All’Auditorium della Floridiana un’intensa mattinata nel segno di Leopardi e Chopin con Paola Pitagora e Anna Lisa Bellini

Paola Pitagora e Anna Lisa BelliniFu il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche il primo ad occuparsi delle sorprendenti affinità legate alla vita di Giacomo Leopardi (1798-1837) e Fryderyk Chopin (1810-1849) che, rispettivamente in campo letterario e musicale, furono fra i maggiori rappresentanti del movimento romantico.
Non solo un’esistenza che si fermò prima dei 40 anni, minata da due diverse forme di tubercolosi, ma anche una vita da esuli, un patriottismo che si manifestò necessariamente nelle opere, non essendo in grado di partecipare in prima persona, e una sorta di “invasione di campo” reciproca, se pensiamo che Chopin si ispirò alle ballate dell’amico poeta e connazionale Adam Mickiewicz per dare vita ad un nuovo genere, mentre Leopardi raccolse le sue liriche più note nei cosiddetti “Canti”.
Tali presupposti, ripresi e approfonditi da molti studiosi, sono stati alla base dell’appuntamento con la rassegna “Concerti in Villa Floridiana”, organizzata dall’Associazione Musicale Golfo Mistico in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per il P.S.A.E. e per il Polo Museale della città di Napoli e la direzione del Museo Duca di Martina, che ha avuto come protagoniste l’attrice Paola Pitagora e la pianista Anna Lisa Bellini.
La parte letteraria è iniziata con una descrizione di Leopardi, curata dallo scrittore e patriota napoletano Antonio Ranieri, che ospitò il poeta negli ultimi anni di vita (1833-1837), abbinata alla Tarantella, op. 43 di Chopin.
Le successive citazioni, tratte dal “Diario del primo amore”, scritto da Leopardi fra il 1817 ed il 1818, trovavano un valido contraltare nello Studio op. 25 n.1 di Chopin.
Via via, abbiamo ascoltato una serie di poesie leopardiane, celeberrime come A Silvia, La sera del dì di festa, L’infinito, Il passero solitario, Canto notturno di un pastore errante dell’Asia, e meno famose quali A sé stesso, l’attualissimo All’Italia, e Ad Arimane, contenute prevalentemente nei Canti (1818-1836), dove l’autore sviscerò tutte quelle tematiche che contribuirono a fornire un quadro ben preciso della sua visione esistenziale.
Sul versante musicale, il connubio con la poetica di Leopardi era affidato al Valzer, op. 64 n. 2, ai due Notturni (in si bemolle op. 9, n. 1 e in fa maggiore op. 15, n. 1), alla Fantasia-Improvviso, op.66, a due Preludi, dall’op. 28, a due Studi, dall’op. 10 e ad un altro Studio, dall’op. 25, che precedeva le ultime parole dette da Leopardi prima di spirare.
Un programma nel complesso molto intenso e corposo, impreziosito dall’interpretazione delle due grandi artiste, l’attrice Paola Pitagora e la pianista Anna Lisa Bellini, che hanno dato vita ad uno spettacolo di rara finezza, caratterizzato da un indovinato abbinamento fra liriche e brani musicali, frutto di un minuzioso lavoro di approfondimento, trasmettendo fortissime emozioni al pubblico, giunto numerosissimo nell’auditorium del Museo Duca di Martina.
Ovazione finale e bis, anch’esso di grande consistenza, con La ginestra, fra gli ultimi capolavori leopardiani in quanto risale alla primavera del 1836, con il quale si è chiusa una memorabile mattinata.

________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.