Martedì 30 luglio Rosa Montano, Egidio Mastrominico e Nicola Florio ospiti del concerto di apertura del Festival Organistico del Sannio “Giovanni Salvatore”

logo associazione trabaciMartedì 30 luglio, alle ore 19.00, nella Chiesa di San Martino a Cerreto Sannita (BN), si apre il Festival Organistico del Sannio “Giovanni Salvatore”, rassegna giunta alla VI edizione, organizzata dall’Associazione Organistica “Giovanni Maria Trabaci”, il cui direttore artistico è Mauro Castaldo, con il Patrocinio della Diocesi di Cerreto Sannita – Telese – Sant’Agata de’Goti.
Tre i protagonisti della serata, il mezzosoprano Rosa Montano, il violinista Egidio Mastrominico e l’organista Nicola Florio, che proporranno un programma incentrato su brani di argomento mariano, scritti da autori italiani, con un occhio particolare a quelli attivi in ambito partenopeo fra il Seicento e l’Ottocento.
Il concerto si aprirà con “Vergin tutt’amor” per voce ed organo di Francesco Durante (1684-1755), nativo di Frattamaggiore, che studiò a Napoli con Gaetano Greco e fu docente in almeno due dei quattro conservatori che la città vantava in quel periodo.
Dal canto suo, il pugliese Saverio Mercadante (1795-1870), autore di “Salve Maria” per voce ed organo, fu allievo di Furno, Tritto e Zingarelli e diresse dal 1840 al 1870 il conservatorio di San Pietro a Majella.
Diversa invece la carriera del napoletano Nicola Matteis, compositore e violinista oggi abbastanza sconosciuto, la cui biografia presenta molti lati oscuri, a cominciare dalle date di nascita e morte.
E’ comunque certo che si spostò in Inghilterra intorno al 1670 con l’intento di acquisire fama e successo grazie alle sue opere, ma finì per essere conosciuto soprattutto come grande virtuoso del violino.
Eppure, i suoi brani sono di ottima fattura e in forte anticipo sui tempi, come si potrà apprezzare ascoltando l’ “Aria amorosa” per violino e organo.
Il successivo “Fac ut portem”, dallo Stabat Mater, appartiene invece alla produzione sacra di Gioachino Rossini (1792-1868) e fu scritto nel periodo in cui il musicista aveva già abbandonato i fasti operistici.
Sarà poi la volta di un altro precursore, anch’egli poco noto, il compositore e violinista Heinrich Ignaz Franz von Biber (1644-1704), con la suggestiva “Passacaglia dell’Angelo Custode” per violino solo che chiude “Le sonate del Rosario”, il massimo capolavoro dell’autore austro-boemo, completato intorno al 1676.
Il programma prevede, quindi, un omaggio a Giuseppe Verdi (1813-1901), del quale si celebra il bicentenario della nascita, con l’ “Ave Maria”, uno dei “Quattro pezzi sacri”, creati in tempi diversi ma pubblicati tutti nel 1898.
Un salto indietro nel tempo ci porterà quindi alla Sonata n. 2 per violino e organo dell’abruzzese Michele Mascitti (ca. 1664-1760), nipote di Pietro Marchitelli, che studiò a Napoli con lo zio e, grazie ai suoi buoni uffici, entrò in seguito a far parte della Cappella Reale come violinista, prima di spostarsi definitivamente in Francia, a partire dal 1704.
Ultimi due brani di questo vasto ed interessante programma, la “Salve Regina” del calabrese Paolo Serrao (1830-1907), docente per più di quaranta anni del conservatorio di Napoli e “Ridonami la calma!” di Francesco Paolo Tosti (1846-1916), scritta a Londra nel 1888 su testo del saggista e storico Corrado Ricci, nella quale emerge un lato inedito di un autore famoso soprattutto per le romanze da salotto.

L’ingresso è libero

Per ulteriori informazioni
Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci
Via Duca di San Donato, 28 – Napoli
Tel.: 081.5634518
Cell.: 339.5389103
e.mail: associazionetrabaci@alice.it
sito web: www.trabaci.com

________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.