L’Ensemble Giovanile del Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini nuova realtà del panorama musicale napoletano

Ensemble Giovanile Pietà de' TurchiniDue prestigiosi eventi di carattere culturale, la prima edizione della “Giornata Europea della Musica Antica” e le “Giornate di Primavera del FAI”, hanno offerto l’occasione per proporre un concerto di musica barocca, svoltosi nella chiesa napoletana di S. Rocco a Chiaia, nell’ambito della stagione della Fondazione Pietà de’ Turchini.
Al centro della serata il neonato Ensemble Giovanile del Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini, frutto di un’iniziativa abbastanza unica, costituito da giovani promesse, selezionate dopo aver risposto lo scorso anno ed un bando pubblico, provenienti da tutta Italia e anche dall’estero, la cui supervisione è affidata a Stefano Demicheli e, per la parte organistica, ad Emanuele Cardi.
Proprio quest’ultimo ha avuto il compito di guidare i componenti dell’ensemble attraverso un breve excursus relativo al repertorio barocco per organo ed orchestra.
In apertura è stato proposto il Concerto per organo e archi in si bemolle maggiore di Pietro Domenico Paradisi (1707-1791), nato a Napoli, dove presumibilmente fu allievo di Porpora.
Trasferitosi a Londra nel 1746, vi rimase fino al 1770, portando avanti una prestigiosa carriera di clavicembalista e docente, per poi tornare a Venezia, tappa conclusiva della sua vita.
Anche i successi di Giuseppe Baldassare Sammartini (1695-1750), fra i più grandi oboisti del suo tempo, sono legati strettamente alla città inglese, in quanto l’autore trascorse quasi metà della sua vita a Londra, suonando nell’orchestra del King’s Theatre diretta da Händel.
Dalla sua produzione erano tratti due Concerti per organo ed archi (n. 2 in fa maggiore e n. 1 in la maggiore), appartenenti all’op. 9, raccolta di quattro composizioni, pubblicata intorno al 1754 dall’editore britannico John Walsh con la dicitura “Concerti per clavicembalo o organo”, voluta dallo stampatore per agevolare la distribuzione sul mercato, ben sapendo come, all’epoca, fosse abbastanza difficile accettare una utilizzazione dell’organo al di fuori del contesto sacro.
Chiusura con il Concerto Pastorale per organo e archi in sol maggiore di Giovanni Battista Predieri (1678-1764), la cui attività si svolse esclusivamente a Bologna, dove fu Maestro di Cappella della Basilica di San Paolo Maggiore e membro dell’Accademia Filarmonica.
In complesso un programma, costituito da brani in prima esecuzione in tempi moderni, che metteva in evidenza sia la vivacità, la raffinatezza ed il virtuosismo dei brani di Paradisi e Sammartini, debitori rispettivamente della scuola napoletana e dell’influenza haendeliana, sia la maggiore affinità con il repertorio sacro del pezzo di Predieri.
Le suddette peculiarità sono state ottimamente espresse dall’Ensemble Giovanile del Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini, formato da Chiara Arzenton e Alice Miniutti (violini), Lorenzo Giovannelli (viola), Nazarena Ottaiano (violoncello), Giulia Breschi (fagotto), Rossella Policardo (clavicembalo), diretto all’organo da Emanuele Cardi.
In particolare, oltre al grande impegno profuso da tutti i componenti, reduci da numerose prove, durante le quali si sono avvalsi della preziosa esperienza del maestro Cardi, si percepiva un’atmosfera particolarmente gioiosa, sintomatica del piacere di fare musica insieme.
Il lungo cammino, attraverso un repertorio complesso ed estremamente problematico come quello barocco, è appena cominciato, ma questi primi passi hanno fornito risultati molto apprezzabili, per cui il nostro auspicio conclusivo è che l’iniziativa prosegua sulla strada intrapresa, caratterizzata da un giusto equilibrio fra entusiasmo e professionalità, magari con un aumentato riscontro anche da parte del pubblico più giovane.

_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Recensioni concerti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.