Giovedì 24 gennaio la stagione dell’Associazione Alessandro Scarlatti riprende con il duo Meunier-Le Bozec che conclude l’integrale delle sonate per violoncello e pianoforte di Beethoven

Logo Stagione Associazione Scarlatti 2012-13Giovedì 24 gennaio nell’Auditorium di Castel Sant’Elmo, alle ore 21 riprende dopo la pausa natalizia la stagione concertistica della Associazione Alessandro Scarlatti con il concerto del duo formato da Alain Meunier e Anne Le Bozec, che porta a compimento l’integrale delle sonate di Beethoven per violoncello e pianoforte, inaugurata nella stagione 2011/2012.
In programma le Sonate op. 5 n. 2 in sol minore, op. 69 in la maggiore e la sonata op. 64, trascrizione del trio d’archi op. 3 pubblicata da Artaria a Vienna nel 1807.
Alain Meunier è un beniamino degli appassionati napoletani di musica da camera, per anni direttore artistico delle Serate di Musica d’Insieme; al suo fianco Anne LeBozec, anche lei ben conosciuta al pubblico della Villa Pignatelli, è stata la prima pianista francese a superare il Lied-Konzertexamen in Germania, sotto la guida di Hartmut Höl, ed ha vinto il premio per il migliore pianista accompagnatore intitolato a Lili Boulanger a Parigi.

Prezzo del biglietto

I settore: 25 Euro
II settore: 20 Euro
III settore
Intero: 15 Euro
Ridotto giovani: 8 Euro
Last minute (giovani al di sotto dei 31 anni): 3 Euro, in vendita un’ora prima del concerto
.

Per informazioni:
www.associazionescarlatti.it;
info@associazionescarlatti.it
Infoline: 081 406011

_________________________________________

Programma

Ludwig van Beethoven (1770-1827)
Sonata in sol minore op. 5 n.2
Sonata in mi bemolle maggiore op. 64 (trascrizione del trio op. 3 per violino, viola e violoncello)
Sonata in la maggiore op. 69

Alain Meunier
Alain Meunier 2Se si dovesse definire Alain Meunier con una parola sola, “eclettismo” è quella che si imporrebbe.
Ma anche curiosità, libertà, apertura di spirito.
Numerosi musicisti contemporanei hanno composto per lui; nondimeno, egli resta interprete attento del repertorio classico e romantico, e se a lungo ha privilegiato la musica da camera, attualmente a tali esperienze si affianca una profonda propensione per il repertorio solistico.
Nato nel 1942, allievo del grande violoncellista Maurice Maréchal, si è formato al Conservatoire National Supérieur de Musique di Parigi, dove ha ottenuto quattro primi premi: in violoncello, piccolo complesso orchestrale, musica da camera, estetica musicale; nel medesimo Conservatorio è stato a lungo docente di musica da camera.
Fedele dal 1964 all’Accademia Chigiana di Siena (prima come allievo, poi come professore); per lungo tempo frequentatore assiduo del Festival di Marlboro; “pilastro”, fin dalla fondazione e per molti anni, delle Settimane di Musica d’insieme di Napoli così come degli Incontri internazionali di Asolo.
Fra le sue numerose incisioni discografiche si segnalano il Trio op. 11 di Beethoven, con Rudolf Serkin al pianoforte e Richard Stoltzman al clarinetto, le Sonate per violoncello e pianoforte di Debussy, di Hindemith e di Malipiero, il “Quatuor pour la fin du temps” di Messiaen e le Sonate a quattro di Rossini .
Recentemente ha registrato le Suites per violoncello solo di Bach, che hanno ricevuto ottime recensioni dalla stampa specializzata.
È direttore artistico del famoso Concours International de Quatuor à cordes di Bordeaux, oltre che delle Serate di Musica d’Insieme di Villa Pignatelli a Napoli per l’Associazione Alessandro Scarlatti e del Festival di Entrecasteaux in Francia.
In sintesi, lo si ritrova dovunque la musica di ieri e di oggi si fa, si muove, vive.

Anne Le Bozec
Dopo avere ottenuto tre primi premi al Conservatorio di Parigi, è stata la prima pianista francese a superare il Lied-Konzertexamen in Germania, sotto la guida di Hartmut Höl, vincendo quindi numerosi premi internazionali fra cui il Liedwettbewerb (Stoccarda), il premio per il migliore pianista accompagnatore intitolato a Lili Boulanger (Parigi), e la Duo Competition “Schubert und die Moderne” (Graz).
Ospite regolare di numerosi importanti festival in Europa e in Asia, suona sia come solista sia con musicisti come i cantanti Amel Brahim-Djelloul, Didier Henry, Philippe Huttenlocher, la flautista Sandrine Tilly, i violocellisti Alain Meunier e Emmanuelle Bertrand, ma anche con altri come in particolare la danzatrice di flamenco Sharon Sultan.
È docente al Conservatorio di Parigi e alla Musikhochschule di Karlsruhe.
Fra le sue incisioni, di particolare successo i recital “1001 Nights” con il soprano Amel Brahim-Djelloul, e “Goût de Renaissance” con il baritono Didier Henry.
_________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo

tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.