Da sabato 12 gennaio va in onda su Rai 3 “Effemeridi musicali”, trasmissione a cura di Moreno Cerquetelli condotta da Cristina Zavalloni

Foto Barbara Rigon

Foto Barbara Rigon

Reduce da una tournée in Tailandia, dove si è esibita con la Bangkok Symphony Orchestra, in ultimo anche per il Re di Tailandia, e in procinto di partire per Cartagena, dove terrà un ciclo di masterclass in seno al Festival Internacional de Musica, Cristina Zavalloni ha di fresco terminato di registrare la prima puntata delle sue Effemeridi musicali, nuovo format di RAI 3 dedicato alle musiche innovative, in onda partire da sabato 12 gennaio (ore 00.40 circa) sulla terza rete televisiva RAI, con cadenza mensile.
Prendendo spunto sia dall’attività della cantante bolognese sia dall’attualità musicale italiana tout court, la trasmissione curata da Moreno Cerquetelli verterà di volta in volta su una delle diverse sfaccettature che compongono il complesso prisma musicale tra fine Novecento e i primi decenni del Duemila: da Cage al minimalismo, dalle avanguardie storiche a Berio, di cui ricorre quest’anno il 10° anniversario della morte, dal jazz alle più diverse forme di espressione musicale che animano il panorama musicale odierno.
Anticipa la Zavalloni: “Come ricordava Benigni, nella sua trasmissione dedicata alla Costituzione: nella società italiana, ciascun individuo svolge una propria funzione. E ogni mansione è importante, da chi si occupa del curare i corpi, a chi produce oggetti o alimenti, a chi contribuisce a tenere le nostre strade pulite. La funzione degli artisti in genere, e dei musicisti nello specifico, è di nutrire le anime delle persone. Questa serie di “pillole” dedicate alla musica d’oggi, farà quindi luce su alcuni aspetti di quest’arte – oggi così generosa in termini di varietà di stili e possibilità espressive – e di alcuni dei suoi protagonisti; mio sarà il piacere di fare da Cicerone, e guidare lo spettatore alla scoperta di un universo straordinariamente vitale.”
L’anno che volge alla fine, è stato segnato dalla pubblicazione dell’ultimo cd di Cristina Zavalloni per Egea Records, La donna di cristallo, prima opera di cui la Zavalloni ha firmato i testi, oltre alle musiche; un’attività in parte nuova per la cantante, che racconta: “Solo in quest’ultimo album, ho cominciato a lavorarvi sistematicamente, e ricercare un vero e proprio stile, avendo sempre un parceiro (in portoghese, collaboratore stretto ndr.) con cui confrontarmi via via.”
Filo conduttore del lavoro, che si snoda sull’arco di dieci song originali, la sottile ironia dell’artista che cela la cristallina fragilità di una donna.
Il progetto, coprodotto dal Roccella Jazz Festival, nasce dall’incontro con il sassofonista e compositore Cristiano Arcelli, arrangiatore dell’album, e ha debuttato in anteprima al festival calabrese nel 2011 con la partecipazione di un ospite d’eccezione, il percussionista brasiliano Cyro Baptista.
Ad oggi è stato presentato al Salone del Libro di Torino, in diretta su Radio3 Suite – La stanza della musica, al festival Jazz in’it di Vignola, alla Casa del Jazz di Roma e al Teatro Sociale di Rovigo.
Nel 2013, il progetto sarà presentato al Torrione di Ferrara (l’8 marzo, tbc), al Teatro Rossini di Lugo (9 aprile) e al Teatro Fabbri di Forlì (30 maggio).
Tra i prossimi impegni della Zavalloni, ad apertura del nuovo anno, l’esecuzione di Folk Songs di Luciano Berio, il 29 gennaio al Teatro Politeama Garibaldi di Palermo per gli Amici della Musica di Palermo e il 6 febbraio, al Teatro Grande di Brescia.

Nicoletta Tassan Solet
Massalia Comunicazione
nicoletta.tassan@gmail.com
massaliacomunicazione@gmail.com
+ 39 348 64 18 066
skype name: nicoletta.tassan

_______________________________________________

Cristina Zavalloni
Cristina Zavalloni nasce a Bologna.
Di formazione jazzistica, intraprende a diciotto anni lo studio del belcanto e della composizione presso il Conservatorio della sua città. Per molti anni si dedica inoltre alla pratica della danza classica e contemporanea.
Si esibisce nei più importanti teatri di tutto il mondo, in prestigiose stagioni concertistiche e festival jazz quali il Montreux Jazz Festival, North Sea Jazz Festival, Free Music Jazz Festival di Anversa, Moers Music, Bimhuis di Amsterdam, Umbria Jazz, Rumori Mediterranei di Roccella Jonica, London Jazz Festival, Suoni delle Dolomiti, Nouveau Theatre di Besançon, Sala Scarlatti di Napoli, Novara Jazz Festival, Sant’Elpidio Jazz Festival, Klara Festival di Bruxelles, International Jazz Festival di Rotterdam, Concertgebouw di Bruges, Blue Note di Milano, Casa del Jazz di Roma, Banlieues Bleues di Parigi, Lincoln Center New York, Carnegie Hall New York, Concertgebouw Amsterdam, Teatro alla Scala Milano, Palau de la Musica Barcellona, Barbican Center Londra, New Palace of Arts Budapest, Auditorium Parco della Musica Roma, Walt Disney Hall Los Angeles, Teatro La Fenice Venezia, Teatro Filarmonico di Verona, Teatro Comunale di Bologna.
Si è esibita con orchestre quali la London Sinfonietta, BBC Symphony Orchestra, Schoenberg Ensemble, Sentieri Selvaggi, Musik Fabrik, Orkest De Volharding, Orchestra della Rai Torino, Los Angeles Philarmonic, ORT, Orchestra Toscanini, Irish Chamber Orchestra, ed è stata diretta da Martyn Brabbins, Stefan Asbury, Reinbert De Leeuw, Oliver Knussen, David Robertson, Jurjen Hempel, Georges-Elie Octor, Andrea Molino, Marco Angius, tra gli altri.
Collabora con il compositore olandese Louis Andriessen, che ha scritto per lei alcuni dei suoi più recenti capolavori tra cui Passeggiata in tram per l’America e ritorno, La Passione, Inanna, Letter from Cathy, Racconto dall’Inferno, la parte di Dante ne La Commedia (debutto mondiale alla Carnegie Hall di New York nel 2010), il monodramma Anais Nin (2010). E’ interprete di prime esecuzioni di Carlo Boccadoro, Luca Mosca, Emanuele Casale e interprete designata di composizioni di James McMillan (di cui ha interpretato la prima statunitense di Raising Sparks, al Carnegie Hall di New York nel 2011). Frequenta il repertorio barocco (Incoronazione di Poppea, Combattimento di Tancredi e Clorinda), avvia una collaborazione con Alain Platel e Fabrizo Cassol (VSPRS e Pitié!), e coltiva la sua passione per la Musica Popolare Brasiliana, in duo, con il mandolinista brasiliano Hamilton de Holanda e, in quartetto, con Guinga, Gabriele Mirabassi, Roberto Taufic. Le sue più recenti collaborazioni includono duo con Jason Moran e Benoit Delbecq.
Il 2012 si apre con la partecipazione al Premio Django Reinhardt indetto dall’Académie du Jazz de France, cui seguono il debutto al Grande Auditório della Fundação Gulbenkian di Lisbona con la prima portoghese di Per Caso Aznavour, la ripresa del Pierrot Lunaire di Schoenberg al Teatro Nazionale di Roma, la prima statunitense di Anais Nin di Louis Andriessen, alla Walt Disney Hall di Los Angeles. In maggio debutta al Beijing Concert Hall, con il Racconto dall’Inferno di Louis Andriessen, e nel progetto Strange Fruit di Fabrizio Cassol, al KVS e Theatre National di Bruxelles. Ritorna inoltre al West Cork Chamber Music Festival (Irlanda) con il debutto nella Phaedra di B. Britten e riprende il Combattimento di Tancredi e Clorinda di Monteverdi-Battistelli alle Terme di Caracalla di Roma. In ottobre debutta al Konzerthaus di Vienna nell’ambito dei festeggiamenti del 100° della composizione di Pierrot Lunaire, in Moonsongs di Uri Caine (da Schoenberg), debutta alla Perm Philharmonie, ritorna a Mosca, con un debutto alla Moscow International House assieme ai Virtuosi Italiani. In dicembre debutta infine a Bangkok con la Bangkok Symphony Orchestra, in un programma di jazz song di grande fascino.
Nel 2013, l’attendono il debutto nel progetto Barocco! con il gruppo Brass Gang! (Paolo Fresu, Gianluca Petrella, Steve Bernstein, Marcus Rojas) oltre a due importanti debutti nell’ambito delle celebrazioni del centenario della nascita di Benjamin Britten: The rape of Lucrezia (Produzione del Maggio Musicale Fiorentino) e The turn of the screw (Teatro Comunale di Bologna). Dall’8 al 12 gennaio terrà una masterclass nell’ambito del Festival Internacional de Musica di Cartagena (Colombia).
Pubblica presso Egea Records gli album IDEA (2006), Tilim –Bom (2008), SOLIDAGO (2009), La donna di cristallo (2012).
_________________________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band.
Acquistalo online cliccando sulla copertina oppure clikka qui. Potrai ascoltare anche le anteprime!!

Questa voce è stata pubblicata in Dal mondo della musica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.