Venerdì 23 novembre concerto inaugurale della IX edizione del Festival Internazionale Piano Solo, con la pianista Moira Michelini e il violoncellista Ivo Scarponi

Ritorna il Festival Internazionale “Piano Solo”, la rassegna promossa dal pianista Paolo Francese, sotto l’egida del Comune di Salerno, con la collaborazione di Alberto Napolitano Pianoforti, e il contributo della Pisano Ascensori.
Tre gli appuntamenti previsti dal cartellone di questa IX edizione, allestito dal direttore artistico Paolo Francese unitamente alla giovane organizzatrice Sara Cianciullo.
Quest’anno il pianoforte inaugurerà il suo ferace dialogo, che lo vede protagonista e sostenitore di tutti gli strumenti, con la voce più fascinosa degli archi, il violoncello e il re degli “strumentini”, il flauto, senza tralasciare l’evento centrale della rassegna che lo saluterà in scena da solo, in modo da gettare uno sguardo a tutto tondo sull’universo pianistico nella musica da camera.
Il concerto d’apertura, nell’abituale cornice del Salone dei Marmi di Palazzo di Città, previsto per venerdì 23 novembre, alle ore 19, saluterà il ritorno della pianista umbra Moira Michelini, che si presenterà in duo con il violoncellista Ivo Scarponi, proponendo un programma dal titolo “Ragione e Sentimento”.
La serata principierà con la Sonata n.3 in Sol Maggiore di Luigi Boccherini, nei tempi Largo, Minuetto, Allegro alla militare.
In essa è rappresentata per eccellenza il tipo della sonata boccheriniana, di cui sono posti in mostra tutti gli elementi rimasti caratteristici nell’intera opera del maestro lucchese: organicità, sveltezza e animata giocondità di forme e figurazioni, nel tempo lento una mestizia serena, una profondità e una commossa vibrazione sentimentale degna spesso dell’immane palpito beethoveniano, nel tempo di chiusa una impetuosa baldanza di andamenti e una brillantezza giovanile di pulsanti stacchi ritmici e di vaghe festose policromie.
Le galanterie rococò di Luigi Boccherini verranno messe a confronto con l’opera 36 in La minore di Edvard Grieg, scritta nella stessa tonalità del celeberrimo Concerto per pianoforte e orchestra, risalente al 1883.
Pur non essendo oggi molto eseguita, è comunque un’opera caratteristica, nella quale è possibile cogliere aspetti espressivi e compositivi particolarmente significativi, soprattutto nel dialogo tra gli strumenti e nelle aperture liriche, di immediata presa emotiva.
Ci sono però dei tratti di eleganza, di intimità salottiera, di raffinato bozzettismo che rendono la Sonata immediatamente riconducibile a quel, disimpegno di fondo tipico di Grieg, che privilegia, più della tendenza costruttiva, quella improvvisativa, un poco esteriore.
La Sonata si compone di 3 movimenti: un “Allegro agitato”, un “Andante molto tranquillo” che si avvia con una idea recuperata dalle musiche di scena per il dramma Sigurd Jorsalfar (Sigurd il crociato) del 1872 e un “Allegro molto marcato”, dove affiora una certa ripetitività di situazioni.
Chiusura affidata ad Astor Piazzolla e al suo Le Grand Tango, dedicato all’indimendicato Rostropovich, in cui momenti di languore cadenzato si alternano a sequenze appassionate piene di energia, sino alla sua stretta di fuoco su di un glissando da brividi.
Le Grand Tango fu composto nel 1982, per Mstislav Rostropovich: “Scrivere una composizione – dice Astor Piazzolla – per Slava (Rostropovich) era una grande responsabilità perché sapevo che i russi hanno un grande cuore per la musica del tango Non è una questione di essere nato in Argentina per sentire il tango, questo è la musica e Slava è la musica! Le Grand tango è una suite di tre diversi stati d’animo di tango in un unico movimento. Il violoncello ha la parte del canto e il pianoforte accompagna con ritmi aggressivi e accentuazioni, che offrono la sensazione reale del Tango Nuevo”.

L’ Ufficio Stampa
Olga Chieffi
Cell.:347/8814172

Info.:
paolofrancese@alice.it
cell.: 340/0560988

________________________________________

Moira Michelini
Moira Michelini nasce a Terni ed intraprende gli studi musicali nel Conservatorio “G. Briccialdi” della sua città, diplomandosi in pianoforte sotto la guida del M° Fausto Mastroianni ottenendo il massimo dei voti, lode e menzione.
Debutta al teatro “G. Verdi” di Terni nel 1987 e da allora svolge una intensa attività concertistica sia come solista che in formazioni cameristiche in Italia e all’estero: Germania, Spagna, Francia, Belgio, Austria, Portogallo, Svizzera, Malesia, Argentina e Giappone.
Numerose le sue collaborazioni con orchestra, tra le quali ricordiamo: l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Malesia, l’Orchestra di Stato della Romania, l’Orchestra Sinfonica di Buenos Aires, l’Orchestra del Conservatorio di Liegi, l’Orchestra BonnerJugend di Bonn, l’Orchestra Sinfonica della Murcia, l’Orchestra da camera “I Solisti di Perugia”.
Ha arricchito la sua formazione musicale perfezionandosi con i Maestri: F. Mastroianni, Lya De Barberiis, O. Frugoni e A. Specchi.
Ha frequentato a Bruxelles e a Roma i corsi di alto perfezionamento pianistico del M° Aquiles Delle Vigne.
Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali ed internazionali, conseguendo primi premi sia in Italia che all’estero.
Si è esibita in numerosi Festivals Musicali, suonando in prestigiose sale tra le quali: Monaco, “Sala Gasteig”, Parigi “Eglise S.Merry”, Sala del Conservatorio di Liegi, Museo delle Belle Arti di Buenos Aires, sala “Leopold Mozart” e “Wiener Sall”, Mozarteum di Salisburgo, Teatro Nazionale “Istana Budaya” di Kuala Lumpur, Sala dei Notari di Perugia, ottenendo ovunque ampi consensi di pubblico e di critica.
Ha partecipato inoltre al: Festival RAI Internazionale Umbriafiction TV, Festival Valentiniano 2001 dove ha inciso un Cd-Live del Concerto in Fa di G. Gershwin per pianoforte e orchestra, Festival di Musica del Mediterraneo di Murcia, Festival di piano “Sant Pere de Rodes” Girona, Stagione dei Concerti di Piazza Navona (Roma) ecc. Recenti sono le sue tourneè in varie città della Spagna, fra cui Madrid, Murcia Alicante e in Germania: Monaco, Murnau, Lenggries.
Ha registrato per la RAI-TV ed è regolarmente invitata come membro, in giurie di Concorsi Pianistici.
Nel 1998 ha inciso un CD con sonate di D. Scarlatti e dello spagnolo A. Soler esposto al Salone Internazionale della Musica di Parigi del 2001.
Nel gennaio 2006 ha inciso un altro CD-Live delle Quattro Stagioni di Astor Piazzolla con l’Orchestra Ensamble Metamorfosi.
E’ stata membro del Consiglio di Indirizzo della Fondazione del Concorso Internazionale Pianistico “A.Casagrande”.
E’ la Direttrice Artistica dell’Associazione Araba Fenice di Terni.
Da oltre quattro anni suona insieme al violoncellista Ivo Scarponi per importanti associazioni Italiane e per altri Enti Musicali Spagnoli e Francesi.

Ivo Scarponi
Ivo Scarponi è nato a Perugia nel 1971.
Si è diplomato in violoncello nel 1992 con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “F.Morlacchi” di Perugia sotto la guida del M° Vallini.
Ha frequentato poi il corso triennale presso l’Accademia Nazionale di S.Cecilia sotto la guida del Maestro F. M. Ormezowsky, diplomandosi brillantemente nel 1995.
Si è inoltre perfezionato in musica barocca presso l’Accademia di Fiesole.
Membro fondatore del Quintetto Scarponi, con il quale ha suonato per le maggiori associazioni concertistiche Italiane (Società del quartetto, Amici della Musica, Il Coretto etc..) ha effettuato numerose registrazioni Radiofoniche (RAI,RSI) e prime esecuzioni assolute (Fellegara, Gentile, Molino, D’Amico, Hoch), nonché alcune incisioni discografiche (Nuova Era, Ricordi).
Ha tenuto concerti sia come solista, che in famosi complessi cameristici (Solisti Aquilani, Gruppo Musica d’Oggi ) in Italia e all’estero (Messico, Spagna, Austria, Germania, Giappone).
E’ stato primo violoncello di varie Orchestre: Camera del’Umbria, Camerata del Titano di S.Marino, Simphonia Perusina, Sinfonica di Terni).
Attualmente è membro stabile dell’Orchestra da Camera di Uto Ughi.
Ha vinto nel 1998 e 1999 con l’ottetto d’archi Musicus Novus, numerosi Concorsi. Dal 1997 è docente di violoncello presso il “Civico Istituto Musicale Onofri” di Spoleto.
Nell’agosto 2003 ha registrato con il gruppo Hermans Consort (per la casa discografica Bongiovanni) in qualità di primo violoncello solista, i sei concerti di Von Wassenaer.
Nel 2004 ha formato insieme a Moira Michelini un Duo che si è esibito in numerose tournée in Italia, Spagna e Francia.

________________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.