Martedì 8 ottobre la stagione dell’Associazione Alessandro Scarlatti apre con una grande orchestra e una violinista d’eccezione

Logo Associazione Alessandro Scarlatti 2013-2014Una delle migliori orchestra da camera del mondo con 60 anni di storia alle spalle, alla ricerca dell’eccellenza, e una violinista vincitrice di due ‘Grammy Award’ e vari ‘Diapason d’Or’, si uniscono sul palcoscenico di Castel Sant’Elmo per rendere ancora una volta indimenticabile la serata inaugurale della stagione 2013/2014 della Associazione Alessandro Scarlatti, martedì 8 ottobre alle ore 21.

Camerata Salzburg è stata fondata nel 1952 da docenti e studenti del Mozarteum di Salisburgo.
Il padre fondatore della Camerata è stato il direttore e musicologo Bernhard Paumgartner che era stato anche co-fondatore del Festival di Salisburgo, e poi ha continuato a essere il suo presidente.
Il nome dell’orchestra – originariamente Camerata Academica del Mozarteum di Salisburgo – è stato scelto per rendere omaggio alla storica Camerata Fiorentina del Rinascimento.
L’ulteriore sviluppo dell’orchestra dopo l’era Paumgartner è stata affidata al violinista Sandor Vegh, che ha assunto la direzione artistica del complesso nel 1978 parallelamente ai suoi doveri di insegnante al Mozarteum di Salisburgo.
Nel 1997, Sir Roger Norrington è stato nominato direttore principale, e ha ricoperto tale carica dal 1998 al 2006.
Nel 2007 il violinista Leonidas Kavakos ha assunto la direzione artistica dell’orchestra fino al 2011, quando Louis Langrée stato nominato direttore principale.
La direzione di Langrée e la scelta del repertorio sono in linea con l’impostazione della Camerata.
Così, anche nel suo settimo decennio, la Camerata dà vita a un “entusiasmo musicale contagioso” (Neue Zürcher Zeitung).
L’orchestra, che spesso si esibisce senza direttore, sarà per la serata diretta dall’attuale Direttore Principale, Louis Langrée.

Sebbene abbia soltanto trentun anni, la violinista Hilary Hahn gode ormai di fama a livello internazionale: le superbe interpretazioni, la tecnica brillante e la dedizione per la musica la hanno resa uno dei personaggi più importanti del panorama musicale attuale e sono stati gli strumenti grazie ai quali un pubblico vastissimo ha potuto apprezzare la sua passione per la musica classica.

Il programma vede protagonista Wolfgang Amadeus Mozart, con il Terzo Concerto per violino e la Sinfonia “Jupiter”, intercalati da un brano del compositore inglese Ralph Vaughan Williams, e, in apertura, l’Adagio per archi di Samuel Barber, brano amato da Arturo Toscanini che ne diresse la prima esecuzione nel 1938.

Costo dei biglietti

Platea I settore: 25 Euro
Platea II settore: 20 Euro
Platea III settore
Intero: 15 Euro
Giovani (under 35): 8 Euro
Last minute: 3 Euro (giovani al di sotto dei 25 anni, biglietti messi in vendita un’ora prima del concerto)

Associazione Alessandro Scarlatti
Infoline: 081 406011
Sito web: www.associazionescarlatti.it
e-mail: info@associazionescarlatti.it

________________________________________________________

Programma

Auditorium di Castel Sant’Elmo, ore 21.00

Camerata Salzburg
Hilary Hahn, violino
Louis Langrée, direttore

Samuel Barber (1910 – 1981): Adagio per archi op. 11

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1787): Concerto per violino e orchestra n. 3 in sol maggiore K 216

Ralph Vaughan Williams (1872 -1958): The Lark ascending

Wolfgang Amadeus Mozart: Sinfonia n. 41 in do maggiore K 551 “jupiter”

Gli interpreti

Camerata Salzburg
Camerata SalzburgI musicisti della Camerata Salzburg sono “pieni di energia rivoluzionaria e di potenziale utopico, senza compromessi individuali, audaci e moderni – eppure classici”, ha scritto il Salzburger Nachrichten in occasione del concerto per il 60° anniversario dell’orchestra.
Lo stile musicale di Camerata si è formata nel corso di un periodo di sei decenni, attraverso la loro collaborazione con musicisti di fama mondiale come Bernhard Paumgartner, Géza Anda, Sandor Vegh, Sir Roger Norrington e András Schiff. Musicisti famosi, tra cui Clara Haskil , Dietrich Fischer-Dieskau, Heinz Holliger, Aurèle Nicolet, Wolfgang Schneiderhan, Christoph Eschenbach, Philippe Herreweghe, René Jacobs, Franz Welser -Möst e Peter Ruzicka hanno suonato con l’orchestra, con composizioni che coprono una vasta gamma di musica: quartetti d’archi, gruppo da camera, sinfonie romantiche e opere del XX secolo per grande orchestra.
Nella città di nascita di Mozart, l’orchestra è uno dei frequentatori del Festival di Salisburgo e la Settimana Mozart. Nella sua sede, il prestigioso Mozarteum di Salisburgo, la Camerata ha una propria serie in sottoscrizione.
L’orchestra si esibisce regolarmente in luoghi come la Konzerthaus di Vienna, il Elbphilharmonie Amburgo, la Konzerthaus di Berlino, il Festspielhaus di Baden-Baden, il Festspielhaus di Bregenz, e partecipa alla Carinthian Summer Festival e il Festival Haydn a Eisenstadt.
In tour in tutto il mondo, la Camerata si è esibita nelle metropoli di Monaco di Baviera, Londra, Firenze, Mosca, San Pietroburgo, Pechino e Tokyo, e nelle città dei festival di Aix-en-Provence e Lucerna.
Nei sei decenni della sua esistenza la Camerata Salzburg ha realizzato oltre sessanta incisioni, che sono state premiate con numerosi premi prestigiosi, rivelando la sua arte unica di fare musica.
Le sue due edizioni complete dei concerti per pianoforte di Mozart con Géza Anda e András Schiff, e la sua registrazione integrale di serenate e divertimenti di Mozart, diretta da Sandor Vegh, sono pietre miliari nella storia della registrazione classica.
Importanti solisti come Anne-Sophie Mutter, Hilary Hahn, Patricia Kopatschinskaja, Julian Rachlin, Daniel Hope, Benjamin Schmid, Joshua Bell, Thomas Zehetmair, Augustin Dumay, Veronika Hagen, Mitsuko Ushida, Elisabeth Leonskaja, Claire – Marie Le Guay, Yu Kosuge, Oleg Maisenberg, Murray Perahia, Olli Mustonen, Alexander Lonquich, Till Fellner, Fazil Say, Stefan Vladar, Heinrich Schiff, Patrick Demenga e François Leleux, oltre a cantanti acclamati come Genia Kühmeier, Vesselina Kasarova, Christiane Oelze e Elina Garanca sono tra gli ospiti della Camerata.
Gli ex Konzertmeister Gerard Korsten e Alexander Janiczek spesso ritornano alla Camerata per dirigerla.
Camerata Salzburg è stata fondata nel 1952 da docenti e studenti del Mozarteum di Salisburgo.
Il padre fondatore della Camerata è stato il direttore e musicologo Bernhard Paumgartner che era stato anche co-fondatore del Festival di Salisburgo, e poi ha continuato a essere il suo presidente.
Il nome dell’orchestra – originariamente Camerata Academica del Mozarteum di Salisburgo – è stato scelto per rendere omaggio alla storica Camerata Fiorentina del Rinascimento.
La Camerata Salzburg si concentra sul tradizionale repertorio di orchestra da camera. I musicisti suonano sia con direttori che sotto la direzione di solisti, anche esibendosi in piccole formazioni di musica da camera. Naturalmente, le opere di Mozart, di Haydn, Beethoven e Schubert sono al cuore del repertorio della Camerata.
L’ulteriore sviluppo dell’orchestra dopo l’era Paumgartner è stata affidata al direttore artistico Antonio Janigro, sotto il quale nel 1974 ha avuto luogo la prima serie di concerti in sottoscrizione della Camerata.
Uno dei solisti di quel periodo è stato il violinista Sandor Vegh, che ha assunto la direzione artistica del complesso nel 1978 parallelamente ai suoi doveri di insegnante al Mozarteum di Salisburgo.
Egli ha integrato con successo ottimi giovani musicisti nella Camerata.
Con Végh l’ensemble ha ampliato il suo repertorio per orchestra da camera di epoca romantica (ad esempio Mendelssohn Bartholdy, Brahms, Dvorak, Tchaikovsky) e alla musica classica del 20° secolo (Bartók , Strawinsky e Schönberg).
Inoltre la Camerata ha avviato il suo Festival “Begegnung” e dal 1987 ha una propria serie di concerti al Konzerthaus di Vienna.
A partire dal 1993 la Camerata ha eseguito opere al Festival di Salisburgo (Lucio Silla, La clemenza di Tito, Le nozze di Figaro e La Carriera di un libertino, tra gli altri.
In occasione della Settimana Mozart nel 1997, Sir Roger Norrington ha diretto la Camerata nel Mitridate, Re di Ponto di Mozart.
Come risultato di questa collaborazione Norrington è stato nominato direttore principale, e ha ricoperto tale carica dal 1998 al 2006. Ha così arricchito lo stile del complesso con la sua esperienza nella prassi esecutiva d’epoca.
Nel 2007 il violinista Leonidas Kavakos ha assunto la direzione artistica dell’orchestra fino al 2011, quando Louis Langrée stato nominato direttore principiale. La direzione di Langrée e la scelta del repertorio sono in linea con l’impostazione della Camerata. Così, anche nel suo settimo decennio, la Camerata dà vita a un “entusiasmo musicale contagioso” (Neue Zürcher Zeitung).

Hilary Hahn
Hilary HahnNei suoi trent’anni di attività musicale, la vincitrice del Grammy Hilary Hahn ha mostrato il suo stile violinistico di un virtuosismo tecnico, di profondità di interpretazioni e scelte di repertorio audaci, ad un pubblico eterogeneo in tutto il mondo. Hahn ha preso le sue prime lezioni con il metodo Suzuki poco prima del suo quarto compleanno.
A cinque anni, ha incontrato Klara Berkovich, con la quale ha studiato prima di essere ammessa al Curtis Institute of Music all’età di dieci anni.
Hahn è stata allieva di Jascha Brodsky, che aveva studiato sia con il franco-belga Eugene Ysaÿe e con il russo Efrem Zimbalist.
Ha completato i suoi studi universitari al Curtis a 16 anni, e ha poi debuttato con la Baltimore Symphony, la Philadelphia Orchestra, la Cleveland Orchestra, la Pittsburgh Symphony Orchestra e la Filarmonica di New York.
Quando si è laureata a 19 anni, era una musicista itinerante a tempo pieno.
All’età di 16, Hahn ha intrapreso la sua carriera discografica.
Da allora, ha pubblicato 14 album con la Deutsche Grammophon e Sony, oltre a tre DVD, la colonna sonora di un film candidato all’Oscar, una registrazione per i bambini, e varie compilation. In repertorio ha diversi autori come Bach, Stravinsky, Elgar, Beethoven, Vaughan Williams, Mozart, Schoenberg, Paganini, Spohr, Barber, Bernstein, Ives, Higdon, Tchaikovsky e altri; le sue registrazioni hanno ricevuto molti premi della critica sulla stampa internazionale e hanno incontrato grande successo tra il pubblico.
Tutte le sue registrazioni sono comparse nella top ten della classifica di Billboard.
Una registrazione che abbinava Schoenberg e Sibelius è stata 23 settimane nella classifica di Billboard classico.
Questo album le ha dato il secondo Grammy: l’Award 2009 per la migliore interpretazione strumentale solista con Orchestra.
La sua prima vittoria era del 2003 per il suo Brahms e Stravinsky. Nel 2010 Hahn ha abbinato Tchaikovsky con il Concerto di Jennifer Higdon, premio Pulitzer, scritto appositamente per lei.
Ha poi registrato quattro Sonate di Charles Ives nel 2011. L’ultimo album di Hahn, Silfra è in collaborazione con il pianista Hauschka.
Il disco, prodotto da Valgeir Sigurdson, è stato interamente improvvisato dai due artisti.
La stagione 2013-14 segna il 30° anniversario della prima lezione di violino di Hahn.
Per decenni ha avuto una passione per la programmazione avventurosa, approfondendo il grande repertorio, la musica contemporanea e composizioni classiche meno familiari con uguale impegno.
In questa stagione rilegge brani di Mozart, Vaughan-Williams, Sibelius, Barrett, García Abril, Vieuxtemps e Brahms, oltre a opere di Bruch, Schoenberg, Nielsen, Schubert, Telemann e Rautavaara.
Tra settembre e giugno, Hahn suonerà in quasi 50 città in 14 paesi tra Nord America, Europa e Asia.
Si esibisce con la Camerata Salzburg, la Chamber Orchestra of Europe, la Frankfurt Radio Symphony Orchestra e la City of Birmingham Symphony Orchestra in tour, ed è ospite della Los Angeles e Filarmonica di Berlino, delle orchestre sinfoniche di Detroit, Atlanta, Indianapolis, New Jersey e New World.
In primavera, Hahn dedicherà due mesi della stagione per la sua collaborazione con il pianista Cory Smythe.
L’autunno 2013 vede la pubblicazione di un disco tanto atteso di Hahn, In 27 Pieces: the Hilary Hahn Encores, con Smythe al pianoforte.
Nel corso di diversi anni, Hahn ha commissionato a 26 compositori di tutto il mondo a dare interpretazioni contemporanee della forma breve.
Per il bis 27, ha indetto un concorso che ha ottenuto più di 400 adesioni.
I concerti con questo programma, tra il 2011 e il 2013 sono stati accolti con grande successo di critica.
Una personalità coinvolgente, Hahn è una scrittrice e intervistatrice appassionata, e pubblica note e informazioni per i giovani musicisti e amanti dei concerti sul suo sito web, hilaryhahn.com.
Inoltre produce un canale YouTube, youtube.com / hilaryhahnvideos. La sua custodia di violino esprime commenti sulla vita come un compagno di viaggio, su Twitter e Instagram a @violincase.
Hahn si rivolge a chiunque abbia un interesse per la musica e le arti, agli studenti e ai nuovi ascoltatori.
È apparsa sulle copertine delle più importanti pubblicazioni di musica classica ed è stata descritta in riviste importanti, come Vogue, Elle, Town & Country, e Marie Claire.
Nel 2001, Hahn è stata nominata “Miglior Giovane Musicista classico d’America” ​​dalla rivista Time.
Nel gennaio 2010 è apparsa come ospite, suonando Bartok e Brahms, al The Tonight Show con Conan O’Brien.
Hahn ha partecipato a una serie di produzioni musicali non classiche, che appaiono nei due dischi della band rock … And You Will Know Us By The Trail of Dead, nell’album Grand Forks di Tom Brosseau, e in tour con il cantautore folk- rock Josh Ritter.

Louis Langrée
Louis LangreeIl direttore d’orchestra francese Louis Langrée è direttore musicale del Mostly Mozart Festival al Lincoln Center di New York (una posizione che ricopre dal 2002), direttore musicale della Cincinnati Symphony Orchestra e Direttore Principale della Camerata Salzburg.
Il suo primo concerto come direttore musicale della Cincinnati Symphony Orchestra comprenderà una performance di Copland di A Lincoln Portrait.
Durante la stagione dirigerà anche prime esecuzioni di Nico Muhly e David Lang e opere di Brahms, Prokofiev, Ravel, Scriabin e Jennifer Higdon.
La sua collaborazione con la Camerata Salzburg prevede concerti a Berlino, Baden – Baden, Vienna, Salisburgo, Napoli e Bucarest. Durante la stagione 2013/14 farà il suo debutto con la Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera (Don Giovanni) e i Wiener Symphoniker al Konzerthaus di Vienna.
Continuerà inoltre le sue esibizioni regolari con la Wiener Staatsoper (La Traviata) e Opéra Comique di Parigi (Pelléas et Mélisande ).
Nella scorsa stagione Louis Langrée ha debuttato con i Berliner Philharmoniker, Gewandhaus di Lipsia e la NHK Symphony di Tokyo, così come è tornato all’Orchestre de Paris, al Festival di Budapest e Netherlands Philharmonic Orchestra.
Torna anche al Metropolitan Opera di New York (Dialoghi delle Carmelitane), con il quale ha un rapporto di lunga durata.
Louis Langrée ha diretto i Wiener Philharmoniker in concerto a Vienna e Salisburgo.
Ha lavorato con molte altre orchestre in Nord America, Europa e oltre, tra cui la London Philharmonic, l’Orchestre de la Suisse Romande, Santa Cecilia di Roma, San Paolo e Tokyo Philharmonic. Inoltre dirige regolarmente orchestre da camera tra cui la Deutsche Kammerphilharmonie Bremen e Academy of St Martin in the Fields e ensemble di strumenti originali: ì Freiburger Barockorchester, Orchestra of the Age di Enligtenment e Le Concert d’Astrée.
I festival che lo hanno invitato sono: Wiener Festwochen, Mozartwoche di Salisburgo, BBC Proms, Glyndebourne Opera Festival e il Festival d’Aix-en-Provence. Ha ricoperto incarichi come Direttore Musicale dell’Orchestre de Picardie (1993-1998) e l’Orchestre Philharmonique Royal de Liège (2001-06 ).
Louis Langrée stato Direttore Musicale dell’Opéra National de Lyon (1998-2000) e Glyndebourne Touring Opera (1998-2003).
Ha anche diretto alla Scala, la Royal Opera House Covent Garden, l’Opéra-Bastille e Théâtre des Champs-Elysées di Parigi, Lyric Opera di Chicago, Staatsoper Dresda, il Grand Théâtre di Ginevra e la Netherland Opera di Amsterdam.
La discografia di Louis Langrée include registrazioni per Virgin Classics, Universal e Naïve.
Molti di questi hanno vinto premi tra cui Diapason d’Or, Gramophone e il Midem Classical.
La sua pubblicazione più recente è un DVD di La Traviata registrato al Festival di Aix-en- Provence con la London Symphony Orchestra per Virgin Classics, che ha ricevuto il Diapason d’Or. Nel 2006 è stato nominato Cavaliere delle Arti e delle Lettere dal Ministero della Cultura francese.

________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.