Domenica 16 dicembre il Gruppo Bruno Maderna celebra Debussy a Viareggio

Domenica 16 dicembre 2012, alle ore 18.00, nella Sala delle Colonne di Villa Paolina (via Machiavelli 2 – Viareggio), si terrà il concerto dal titolo “…. buon compleanno Achille ….” dedicato a Claude Achille Debussy per il 150° anniversario dalla nascita con la partecipazione del Gruppo Bruno Maderna, diretto da Fabio Neri e formato da Licia Sommacal (voce recitante), Sabrina Vitali (soprano), Riccardo Lippi e Alessio Bacci (ottavini, flauti e flauti in sol), Francesca Boem e Lisetta Rossi (arpe, Michela Spizzichino (celesta).

Il Gruppo Maderna, intende inaugurare il nuovo cammino artistico commemorando una delle figure fondamentali nel rinnovamento del linguaggio musicale tra Ottocento e Novecento: quella di Claude Debussy, di cui ricorre nel 2013 il centocinquantenario della nascita.
L’intenzione è quella di reinterpretare un Debussy raro e poco conosciuto al grande pubblico, quello del compositore di mélodies articolate su testi importanti della grande stagione poetica simbolista, a sottolineare quella che il compositore ritenne sempre la componente fondamentale della sua estetica.
Trois poèmes da Mallarmé e le più celebri Chansons de Bilitis costruite sui versi di Pierre Louÿs, principalmente, ma anche una rarità, Pierrot, su testo del poeta parnassiano Theodore de Banville.
Un intersecarsi della parola poetica con una raffinatissima invenzione musicale, nel rispetto di un ideale wagneriano di fusione delle arti che segnò in profondità, a fine Ottocento, la Parigi degli artisti.
I brani saranno eseguiti in parte nella versione originale, per canto e piano o arpa, o per ensemble strumentale.
In alcuni casi, invece, gli originali sono stati rielaborati e saranno proposti in un’orchestrazione inedita ad opera del direttore del Gruppo, Fabio Neri.
A completare il programma concorrono anche alcuni pezzi strumentali, caratteristici di un Debussy più maturo che considera ormai sormontato il modello wagneriano pur mantenendone la molteplicità espressiva ed evocatrice.
Tra questi spicca un’interessante trascrizione strumentale di uno dei più popolari preludi, Des pas sur la neige, in cui la particolarissima tecnica di matrice impressionista messa a punto negli anni raggiunge uno dei più alti risultati.
(Presentazione di Chiara Caselli)

L’ingresso è libero

Info:
Amici della Musica di Viareggio
http://www.amicidellamusicaviareggio.it/

Gruppo Maderna
Riccardo Lippi
tel. 0584 952073

________________________________________________________

Programma

Claude Achille Debussy (1862-1918)

En Bateau per flauto e arpa (1889) (dalla Petite suite per pianoforte a 4 mani)

Trois Poèmes de Stéphane Mallarmè per canto e pianoforte (1913) (trascrizione per voce e ensemble di Fabio Neri)
1. Soupir (Mon âme vers ton front où rêve, ô calme soeur)
2. Placet futile (Princesse! À jalouser le destin d’une Hébé)
3. Évantail (Ô rêveuse pour que je plonge)

Syrinx, per flauto solo (per la musica di scena della Psyché di Gabriel Mouray) (1913)

dalle Ariettes oubliées
n. 2 Il pleut dans mon coer comme sur la ville per voce e arpa (1885 – 1887)

“Des pas sur la neige” dai Douze preludes, vol. I – per pianoforte (1910) (trascrizione per ensemble di Fabio Neri)

Pierrot (poésie di Théodore de Banville) per canto e pianoforte (1882) (trascrizione per voce e ensemble di Fabio Neri)

Chansons de Bilitis, musica di scena (1900 – 1901) su testo di Pierre Louÿs per voce recitante, due flauti, due arpe e celesta.
1. Chant pastoral
2. Les comparaisons
3. Les contes
4. Chanson
5. La partie d’osselets
6. Bilitis
7. Le tombeau sans nom
8. Les courtisanes égyptiennes
9. L’eau pure du bassin
10. La danseuse aux crotales
11. Le souvenir de Mnasidica
12. La pluie du matin

Gruppo Bruno Maderna
Il Gruppo Bruno Maderna è nato a Lucca nel 1977, riuscendo subito a farsi apprezzare per la sua versatilità, per la capacità di coinvolgere il pubblico e per il pregio di far convergere verso un unico obiettivo competenze tecniche e interpretative, sulla base dell’esempio carismatico del grande Bruno Maderna.
L’organico iniziale, flauto, oboe e clarinetto, si è rapidamente allargato a dieci strumenti a fiato per poi raggiungere le dimensioni di una piccola orchestra.
Contemporaneamente al suo percorso nelle sale da concerto, il Gruppo – sotto la direzione di Fabio Neri – si è mosso in ambiti promozionali e divulgativi della musica contemporanea, ha commissionato nuove opere a giovani compositori, ha tenuto seminari e corsi in tutto il mondo diffondendo le nuove tendenze musicali italiane.
Ha registrato per la Rai, Orf, la ZDF, la Radio brasiliana e Radio NBC di Melbourne. Di grande prestigio le tournées che hanno toccato Jugoslavia, Cecoslovacchia, Grecia, Brasile, Australia, Germania ed Austria, durante le quali sono state tenute master-class sulla musica italiana del nostro tempo.
Il Gruppo ha collaborato con i più autorevoli compositori italiani, Goffredo Petrassi, Franco Donatoni, Salvatore Sciarrino, Luciano Berio ed altri ancora, spesso presenti in sala durante i concerti monografici a loro dedicati, nonché con artisti come Emanuele Luzzati.

Chiara Caselli, musicologa
Chiara Caselli si è laureata in lettere presso l’ateneo fiorentino con il massimo dei voti e la lode discutendo una tesi interdisciplinare su “Musica e musicalità nei romanzi di Gabriele d’Annunzio”, per la quale ha ricevuto, nel maggio 1992, il premio di laurea “Aldo Palazzeschi”.
Ha riordinato l’archivio storico della Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, curando la pubblicazione dell’inventario a stampa.
Diplomata in flauto traverso, ha lavorato come insegnante di storia della musica presso la scuola di musica “Teodulo Mabellini” di Pistoia. Dal 2005, ricopre lo stesso incarico presso la scuola comunale “Giuseppe Verdi” di Prato; parallelamente insegna italiano e storia nella scuola secondaria superiore.
E’ collaboratrice musicale della redazione pistoiese del quotidiano “La Nazione”.
Si è dedicata prevalentemente alle connessioni tra musica, letteratura ed arte, tenendo lezioni e conferenze presso l’Associazione musicale lucchese, gli Amici dell’Opera di Pistoia, l’associazione Amici della musica di Viareggio, il conservatorio “G. Puccini” di La Spezia, la Scuola di musica “Giuseppe Verdi” di Prato.

Licia Sommacal, voce recitante
Ha conseguito il diploma in canto lirico presso il Conservatorio di Riva del Garda.
Ha studiato canto barocco con C. Ansermet specializzandosi presso il Conservatorio di Musica Antica di Ginevra con C. Gabrielle.
Ha frequentato corsi di arte scenica e recitazione con il regista teatrale F. Vacchi, corsi di direzione ed interpretazione corale tenuti da E. Volontieri.
E’ laureata in “Didattica della Musica” presso il conservatorio di musica “G. Cantelli” di Novara.
Dal 1991 si dedica all’attività concertistica come solista prediligendo il repertorio cameristico.
E’ attiva nella divulgazione della musica contemporanea spesso non ancora edita o dedicatale da compositori.
Collabora con diverse formazioni vocali e strumentali italiane e straniere: Il Fabbro Armonioso, Ensemble Barocco Italiano, Insight Quartet, Ensemble Koiné.
Ha cantato nel coro “Cantores Mundi” diretti da M. Bordignon, nella “Cappella Mauriziana” diretta da M. Valsecchi, nel coro lirico “G. Verdi” di Milano diretto da R. Gandolfi.
Dal 2003 canta stabilmente nel St. Peter Choir di Londra sotto la direzione di P. Collin e tiene concerti per il Circolo Anglo-Italiano di Barnet-borough (GB).

Sabrina Vitali, soprano
Si è diplomata in pianoforte presso l’Istituto “Pietro Mascagni” di Livorno e, nel medesimo Istituto, si è diplomata in canto con il massimo dei voti.
In seguito ha perfezionato i suoi studi con il maestro Paolo Washington.
Ha cantato insieme ad artisti quali Leo Nucci, Margherita Guglielmi, Andrea Bocelli, Rolando Panerai, Graziano Polidori, Paolo Washington, in varie città italiane: Mantova, La Spezia, Trapani, Potenza, Modena, Firenze, Ortona, etc.
Ha partecipato dall’ottobre 1996 al gennaio 1997 al corso di perfezionamento per Interpreti dell’Opera Lirica Italiana, tenutosi al Teatro Comunale di Modena, dove poi ha debuttato nel personaggio di ‘Betly’, nell’omonimo dramma giocoso di Donizetti.
Ha partecipato inoltre alla selezione “Giovani Interpreti per il Teatro d’Opera 1997” di Firenze, promossa da Firenze Lirica e Agimus e si è esibita come ‘Despina’ nel “Così fan tutte” di Mozart.
Si è classificata finalista al 49° Concorso Cantanti Lirici della Comunità Europea 1998, promosso dall’Aslico di Milano.
Nell’aprile del medesimo anno ha debuttato nei ruoli di ‘Papagena’ e ‘Prima Dama’ ne “Il piccolo Flauto Magico” tratto da “Die Zauberflote” di Mozart, per il progetto “Opera domani…”, organizzato dall’A.SLI.CO.
Nell’autunno 1998 ha lavorato nelle tre “Commedie Goldoniane” di Gian Francesco Malipiero e in “Gianni Schicchi” di Puccini per i teatri di Como, Brescia, Pavia e Cremona. Nel1999 è stata impegnata nella 2a edizione de “Il piccolo Flauto Magico”, ricoprendo i medesimi ruoli dell’anno precedente, per i teatri di Vigevano, Bergamo, Cremona, Mantova, Milano, etc.
Si è classificata prima assoluta nel 12° Concorso Internazionale ‘Cascinalirica’, indetto dall’Acam nel maggio ’99.
Nel luglio seguente ha lavorato nel “Cantiere Internazionale d’Arte” di Montepulciano nell’allestimento di “Elisir d’amore” di Donizetti e “Messa di Santa Cecilia” di Scarlatti (successivamente trasmessa da RadioTre), rispettivamente nei ruoli di ‘Adina’ e ‘Soprano Primo’.
Tra l’ottobre e il dicembre del medesimo anno ha ricoperto il ruolo di ‘Clorinda’ ne “La Cenerentola” di Rossini e di ‘Papagena’ ne “Il Flauto Magico” di Mozart.
Ha lavorato nell’allestimento dell’opera “Le Comte Ory” di Rossini per il Teatro “Carlo Felice” di Genova.
In giugno ha debuttato nel ruolo di ‘Rosina’ ne “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini a Bari, mentre nel mese di agosto ha debuttato nel “Rigoletto” di Verdi nel ruolo di ‘Gilda’ a Casciana Terme (Pisa).
Nel dicembre 2000 ha interpretato ‘Serpina’ ne “La Serva Padrona” di Pergolesi a Pisa.
Nel marzo 2001 ha cantato ne “Le Convenienze ed Inconvenienze Teatrali” di Donizetti per la Staatsoper di Stoccarda, e a giugno ha debuttato nel ruolo di ‘Musetta’ ne “La Bohème” di Puccini a Sarzana (SP) in forma di concerto.
Nel mese successivo ha cantato ‘Gilda’ nel “Rigoletto” di Verdi a Bari.
Ha partecipato con Ugo Pagliai, Paola Gassman e il tenore Claudio Bini a “Il poeta e La divina” omaggio a Eleonora Duse e Gabriele D’Annunzio al teatro dell’Olivo di Camaiore.
Ha interpretato inoltre ‘Papagena’ nella versione in tedesco de “Die Zauberflote” di Mozart per il Teatro Politeama Greco di Lecce.
Nel luglio 2004 ha interpretato ‘Despina’ in “Così fan tutte” di Mozart con la ‘Belcanto Opera Company’ per Fuglsocentret in Danimarca.

Riccardo Lippi, flauto
Riccardo Lippi, nella sua più che ventennale presenza nella vita musicale italiana e straniera, ha unito doti di raffinato interprete, dedito in particolare alla musica contemporanea (numerose sono le sue prime esecuzioni assolute e le composizioni a lui dedicate) a quelle di organizzatore musicale.
Docente di flauto al Conservatorio di Bolzano dal 1989, è anche dal 1998 Presidente e Direttore Artistico dell’Associazione “Amici della Musica “ di Viareggio, carica alla quale è pervenuto dopo anni di presenza nella stessa associazione. Si deve a lui e a un ristretto
gruppo di suoi collaboratori la rinascita dell’associazione, con stagioni di concerti sempre più interessanti e con il ritorno di musicisti di rilievo internazionale.
L’estrinsecazione del suo doppio ruolo di musicista e di musical manager risale al 1976, anno in cui fonda, insieme ad altri musicisti, il Gruppo di Musica Contemporanea “Bruno Maderna”, gruppo che si è imposto, per insolita longevità e particolare fisionomia, nel vasto ed eterogeneo panorama degli ensembles strumentali degli ultimi decenni.
Riccardo Lippi fa inoltre parte di altri insiemi cameristici, dal duo con l’arpa o il pianoforte, al trio, al quartetto.
La sua esperienza nel campo della musica contemporanea lo ha portato a tenere importanti masterclass di tecnica flautistica.

Alessio Bacci, flauto
Diplomatosi all’Istituto “Boccherini” di Lucca, si è perfezionato all’Accademia Musicale Chigiana con Severino Gazzelloni e Alein Meunier (Diploma ad honorem 1980).
Dal 1979 fa parte del Gruppo di Musica contemporanea “Bruno Maderna” col quale ha tenuto concerti per le più prestigiose associazioni musicali e festivals in Italia e all’estero (GAMO di Firenze, “Demetra” di Salonicco, rassegna RAI di Spotorno, incisioni per la radio austriaca ad Innsbruck, Neue Musik di Wiesbaden, Amici di Castel Sant’Angelo a Roma, Festival delle Nazioni a Città di Castello ecc.).
Ha effettuato molte prime esecuzioni assolute fra le quali composizioni di Sciarrino, Gentilucci, Ferrero, Morricone, Mannino.
E’ stato primo flauto e ottavino in molte orchestre della toscana e suona in varie formazioni cameristiche.
Ha tenuto master-classes all’università di Dortmund, Tirana, Istanbul ed è stato ripetutamente professore ospite al Conservatorio di Sidney e di Saõ Paulo; è direttore della rivista di musicologia Tetraktys e attualmente si occupa dell’apparato critico del progetto “TESORI MUSICALI TOSCANI” per la diffusione dei musicisti toscani del ’700.
Insegna al Conservatorio della Spezia.

Lisetta Rossi, arpa
Dopo aver studiato a Firenze e Venezia, dove si è diplomata con il massimo dei voti e la lode, ha seguito corsi di perfezionamento con maestri di scuola francese, tedesca e americana.
Ha svolto la sua attività didattica presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, dove è stata titolare della cattedra di arpa e docente dei corsi superiori di strumento, didattica dell’arpa e di ensemble di arpe.
Numerosi suoi allievi si sono distinti in concorsi nazionali ed internazionali.
Ha tenuto corsi di perfezionamento e masterclass in Italia, anche come docente ospite dei Conservatori di Lisbona, Monopoli e La Spezia, ed ha fatto parte di giurie di concorsi di interpretazione ed esecuzione.
Solista e camerista, ha avuto parte in concerti, registrazioni ed incisioni per Erato e Ricordi con: I Solisti Veneti, l’Ensemble Garbarino, Carme, Ex-novo Ensemble, Antidogma, le orchestre sinfoniche della RAI di Torino, Milano e Roma, i Pomeriggi Musicali di Milano; ha effettuato tournées in Italia, Francia, Svizzera e Germania , ed è stata presente in festival nazionali e internazionali come: Asolo Musica, il Festival Villa Medici a Roma, Musica del nostro Tempo a Milano, Settembre Musica a Torino, Munchengldsbach.
Non ancora ventenne, ha vinto il concorso nazionale per il posto di prima arpa nell’Orchestra Sinfonica Siciliana ed ha proseguito la carriera collaborando come prima arpa con numerose orchestre sinfoniche, liriche e da camera, fra le quali il Maggio Musicale Fiorentino, l’Orchestra Sinfonica della RAI di Milano, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, l’Orchestra della RAI di Roma, il Teatro Massimo diPalermo e l’Orchestra dell’Opera di Genova, suonando sotto la direzione dei Maestri: Delman, Muti, Bertini, De Burgos, Gavazzeni, Barshaj, Berio, Inbal, Chailly, Rophé e Tielemann; con quest’ultimo si è esibita come solista nel concerto per flauto, arpa e orchestra di Mozart.

Francesca Boem, arpa
Nata a Venezia, si è diplomata con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio della sua città.
In seguito si è diplomata al Conservatorio Royal de Musique di Bruxelles, dove ha ottenuto il Primo Premio e Diploma Superiore con lode.
Nel contempo si è perfezionata con alcune delle migliori arpiste come Marisa Robles, Eileen Malone e Susanna Mildonian.
Ha frequentato i corsi dell’Accademia Musicale Chigiana che nel 1992 le ha conferito il diploma d’onore.
Ha partecipato a vari concorsi e rassegne musicali in Italia e all’estero ottenendo numerosi riconoscimenti tra cui il terzo Premio al Concorso Internazionale di Imperia e il premio di Prima Idonea al Concorso Internazionale dell’UFAM di Parigi.
Nel1987 ha vinto la prima edizione del Premio Florian per i migliori diplomati nei Conservatori italiani.
Ha svolto un’intensa attività concertistica sin dai primi anni di studio come solista; ha suonato anche in varie formazioni: attualmente forma un duo stabile arpa-flauto con il quale ha svolto molti concerti e tournées in Italia e all’estero (Irlanda, Egitto ecc.).
Come arpa solista ha collaborato con importanti orchestre quali l’orchestra dell’Opera di Budapest, l’ Orchestra dell’ UCL di Louvain-la-Neuve in Belgio, l’Orchestra della School of Arts del North Carolina e l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento.
Si è esibita presso il Teatro La Fenice di Venezia sia come solista che con l’orchestra.
E’ stata prima arpa nell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, inoltre collabora con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, con l’Orchestra del Novecento di Pistoia, con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento e con l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma: in tali occasioni ha suonato sotto la guida dei più importanti direttori quali Prêtre, Penderecki, Berio, Barshai, Chailly (con il quale ha realizzato un CD per la Decca), Lu Ja, Renzetti, Commissiona, Sinopoli, Kuhn.
Dal 1999 è vice-presidente dell’Associazione “Amici della Musica” Viareggio-Versilia.
Nel 2000 ha fondato l’Ensemble Koinè, specializzato in musica del Novecento.
Dopo aver insegnato arpa presso il Conservatorio di Musica “Claudio Monteverdi” di Bolzano, attualmente è docente alle scuole “Teodulo Mabellini” di Pistoia e “Giuseppe Verdi” di Prato.

Michela Spizzichino, celesta
Si è formata e perfezionata con Antonio Bacchelli, Alessandro Specchi, Aldo Ciccolini e altri artisti del panorama musicale internazionale come Murray Perahia, Paul Badura-Skoda, Rosalyn Tureck, Bruno Canino, Pier Narciso Masi, e ancora con Pavel Vernikov, Kostantin Bogino, Christian Ivaldi, conseguendo numerosi Master in Musica da Camera a Fiesole, Imola, Portogruaro.
Apprezzata solista, ha acquisito negli anni una notevole esperienza nella musica d’insieme affrontando i più svariati repertori dal barocco agli autori contemporanei e la maggior parte delle opere in duo e in altro organico con voce, archi, fiati e percussioni.
Tiene corsi e seminari sulle tecniche per lo studio pianistico, la lettura a prima vista, l’accompagnamento e da oltre quindici anni lavora anche come pianista accompagnatore nell’ambito di Festival e Master di Perfezionamento e all’interno delle attività di Conservatori e Istituti Musicali e della Scuola di Musica di Fiesole.
Svolge intensa attività nella formazione di duo, con il violino, il violoncello, il saxofono vincendo numerosi premi solistici e in musica da camera.
Ha collaborato in più occasioni con i soprani Sabrina Vitali, Paola Leggeri, Gianna Queni, con il mezzosoprano Fulvia Bertoli. Con il soprano Maria Dragoni è stata ospite de “La Barcaccia” a Radio3, ha realizzato, al clavicembalo, il concerto in memoria di Farinelli nell’ambito del Festival Barocco di Bibbiena 2005.
Ha effettuato la registrazione di numerose colonne sonore sia come solista che come solo d’orchestra, per film, tra i quali “La vita è bella” di Roberto Benigni, e ancora per video e cortometraggi, tra i quali “Fragili”, vincitore del premio della giuria al Festival Raccorti Toscani 2011.
Ha collaborato per importanti progetti e produzioni con Ladislau Horvath (primo violino del Maggio Musicale), ha preso parte alla produzione del Requiem di Brahms nella particolare versione per due pianoforti, solisti e coro allestita presso il Teatro Goldoni di Livorno nel 2009, ha inaugurato la Stagione dei Concerti 2010 di La Spezia con il Pierrot Lunaire di Schonberg diretto da Andrea Nicoli con la voce di Monica Benvenuti.
Ricevendo critiche sempre particolarmente lusinghiere sulla stampa italiana ed europea, si è esibita in numerose città italiane e all’estero in Francia, Germania, Polonia, Spagna, ospite di sedi culturali come la Radio Vaticana, la Sala Verdi del Conservatorio e la Società Umanitaria di Milano, presso gli Istituti Italiani di Cultura di Colonia, Brema e Cracovia, il Museo Chopin di Varsavia, il Festival di Rheingau, l’Accademia Filarmonica di Lublino, la Musikhalle di Amburgo.

Fabio Neri, direttore
Ho studiato direzione d’orchestra con il maestro Vladimir Delman.
Il suo metodo d’insegnamento era molto rigoroso e inflessibile ed era vietato salire sul podio se non si aveva niente da “dire”; tormento, sofferenza e tensione in un’esperienza indimenticabile.
Nel 1976 ho riunito un gruppo di musicisti con cui mi sono cimentato nell’esecuzione di musica contemporanea.
Al grande maestro “europeo” Bruno Maderna ho dedicato il mio gruppo nel quale ho coinvolto altri strumentisti tanto da formare un complesso di alto livello, entusiasta ed appassionato nell’esecuzione della musica del nostro secolo.
Con questo ensemble sono stato invitato in molte città italiane (Bari, Firenze, Lucca, Pisa, Pistoia, Siena, Roma, Rieti, Cagliari, Sassari, Nuoro, Genova, La Spezia, Imperia, Torino, Milano, Bergamo, Brescia, Modena, Ancona, ecc…) ed estere (Innsbruck, Wiesbaden, Praga, Zagabria, Salonicco, Atene) oltre che in Brasile ed in Australia.
Abbiamo anche registrato per la Rai e per l’ORF.
Molti compositori hanno creduto nel mio lavoro giungendo ad affidarmi le loro fatiche per la “prima esecuzione assoluta”.
Degli oltre 200 maestri, ne citerò solo alcuni: Ennio Morricone, Fabio Cifariello Ciardi, Rocco Abate, Guido Baggiani, Bruno Battisti D’Amario, Andrew Byrne, Luca Belcastro, Michele Biasutti, Marco Biscarini, Gerard Brophy, John Cindy, Cosimo Colazzo, Giulio Castagnoli, Mario Ficarelli, Ivan Fedele, Ada Gentile, Armando Gentilucci, Raimund Julich, Kelly Neil, Luca Lombardi, Peter Myers, Ortolan Tadeu Edson, Marcello Pusceddu, Diego Haase Sanchez, Marcello Panni, Roman Vlad, Salvatore Sciarrino, Matteo D’Amico, Franco Mannino, Nicola Scardicchio, Aurelio Samorì, Antonio Scarlato, Andrew Schultz, Hubert Stuppner, Rudolf Acosta, Davide Anzaghi, Paolo Arcà, Cindy, Giuseppe Colardo, Lorenzo Ferrero, Giorgio Gaslini, Giorgio Lazzarini, Paolo Renosto, Hannes Talijaard, Ivan Vandor, Ron Weidberg, ecc…
Nel 1990 ho fondato il Laboratorio Lirico “Città di Bolzano” con la collaborazione del dottor Renzo Caramaschi del Comune di Bolzano cui si è aggiunto, l’anno dopo, il celebre ed appassionato basso Enzo Dara.
Si è iniziato con un’opera-comique di Andrée Modest Gretry, il Richard Coer du Lyon; è stato un grande successo registrato in cd dalla Nuova Era.
Abbiamo proseguito, poi, con la prima ripresa moderna di “Amor rende sagace” di Domenico Cimarosa.
Nell’ultimo anno di vita del Laboratorio, ho diretto “Il mondo della luna” su libretto di Carlo Goldoni, di Giovanni Paisiello.
La casa discografica Bongiovanni di Bologna ha inciso le due opere.
Per il Festival di Musica Contemporanea di Bolzano ho diretto i “Carmina Burana” di Carl Orff, l’“Alexander Nevski” di Prokofiev (Monica Minarelli, contralto), la “Terza Sinfonia” di Henrik Gorecki (solista Antonia Cifrone) ed un programma monografico dedicato a Heinrich Goebbels.
Dal 1989 sono stato invitato a tenere dei corsi in qualità di docente dalle Università di Melbourne, Sydney e di S. Paulo del Brasile.
Aver contribuito alla formazione di giovani strumentisti in occasione dei corsi di musica d’insieme che ho tenuto al Teatro Consorziale di Budrio (Bologna) dal 1985 al 1996 mi ha dato una grande soddisfazione.
Negli ultimi tre anni di questo mio incarico, i corsi erano inclusi in un progetto della Fondazione Arturo Toscanini di Parma.
Nel 1996 il maestro Claudio Desderi mi ha coinvolto al Teatro Verdi di Pisa come assistente musicale.
In questo fecondo periodo di lavoro ho diretto concerti sinfonici e opere con l’orchestra del teatro Camerata Musicale, tra queste l’“Orfeo ed Euridice” di Gluck nella stagione
lirica del Teatro di Mantova.
Per anni sono stato collaboratore artistico dell’Associazione Musicale Lucchese nel settore della musica contemporanea e in quel settore ho commissionato e diretto numerose composizioni dei più importanti musicisti contemporanei.
Nel 1999 ho diretto la prima mondiale della “Cantata per la festa dei bambini morti di mafia” su testo di Luciano Violante e le musiche di Mannino, Morricone, Gaslini.
Dal 2000 ho iniziato a esplorare le civiltà musicali extra-europee: le coste est e ovest degli Stati Uniti nel 2000, il continente Africa nel 2001, la città di Gerusalemme come simbolo di “luce e d’ideali” nel 2002, l’America Latina nel 2003 e, nell’anno successivo, la cultura e la musica dei popoli senza-terra, la Cina nel 2007, la figura del Diabolus nel 2008 e la Turchia nel 2009.
Sono stato direttore ospite presso: Orchestra Haydn, Angelicum di Milano, Orchestra da Camera Lucchese, Orchestra da Camera di Cesena, Camerata Musicale del Teatro Verdi di Pisa, Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, Orchestra del Novecento di Pistoia, Orchestra Sinfonica “Città di Grosseto”, Florence Symphonietta, Orchestra Sinfonica Abruzzese, I Virtuosi Italiani, Orchestra Sinfonica di Lecce.
La mia discografia comprende un prezioso CD dedicato alla figura del compositore lucchese contemporaneo Gaetano Giani Luporini e di Fabio Cifariello Ciardi per la Edipan e tre opere liriche di Gretry, Paisiello e Cimarosa per la Bongiovanni.
Insegno musica da camera da più di trent’anni al Conservatorio di Musica “Claudio Monteverdi” di Bolzano.
Il mio lavoro di promozione e divulgazione musicale attraverso conferenze, ascolti guidati, presentazione di concerti è stato considerevole; questo impegno è stato – proprio recentemente – premiato con la registrazione di tredici trasmissioni per la RAI e con otto appuntamenti sulla musica nella storia della cristianità per l’Istituto di Scienze Religiose di Bolzano

_______________________________________

Seguici su Facebook:

Critica Classica

**P**U**B**B**L**I**C**I**T**A’**

Nefeli, il nuovo Cd di canzoni folk internazionali alternate a 3 brani classici per violoncello solo
tutto cantato e suonato da Susanna Canessa e la sua band. Acquistalo su:

…e molti altri network in tutto il mondo! per scoprirli clikka qui

Questa voce è stata pubblicata in Prima del concerto e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.