Domenica 23 giugno concerto a Stoccarda dei maestri Mauro Castaldo e Sergio Orabona nell’ambito del St. Nikolaus Orgelfestival, in collaborazione con l’Associazione Organistica “Giovanni Maria Trabaci”

logo associazione trabaciDomenica 23 giugno, alle ore 17.00, nella St. Nikolaus Kirche di Stuttgart (Germania), nell’ambito dell’edizione 2013 del St. Nikolaus Orgelfestival, in collaborazione con l’Associazione Organistica “Giovanni Maria Trabaci” (Italia), concerto dei maestri Mauro Castaldo e Sergio Orabona, diviso in due parti.
Nella prima, Mauro Castaldo, titolare della Cattedra di Organo e Composizione Organistica al Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala” di Benevento, si confronterà con autori attivi a Napoli dal Seicento all’Ottocento.
L’apertura sarà dedicata a tre Gagliarde del lucano Giovanni Maria Trabaci (1575 – 1647), precursore di Frescobaldi ed uno dei massimi rappresentanti della letteratura organistica del nostro paese, primo italiano a diventare maestro della Reale Cappella di Napoli.
I successivi Capriccio, Toccata, Durezze et Ligature, Corrente, appartengono invece a Giovanni Salvatore (1610-1688), nato a Castelvenere (Bn), formatosi musicalmente presso il Conservatorio della Pietà dei Turchini, che portò avanti una prestigiosa carriera di compositore, docente ed organista nella città partenopea, dove fu anche ordinato sacerdote.
Sarà poi la volta della Overtura in do maggiore di Francesco Durante (1684 – 1755), nato a Frattamaggiore (Na), la cui biografia è, per molti versi, piuttosto lacunosa.
Allievo di Gaetano Greco, trascorse buona parte della sua vita a Napoli, dove fu apprezzato docente in almeno due dei quattro conservatori che la città vantava in quel periodo, e fra i suoi allievi si annoverano autori del calibro di Jommelli, Paisiello e Pergolesi.
A seguire verrà proposta una Fuga in do maggiore del napoletano Nicola Porpora (1686-1767), altro allievo di Gaetano Greco e poi docente al Conservatorio dei Poveri di Gesù Cristo, dove ebbe Farinelli fra i suoi studenti, che svolse un’intensa carriera sia in Italia che all’estero (Dresda, Londra e Vienna).
Girovagò molto anche Niccolò Jommelli (1714-1774), nato ad Aversa (CE), che studiò al Conservatorio di S. Onofrio a Porta Capuana con Durante e al Conservatorio di S. Maria della Pietà de’ Turchini, sotto la guida di Feo, Fago, Mancini e Leo.
In particolare, nell’ultima parte della sua vita soggiornò circa quindici anni a Stoccarda, prima di ritornare a Napoli e ritirarsi dall’attività per motivi di salute.
La produzione di Jommelli, oltre ad alcune opere, che gli diedero una discreta notorietà, comprende anche un buon numero di pezzi sacri e brani strumentali, fra i quali si ricorda l’Overture & Chaconne in mi bemolle maggiore per organo.
Chiuderà questa prima parte la Sonata per organo del catanese Vincenzo Bellini (1801 – 1835), noto soprattutto come operista, che si spostò nel 1819 a Napoli, dove fu allievo di Nicola Zingarelli e iniziò la sua breve ma intensissima carriera.
Nella seconda parte il maestro Sergio Orabona, organista titolare presso la St. Nikolaus Kirche, proporrà un programma incentrato sulla scuola francese, che inizierà con Fugue sur le thème du Carillon des Heures de la Cathedrale de Soissons di Maurice Duruflé (1902 – 1986), assoluto protagonista della musica del Novecento, noto soprattutto per il suo Requiem.
Dopo una breve incursione, con Rédemption, op. 104 n. 5, nella produzione di Marco Enrico Bossi (1861-1925), uno fra i pochi autori italiani di musica per organo, da un paio di secoli a questa parte, toccherà al belga di nascita e francese di adozione César Franck (1822 – 1890).
Di questo musicista, che ha dato alla letteratura organistica dell’Ottocento una serie di capolavori, ascolteremo Pièce Héroïque, tratto da Trois pièces pour grand orgue (1878).
Il recital del maestro Orabona si concluderà con Prélude et fugue in si maggiore op. 7 n. 1 di Marcel Dupré (1886 – 1971), altro autore molto noto fra gli organisti, caratterizzato da uno stile sicuramente moderno.
Al termine del concerto, alle ore 18.00, avrà luogo l’inaugurazione di una mostra fotografica dedicata agli antichi e preziosi organi delle chiese di Napoli, a cura dell’Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci (di recente gemellata con il “St. Nikolaus Orgelfestival – Stuttgart” Germania) per richiamare l’attenzione su di un patrimonio di inestimabile valore artistico e culturale che versa in condizioni di colpevole abbandono.

Ingresso libero

St. Nikolaus Orgelfestival
e.mail: info@stnikolausorgelfestival.de
Sito web: http://www.stnikolausorgelfestival.de/

Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci
e.mail: associazionetrabaci@alice.it
sito web: www.trabaci.com

_____________________________

Programma

organista, Mauro Castaldo

Giovanni Maria Trabaci (1575 – 1647)
Gagliarda Prima “Galluccio”
Gagliarda Seconda “Morosetta”
Gagliarda Quinta “Cromatica”

Giovanni Salvatore (1610 – 1688): Toccata, Durezze et Ligature, Corrente

Franceco Durante (1684 – 1755): Overtura in do maggiore

Nicola Porpora (1686 – 1767): Fuga in do maggiore

Niccolò Jommelli (1714 – 1774): Overture & Chaconne

Vincenzo Bellini (1801 – 1835): Sonata per organo

organista, Sergio Orabona

Maurice Duruflé (1902 – 1986): Fugue sur le thème du Carillon des Heures de la Cathedrale de Soissons

Marco Enrico Bossi (1861 – 1925): Rédemption, op. 104 n. 5

César Franck (1822 – 1890): Pièce Héroïque

Marcel Dupré (1886 – 1971): Prélude et fugue en si majeur op. 7 n. 1

Mauro Castaldo
Mauro Castaldo 2Mauro Castaldo è nato a Napoli nel 1964.
Ha compiuto gli studi musicali nei Conservatori di Benevento e Napoli conseguendo i Diplomi in Pianoforte, Organo e Composizione Organistica, Clavicembalo, Composizione e Direzione d’Orchestra.
Particolarmente significativa a tal riguardo è stata la figura del M° Francesco d’Avalos per lo studio della Composizione e della Direzione d’Orchestra presso il Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella” di Napoli.
Ha frequentato diversi corsi di perfezionamento tra i quali Clavicembalo con Kenneth Gilbert, e Musica per Film con Ennio Morricone all’ Accademia Musicale Chigiana di Siena.
Nel 1991 ha vinto il Premio di Composizione “Terenzio Gargiulo” (10 milioni di lire) con: Interludio per Orchestra, Quartetto per Archi, Suite per Fiati.
Ha partecipato a numerose rassegne di musica contemporanea (tra cui Ravello Festival) ed è autore di varie composizioni che spaziano dalla letteratura solistica a quella cameristica ed orchestrale.
Nel 1997 ha inciso un CD, interamente dedicato alle sue composizioni per organo recensito positivamente dal prestigioso “The American Organist Magazine” di New York.
Ha curato una revisione e rielaborazione orchestrale dell’ opera buffa “Il duello comico” di Giovanni Paisiello andata in scena al Castello di Baia (NA) nell’ambito della rassegna nazionale “La Cultura Del Mito” IV edizione 1997. Ha curato, altresì, la revisione della monumentale Sonata in Re min. op. 45 per organo di Giuseppe Martucci dal manoscritto originale della Biblioteca del Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella” di Napoli.
Ha tenuto il suo primo concerto nel 1984. Svolge attività concertistica come organista, direttore di coro nonché compositore e collabora con orchestre, cori, solisti ed ensemble musicali (Cantori di Posillipo, Area Arte Centro di ricerca del ‘700 napoletano).
Ha eseguito programmi monografici dedicati a J.S. Bach, F. Mendelssohn, C. Franck, G. Frescobaldi (I Fiori Musicali), G.B. Pergolesi (Stabat Mater, Miserere n.2 in do min. per soli coro orchestra e organo), G.F. Handel (concerti per organo e orchestra op. 4 n. 1 e 3 op. 7 n. 1 e 3), W. A. Mozart (Missa Brevis in re min. per soli coro archi e organo, Vesperae Solennes de Confessore per soli coro orchestra e organo, etc.).
È fondatore e presidente dell’Associazione Organistica “Giovanni Maria Trabaci”. Nel 2007 ha assunto la direzione artistica dell’Associazione Trabaci promovendo una serie di iniziative volte al recupero ed alla valorizzazione del patrimonio organario e della letteratura organistica napoletana; concerti, concorsi, convegni, master class, visite guidate e incontri culturali nell’ambito delle rassegne “Sette secoli di musica sacra per organo a Napoli”, il “Festival Organistico del Sannio Giovanni Salvatore”, la “Settimana della musica per organo dell’Isola d’Ischia”, i “Vespri d’Organo in Costiera Sorrentina” e il “Concorso Corale di Napoli”.
È stato promotore di due importanti convegni di studi dell’Associazione Trabaci (con il patrocinio del Ministero dell’Interno, Regione Campania, Provincia di Napoli), sulla storia degli antichi organi delle chiese di Napoli, dove sono intervenuti autorevoli esponenti della Diocesi di Napoli, una rappresentanza della Soprintendenza B.A.P.- P.S.A.E. di Napoli e Provincia, Professori dell’Università Federico II di Napoli e della Seconda Università degli Studi di Napoli, nonché Professori e Direttori di vari Conservatori di Musica.
Nel 2008 ha organizzato in collaborazione con il Comune di Napoli la prima “Mostra fotografica degli antichi organi delle Chiese di Napoli” presso la Chiesa di San Severo al Pendino ed il primo “Seminario di giornalismo musicale” presso la Chiesa di Santa Caterina a Chiaia di Napoli.
È stato chiamato a presiedere le commissioni del premio musicale nazionale “Antonello da Caserta” III Edizione 2008 per musica da camera, composizione ed organo organizzato dal Comune di Caserta e dall’Istituto Sant’Antida.
È tra i fondatori, nel 2009, dell’Associazione Coro Polifonico Santa Caterina a Chiaia di Napoli di cui è stato Direttore Artistico e Direttore del Coro nel triennio 2009/2011.
È autore del libro “Il giardino dei silenziosi – Iuppiter Edizioni 2012” dedicato agli organi delle chiese di Napoli.
Ha ricevuto il primo incarico come docente di conservatorio nell’anno accademico 1989/90, ha successivamente sostenuto e superato il concorso nazionale a cattedre per titoli ed esami per Cultura Musicale Generale. Ha altresì superato i concorsi nazionali riservati per: Teoria e Solfeggio (ottenendo il primo posto) e Organo e Composizione Organistica. Ha svolto attività di docenza presso i conservatori statali di musica di Cosenza, Foggia, Potenza, Matera, Avellino, Salerno e Cagliari.
È attualmente Titolare della Cattedra di Organo e Composizione Organistica al Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala” di Benevento.

Sergio Orabona
sergio-orabona-1Nato nel 1978 a Napoli, figlio d’arte, intraprende gli studi musicali in giovanissima età.
Nel 1998 consegue il diploma di “Organo e Composizione Organistica” con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del M° Vincenzo De Gregorio, e si perfeziona successivamente con Arturo Sacchetti, Daniel Roth, Harald Vogel, Ennio Cominetti, e all’Istituto Pontifico di Musica Sacra di Roma con Giancarlo Parodi. Ha inoltre conseguito i diplomi di “Pianoforte” e di “Musica Corale e Direzione di Coro”.
Nel 1994 incide un compact disc edito dalla casa discografica “Terzo Millennio” e dedicato agli autori della scuola organistica napoletana sull’antico organo Thomas De Martino della Basilica di S. Restituta in Napoli.
Dal 1995 al 2001 è organista titolare della Basilica Santuario della Madonna del Carmine in Napoli.
Ha tenuto numerosi concerti in Italia, Francia, Germania, Polonia, Svizzera, esibendosi per prestigiose organizzazioni tra cui Landsberger Orgelsommer (Germania), Festival Città di Ragusa, Estate Musicale Sorrentina, Pietà de’ Turchini, Teatro San Carlo, Cattedrale di San Gallo (Svizzera), Diessen OrgelMatinee (Germania), Rossini in Wildbad, OrgelMatinee um Zwolf (Ingolstadt), Internationale ZugerOrgelTage (Svizzera), Organ Manl (Francia), Orgue en Charente, Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera, Euro Via Festival, Weggiser SonntagsKonzerte (Svizzera), Non sola scripta (Polonia), Italienische Orgelnacht (Füssen, Germania), Duomo di Lindau (Germania), Ordre Constantinien de Saint-Georges nella Cattedrale del Principato di Monaco alla presenza del principe Ranieri.
Negli ultimi anni si è dedicato alla letteratura francese dal 1800 ad oggi, eseguendo l’opera omnia di Maurice Duruflé, e collaborando con The Choral Scholars nell’esecuzione di opere di Fauré e Duruflé. Nell’ottobre 2003 ha eseguito per Rai Uno il Requiem di Maurice Duruflè in diretta dalla Basilica di S. Chiara, Napoli.
Ha svolto servizio liturgico in occasione della S. Messa celebrata dal Cardinale Piacenza in diretta dalle Catacombe di San Gennaro su Rete 4 e, in Piazza del Plebiscito, in occasione dell’ultima visita pastorale di Papa Benedetto XVI su Rai Uno. Ha inoltre effettuato registrazioni radiofoniche, tra cui l’esecuzione di brani inediti di Francesco Durante, Giovanni Furno e Carlo Cotumacci per la Radio Bavarese.
Nel 2012 é stato nominato organista titolare presso la St. Nikolaus Kirche in Stuttgart.
Ha pubblicato trascrizioni e volumi didattici per le Edizioni Setticlavio, ed é membro dell’Associazione Organistica Giovanni Maria Trabaci.

________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.