa e il Romanticismo.
Il famoso critico musicale Rudolf Felber descrisse il Quintetto, in programma per il concerto di mercoledì, in questo modo: “Il Quintetto op.87 è un capolavoro; il primo movimento (Allegro e risoluto assai) nello stesso tempo cattura e impressiona l’uditore con la sua energia e la sua passione. La caratteristica principale è quel carattere marziale… dopo di questo il Minuetto, Allegro con fuoco, un misto di animazione ed esuberanza con una vena malinconica… Il finale, Allegro agitato, è pieno di allegria spensierata e finisce con una chiusura brillante e di effetto”.
Per Mendelssohn sembra che il rapporto che questi ebbe con Goethe sia stato molto importante. Nella musica mendelssohniana classicismo e romanticismo si integrano e si compenetrano in una perfetta simbiosi ideale.
In questo, il compositore risponde in pieno alla ideologia goethiana, in quanto è il musicista più romanticamente classico che sia mai esistito, perché ogni elemento armonico e ritmico del disegno musicale è al suo posto preciso e si inquadra dentro lo schema della forma-sonata.
A lui, inoltre, si debbono i concerti con cui fece conoscere alla Germania Orlando di Lasso, Victoria, Palestrina, Leo, Lotti, Durante.
Il sestetto in re maggiore op.110 per violino, due viole, violoncello, contrabbasso e pianoforte, in programma per il concerto, non si distacca da quella chiarezza melodica e da quella serenità spirituale che sono componenti principali della sensibilità inventiva del musicista e al pianoforte si contrappongono i cinque strumenti ad arco in un arabesco di sonorità essenzialmente brillanti.
Si avverte specialmente nel Minuetto con tempo agitato, una certa tensione a rompere gli schemi formali e proiettarsi verso un tipo di scrittura innovativo.
Ma nella sostanza il sestetto ha un impianto melodico e armonico perfettamente lineare.

Venerdì 25 ottobre, sempre alle ore 19.30, sarà la volta dell’ultimo dei concerti in programma affidato al pianista Massimo Severino che proporrà brani di Fryderyk Chopin e Due preludi e Sei momenti musicali di Sergej Vasil’evič Rachmaninov.

per info:
Ufficio Stampa 3935837525

________________________________________

Mercoledì 23 Ottobre 2013
“Rarità Cameristiche del primo Romanticismo”
Ensemble da camera del Cimarosa

Johann Nepomuk Hummel: Quintetto op.87 per violino, viola, violoncello, contrabbasso e pianoforte

Felix Mendelssohn-Bartholdy: Sestetto op. 110 per pianoforte, violino, 2 viole, violoncello e contrabbasso

Massimo Testa, Violino
Simone Basso, Viola
Mattia Mennonna, Viola
Danilo Squitieri, Violoncello
Vincenzo Lo Conte, Contrabbasso
Pierfrancesco Borrelli, Pianoforte

Venerdì 25 Ottobre 2013
Recital del pianista Massimo Severino

F. Chopin
Preludio op.45
Ballata op.47
Mazurka op.67 n.4
Ballata op. 52

S.Rachmanivov
Due Preludi op.32 n. 10 e 12
Sei Momenti Musicali op.16

________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.